Booker e MIddleton (ANSA)
Booker e MIddleton (ANSA)

Milwaukee (Stati Uniti), 14 luglio 2021 – Al Fiserv Forum non si passa: i Milwaukee Bucks per la seconda volta in queste NBA Finals riescono a difendere il loro fortino e piegano 109-103 i Phoenix Suns in quello che fino ad ora può essere senza ombra di dubbio definito il match più equilibrato della serie. La palma di MVP di gara 4 finisce dritta nelle mani di uno stellare Khris Middleton, capace di mandare a bersaglio la bellezza di 40 punti - 14 dei quali di importanza capitale per la vittoria e siglati nel quarto conclusivo - e di replicare a distanza ai 42 con 17/28 al tiro di un Devin Booker (terza volta in questi playoff in cui raggiunge e supera quota 40 e record di 542 punti ai playoff) che ha però a lungo dovuto fare i conti con il problema dei falli commessi. A dir poco fondamentale per Milwaukee, però, anche la prestazione monstre di Giannis Antetokounmpo (26 punti, 14 rimbalzi e 8 assist), sublimata dalla decisiva stoppata rifilata nei secondi finali a DeAndre Ayton. Serata da dimenticare, invece, sulla sponda dei Suns per Chris Paul che ha chiuso con soli 10 punti e 5/13 al tiro e per DeAndre Ayton che, pur avendo raccolto 17 rimbalzi, ha siglato soltanto tre canestri.

La gara

Partenza appannaggio dei Suns che si appoggiano subito al loro trascinatore Booker che li porta in vantaggio 9-18. Quando però Middleton, Lopez, Holiday e Antetokounmpo cominciano pian piano a prendere ritmo, i Bucks si rimettono in carreggiata chiudendo il primo quarto con sole tre lunghezze di ritardo (20-23). Pur faticando a trovare il bersaglio dalla lunga distanza, Milwaukee anche nel secondo quarto riesce a non perdere contatto e a rispondere colpo su colpo a un indemoniato Booker e soci impattando il risultato sul 52-52 a metà gara. Anche dopo l’intervallo, però, il numero 1 dei Suns non fa sconti e continua a martellare il canestro dei Bucks che a 11’42” dalla fine si ritrovano a -9 (76-85). A togliere le castagne dal fuoco di Milwaukee, che prova ad approfittare anche di un Booker con cinque falli sul groppone all'alba dell'ultima porzione di match, ci pensano allora Antetokounmpo ma soprattutto Khris Middleton che a suon di canestri riportano i Bucks a contatto: è proprio Middleton a 1’28” a siglare dalla media il 101-99 dei biancoverdi. Antetokounmpo nell’altra metà del campo lo segue a ruota con una sensazionale stoppata su Ayton e così i padroni di casa prendono fiducia e chiudono i conti con altri due bersagli centrati da Middleton.