Marcelo Brozovic (Ansa)
Marcelo Brozovic (Ansa)

Milano, 14 novembre 2020 – Il Covid continua a creare preoccupazione alla Pinetina: l’Inter è arrivata a quota otto giocatori positivi negli ultimi mesi. Dopo il piccolo focolaio di un mese fa, è stata la sosta delle nazionali a riportare in auge il tema virus in casa nerazzurra. Infatti, dopo il match tra Croazia e Turchia è risultato positivo Marcelo Brozovic, che ora rischia di saltare l’importante match di Champions contro il Real Madrid.

Vida nell’intervallo, poi Brozovic

Ancora sfortuna in casa Inter, spento il focolaio interno, è arrivato il virus in nazionale. Ormai nota la storia che ha coinvolto Vida, sostituito nell’intervallo del match con la Turchia. I giocatori croati avevano effettuato i tamponi due giorni prima della sfida, ma siccome erano presenti un paio di esiti sospetti sono stati rifatti a ridosso del match. Nell’intervallo è arrivata la positività di Vida che però nel frattempo si era regolarmente allenato ed era regolarmente sceso in campo nel primo tempo. Potrebbe essere stato lui la fonte di contagio per Brozovic, risultato positivo il giorno dopo.

Tempi di recupero

 

La Croazia è già a Stoccolma per la sfida con la Svezia, e sia Brozovic che Vida sono in isolamento: per l’Inter è un ulteriore problema in vista di un ciclo di calendario fondamentale tra campionato e Champions League. Innanzitutto bisognerà capire quando e come Brozovic potrà rientrare in Italia, in seconda battuta saranno necessari i due tamponi negativi per renderlo di nuovo disponibile in campo. Il problema è che tra undici giorni ci sarà il Real Madrid a San Siro per la sfida decisiva per il passaggio del turno in Champions. I tempi per Brozovic sono stretti, considerando i canonici dieci giorni di quarantena: per questo motivo è da considerare in dubbio per il Real. Non solo, oltre alla quarantena bisognerà considerare la condizione fisica, perché Brozovic rischierebbe di rientrare in campo con pochissimi allenamenti sulle spalle. L’Inter, comunque, è in stretto contatto con lo staff medico croato.

Leggi anche - Roma, si lavoro al ritorno di El Shaarawy