Edin Dzeko
Edin Dzeko

Milano, 19 settembre 2021 – L’Inter al momento non risente della partenza di Romelu Lukaku. La squadra continua a segnare con costanza anche con i nuovi interpreti. Lo dimostra quanto successo ieri, non tanto il 6-1 al Bologna, reo di aver concesso troppo spazio in ripartenza, ma per la doppietta del nuovo arrivato Edin Dzeko che era entrato per sostituire l’altro nuovo acquisto Correa, finito ai box per una contusione. In generale, l’Inter segna da 23 partite di fila.

Striscia e cooperativa

Nelle ultime 23 partite di Serie A, 19 sono targate Conte, l’Inter ha sempre infilato almeno una palla nella rete avversaria. E’ la seconda striscia migliore di sempre per i nerazzurri, secondi solo a quella del 1950 quando le partite consecutive a segno furono 24. Ne manca una. Balza anche all’occhio la cooperativa nerazzurra di questa fase iniziale di stagione. Sono già 9 i giocatori dell’Inter andati in gol almeno una volta: Dzeko (3) Lautaro Martinez (3), Skriniar (2), Correa (2), Vidal (1), Calhanoglu (1), Dimarco (1), Vecino (1), Barella (1). Segno che la squadra attacca e difende tutta assieme. Il capocannoniere è il bosniaco che contro il Bologna ha segnato la sua prima doppietta con la maglia dell’Inter e la prima da ottobre 2020 quando trafisse il Benevento, ovviamente con un’altra maglia. Non solo, perché con la partenza di Lukaku i galloni di leader dell’attacco sono sulle spalle di Lautaro Martinez, il quale ha già risposto presente. Il toro ha segnato nelle ultime quattro presenze consecutive, partendo dall’ultima di campionato dell’anno scorso e proseguendo contro Hellas, Samp e Bologna. L’argentino ha trovato la sua dimensione e la sua serenità dopo la trattativa praticamente chiusa per il rinnovo contrattuale. Per Simone Inzaghi i motivi di cui sorridere sono tanti.

Leggi anche - Serie A, i risultati