Domenica 14 Luglio 2024
FILIPPO MONETTI
Calcio

Dybala, l’infortunio e il rientro per Roma-Milan: la situazione e le chances di esserci nel big match

Ottimismo per il rientro della Joya, meno per lo spagnolo. Torna in auge il tema della tutela dei giocatori

Paulo Dybala

Paulo Dybala

Roma 26 aprile 2023 - Contro l'Atalanta, José Mourinho ha celebrato la centesima panchina in giallorosso nel modo peggiore possibile. Oltre al ko sul campo, l'infermeria romanista si è riempita ulteriormente, con Dybala e Llorente che hanno riportato infortuni sul campo di Bergamo, aggiungendosi a quelli subiti da Wijnaldum e Smalling contro il Feyenoord. L'argentino non è in condizione da tempo, ma nonostante qualche problema fisico, non ha voluto far mancare il suo contributo alla squadra nel momento del bisogno. Il brutto fallo subito dalla Joya da parte del connazionale Palomino però ha aggiunto un forte trauma alla caviglia ai danni del sudamericano. Il giocatore è rimasto in campo, ma non riusciva a poggiare il piede sul terreno di gioco, chiudendo l'incontro letteralmente su una gamba.

La corsa Champions della Roma

Roma, l’analisi dello stop contro l’Atalanta

Roma ko a Bergamo (3-1). E Dybala si ferma

Lo stop del sudamericano ha però riaperto un capitolo all'interno del riguardante la scarsa tutela dell'argentino da parte degli arbitri. La società è molto irritata per questa ragione ed è convinta che Dybala, uno degli uomini immagine del campionato, dovrebbe essere tutelato al meglio. Una situazione che a parere dei Friedkin non sarebbe accaduta con l'episodio di Palomino, il cui provvedimento disciplinare (cartellino giallo) non sarebbe stato sufficiente. È chiaro che la sua potenziale assenza in un match chiave come quello contro i rossoneri, sarebbe un danno enorme per i giallorossi. La speranza di averlo a disposizione resta, ma il tema della tutela del giocatore non deve venir messo in secondo piano da un eventuale recupero lampo della Joya.

Filtra però ottimismo, con la dovuta cautela sulle condizioni di Paulo Dybala. La caviglia dell’argentino non si è gonfiata in seguito al contrasto subito, mentre i primi controlli hanno escluse rotture o danni ai legamenti, parlando invece di trauma contusivo/distorsivo. Saranno gli esami strumentali a cui verrà sottoposto nelle prossime ore a sancire i tempi di recupero, valutando l'entità reale dell'infortunio dell'argentino. Possibile il recupero per il match contro il Milan di sabato prossimo, ma improbabile un suo impiego già dal primo minuto.

Nella trasferta di Bergamo però è andata persino peggio a Diego Llorente. Lo spagnolo nonostante la forte volontà non ha potuto terminare l'incontro, uscendo in lacrime nei minuti finali, lasciando così in dieci i giallorossi, che avevano esaurito i cambi. Una lesione muscolare al flessore causata dall'ennesimo scatto per inseguire Duvan Zapata. Per il centrale spagnolo si va verso lo stop di due settimane. Una tegola pesante nel reparto difensivo visto anche l’infortunio occorso a Chris Smalling, il cui stop potrebbe prolungarsi almeno fino al match di andata contro il Bayer Leverkusen nelle semifinali di Europa League, prevista per l'undici maggio. L'inglese salterebbe così anche la sfida contro l'Inter in campionato.

Nessun aggiornamento invece sulle condizioni di Georgino Wijnaldum. Dopo la partita contro il Feyenoord, le sue condizioni apparivano meno gravi rispetto a quelle di Smalling, ma non era ancora emersa una valutazione definitiva. L'obiettivo per l'olandese resta l'impegno contro l'Inter, almeno per un impiego da subentrante. Improbabile si accelerino i tempi per vederlo prima, in ogni caso non dovrebbe mancare l'appuntamento europeo contro il Bayer Leverkusen di Xabi Alonso.