Successo del Sassuolo in casa Juve (Ansa)
Successo del Sassuolo in casa Juve (Ansa)

Torino, 27 ottobre 2021 - Clamoroso all'Allianz Stadium. Primo storico successo del Sassuolo a Torino contro la Juventus. E' Maxime Lopez l'eroe neroverde, con l'ex Marsiglia a firmare proprio sul gong la rete dell'1-2. Già in vantaggio nel primo tempo grazie a Frattesi, Consigli e compagni reggono fino al 76', quando McKennie sale in cielo a pareggiare i conti. La Vecchia Signora prova a vincerla, ma viene beffata a pochi secondi dalla conclusione. Un ko pesantissimo per i bianconeri, che vedono interrompersi la loro striscia positiva e che soprattutto perdono ulteriormente terreno dalla vetta della classifica, ma pure dalle concorrenti per l'Europa che conta. 

Partenza sprint della Signora

 

Allegri lancia dal 1' Perin, De Sciglio e Rabiot. Confermate anche le titolarità di de Ligt, Chiesa e Dybala. Dall'altra parte c'è la sorpresa Defrel, che parte come unica punta al posto di Scamacca. Comincia forte la Juventus, che dopo neanche un minuto si rende pericolosissima con Bonucci, che sugli sviluppi di una punizione calcia clamorosamente a lato. Il difensore viterbese viene salvato dalla bandierina alta del guardalinee, anche se la sua posizione sarebbe stata da controllo Var in caso di gol. I bianconeri pressano alto, il Sassuolo va in difficoltà, così come al 7' Consigli viene messo in difficoltà dal tiro-cross di De Sciglio, che alza in angolo. Il difensore ex Milan è costretto poi a uscire per una botta al ginocchio. 

Palo Dybala, Frattesi gol

Con il trascorrere dei minuti gli ospiti salgono di colpi, prendendo le misure alla Vecchia Signora. Al 18' serve un grande intervento di Perin sulla conclusione a giro di Berardi per evitare lo 0-1. Tre giri di lancette più tardi è decisiva invece l'uscita di Consigli su Morata, cercato da Dybala di testa. Dybala che al 37' è assoluto protagonista con una percussione centrale al termine della quale scaglia un mancino che si stampa sul palo. Sembra il preludio al vantaggio della Juventus e invece a passare è a sorpresa la compagine di Dionisi al 44': inserimento perfetto di Frattesi premiato dall'assist di Defrel, il centrocampista neroverde non trema e trafigge Perin. 

Assalto Juve

A inizio ripresa Allegri toglie Rabiot per Cuadrado. Ci si aspetta una Signora arrembante, ma a rendersi pericoloso per primo è il Sassuolo con Raspadori, che al 56' calcia di poco fuori. La risposta dei locali è veemente: il cross di Alex Sandro arriva sui piedi di Cuadrado, la cui botta a colpo sicuro viene respinta sulla linea da Ayhan. Tocca poi a Dybala chiamare all'intervento Consigli, sulla cui respinta Chiesa sfiora il bersaglio grosso di testa.

Estasi Sassuolo

Allegri si gioca anche la carta Kaio Jorge, Madama ha fretta, ma fatica a trovare lo spunto vincente. E allora serve un calcio piazzato per il pari: sulla punizione di Dybala svetta McKennie, la cui zuccata non dà scampo a Consigli. L'1-1 carica la Juventus, che però perde lucidità. Il Sassuolo arranca dietro, ma resiste e proprio al 95' colpisce: il cross errato di Cuadrado diventa un pallone invitante per Berardi, che smarca Maxime Lopez davanti a Perin e il francese, con un pregevole pallonetto, regala ai suoi i tre punti. 

Leggi anche: Italia-Svizzera con il 100% di tifosi