Steven Zhang
Steven Zhang

Milano, 28 ottobre 2021 – Il Covid morde la Serie A, e lo fa soprattutto a chi aveva il pregio di riempire il proprio stadio. L’Inter ha dovuto registrare ancora un dato in perdita importante per quanto riguarda il bilancio approvato oggi dall’Assemblea dei Soci, anche se i numeri sono in miglioramento e, con un’apertura sempre più tangibile degli stadi di Serie A, potranno ancora migliorare. Perdite sempre in abbondante tripla cifra per l’Inter che nel corso di questo esercizio proseguirà nella politica di ridimensionamento dei costi senza perdere competitività in campo.

Meno 245 milioni

La nota nerazzurra ha illustrato i numeri del bilancio d’esercizio del club, in cui si registrano ricavi consolidati per € 364,7 milioni e una perdita pari a € 245,6 milioni. L’impatto del Covid-19 ammonta circa a € 110 milioni, di cui circa € 70 milioni riconducibili all’azzeramento degli introiti da gara a causa della chiusura degli stadi e € 40 milioni alle riduzioni contrattuali degli sponsor dovute all’impossibilità di erogare benefit da parte della Società e alla contrazione del business dei partner. A questi si sono aggiunte perdite per ulteriori € 30 milioni, effetto della risoluzione di contratti sportivi.

Marotta: “Coniugare risultati e costi”

 

Durante l’Assemblea sono intervenuti sia il presidente Steven Zhang che l’amministratore delegato Beppe Marotta. L’obiettivo è la stabilità economico-finanziaria del club senza perdere di vista i risultati sportivi, che comunque hanno consegnato all’Inter uno Scudetto 11 anni dopo l’ultimo: “La conquista del diciannovesimo Scudetto è un’impresa memorabile che premia lo straordinario lavoro della Squadra e di tutte le componenti del Club e la passione del popolo Nerazzurro che attendeva da 11 anni questo trionfo – le parole del presidente - Dal nostro ingresso nel 2016 ad oggi è stato compiuto un lungo percorso: l’Inter è diventata un club globale, vincente, innovativo e connesso alle nuove generazioni in tutto il mondo”. L’amministratore delegato invece dovrà continuare la politica di contenimento dei costi mantenendo risultati sportivi all’altezza: “All’inizio di questo ciclo ci eravamo posti come obiettivo quello di costruire una squadra solida, dalla mentalità vincente e che sapesse incarnare il senso di appartenenza e i valori che contraddistinguono il Club – l’analisi di Marotta - La scorsa stagione ha rappresentato il coronamento di un lavoro eccezionale. La conquista del diciannovesimo Scudetto premia la visione strategica, la passione, l’impegno della nostra Proprietà che non ci ha fatto mai mancare il suo sostegno. Quest’anno ci siamo posti l’obiettivo di coniugare una politica di riduzione dei costi unita al mantenimento della competitività sportiva. Sappiamo quanto sarà difficile ripetersi ma la nostra volontà è quella di difendere con orgoglio lo Scudetto puntato sulle nostre maglie".

Leggi anche - Maxime Lopez batte la Juve al 95'