Joaquin Correa
Joaquin Correa

Milano, 23 agosto 2021 – L’Inter ha scelto: tutto su Joaquin Correa. Dopo i vari tentativi per Duvan Zapata, Marcus Thuram e persino Lorenzo Insigne, la dirigenza nerazzurra ha deciso di virare con tutte le sue forze sull’argentino della Lazio. La missione decisiva sarà nel corso dell’ultima settimana di mercato, con l’agente Alessandro Lucci che lavora per soddisfare le esigenze del giocatore che ha già scelto l’Inter.

Servono 30 milioni più bonus

Potrebbero essere i tornanti decisivi per completare la rosa dell’Inter. A Simone Inzaghi, dopo Calhanoglu in mediana e Dumfries in sostituzione di Hakimi, manca una punta da affiancare a Lautaro, Dzeko e Sanchez. L’indiziato è Joaquin Correa, che il tecnico nerazzurro ha già allenato con ottimi risultati alla Lazio. Il club interista ci lavora da diverso tempo dopo aver sfogliato anche le margherite Zapata e Thuram e sarebbe pronto all’assalto finale. Serve investire un buon gruzzoletto dopo la cessione di Romelu Lukaku, circa 30 milioni più bonus per convincere Lotito a mollare la presa. Ma si sa, in questi momenti di Covid le operazioni in entrata dei club dipendono anche dalle uscite, vale soprattutto per Lotito che dovrà completare la rosa a disposizione di Sarri. Per farlo avrà bisogno di un incasso dalle cessioni.

Lucci al lavoro

 

Tra i tasselli fondamentali di questa trattativa c’è ovviamente l’agente Alessandro Lucci, che è al lavoro per soddisfare le richieste del suo assistito. Correa vuole l’Inter e ha già una sorta di accordo sulla parola, serve trovare la quadra con la Lazio ma lì toccherà alla dirigenza interista muovere l’ultimo passo. Lotito chiede 40 milioni, ma con 30 più bonus per arrivare a circa 35 si può arrivare a dama. Formula? Probabilmente un prestito con obbligo di riscatto, sperando che la stagione porti con sé nuovi introiti per le casse interiste. Se arrivasse Correa il mercato dell’Inter si potrebbe definire chiuso, considerando che le due pedine partite, cioè Hakimi e Lukaku, sarebbero sostituite da Dzeko e Correa davanti e da Dumfries in fascia.

Leggi anche - Serie A, Bologna ok, pari Juve