Denzel Dumfries
Denzel Dumfries

Milano, 17 agosto 2021 - E' il sostituto di Achraf Hakimi e l'attenzione è tutta su di lui. Mentre l'Inter cerca di completare il proprio attacco, dopo Dzeko si punta a uno tra Zapata e Correa, Denzel Dumfries è chiamato ad una grande stagione in fascia destra. Deve diventare la nuova freccia sulla corsia per non far rimpiangere il marocchino, che tanti cuori ha conquistato dopo le prime sgroppate. Esperienza internazionale per Dumfries al Psv e già primi assaggi di San Siro, lui che da avversario ha giocato anche a Wembley e Camp Nou, venendo, tra l'altro, da un discreto Europeo. Forse uno dei migliori degli orange prematuramente eliminati agli ottavi.

San Siro grande stadio

La Scala del calcio può incutere timore, soprattutto perché da questa stagione tornerà il pubblico, seppur con capienza ridotta. Le pressioni possono aumentare, specie a San Siro dove il pubblico interista è sempre molto caldo. Dumfries non ha dubbi sulla bontà della sua scelta di venire a Milano: "L'Inter è un grande club - le sue parole a Espn - Gioca in Champions, è campione d'Italia e ha tifosi in tutto il mondo. Poi mi si addice lo schema e parlando con De Vrji ho capito che questo è un club fantastico". Proprio in Champions League Dumfries ha giocato a San Siro, rimanendone affascinato: "Quando ho giocato a San Siro ho pensato, wow! C'era l'atmosfera migliore di tutte le partite di quel girone, compreso Camp Nou e Wembley". Ora la parola passa al campo, l'unico giudice.

Tottenham su Nandez

 

Passando al mercato, invece, l'Inter continua a lavorare sui fronti offensivi composti da Zapata e Correa, ma aggiornamenti non ce ne sono. Il laziale costa almeno 30 milioni, il colombiano dell'Atalanta attualmente è incedibile, bisognerà aspettare. Novità invece su Nahitan Nandez, promesso sposo all'Inter da due mesi. L'uruguaiano è corteggiato dal Tottenham di Paratici che medita di soffiarlo all'Inter che fino a qui non ha affondato il colpo decisivo.

Leggi anche - Serie A, il calendario in Pdf