Las Palmas (Spagna), 13 novembre 2020 – Con il pass per le Top 16 di Eurocup già in tasca, la Dolomiti Energia Trento ha incassato la prima sconfitta europea stagionale perdendo 71-61 in casa dell’Herbalife Gran Canaria nel recupero della quinta giornata del girone D. Orfana di Davide Pascolo, Jacorey Williams e Andrea Mezzanotte, la formazione bianconera ha pagato a caro prezzo la serata decisamente da dimenticare al tiro (19/52 da due e addirittura 3/21 da tre) e non sono riusciti a sfruttare le tante imperfezioni di Gran Canaria (ben 22 palle perse), alla quale sono bastate le ottime prestazioni di John Shurna (17 punti e 8 rimbalzi) e Tomas Dimsa (19 punti).

La gara

Grazie ai canestri di Luke Maye (miglior realizzatore bianconero assieme a Gary Browne con 14 punti) Toto Forray e Victor Sanders, la Dolomiti Energia è riuscita a raddrizzare un avvio in salita. Dopo aver chiuso il quarto d’apertura in parità e aver addirittura messo la testa avanti all’inizio della seconda frazione, i bianconeri hanno però subito il colpo di reni degli iberici che, spinti da Dimsa e Santana sono rientrati negli spogliatoi a +4 (33-29). Al rientro sul parquet è poi proseguito il buon momento dei padroni di casa che hanno dato un altro strappo toccando la doppia cifra di vantaggio con le bombe del “solito” Dimsa e dell’ex Varese Stan Okoye (39-29). Le tante palle perse di Gran Canaria e i canestri di Maye hanno comunque riportato nuovamente in carreggiata Trento che però ha mancato l’aggancio e a 10’ dalla fine si è ritrovata con ancora sette lunghezze da recuperare (48-41). Un solco che gli uomini di Brienza, nonostante la generosità finale, non sono più riusciti a colmare.