Meo Sacchetti
Meo Sacchetti

Bologna, 27 maggio 2020 - Il mercato di serie A di basket si è letteralmente incendiato nelle ultime 48 ore. Dopo il colpo Davide Moretti messo a segno dall'A|X Emporio Armani Exchange Milano, ecco la risposta della Segafredo Virtus Bologna, che ha soffiato proprio alle scarpette rosse Amar Alibegovic, giovane centro visto nell'ultima stagione a Roma. Ma a far discutere sono soprattutto i movimenti sulle panchine. Il più fragoroso è quello che riguarda Meo Sacchetti. Dopo tre stagioni a Cremona condite dalla vittoria della Coppa Italia edizione 2019, il commissario tecnico della Nazionale azzurra saluta la Vanoli per approdare alla Fortitudo Bologna

"Al netto delle frasi scontate che in circostanze del genere rischiano di esser dette - le prime parole di Sacchetti da allenatore dei biancoblù - credo che sedersi su una panchina come quella della Fortitudo debba sempre esser considerato un vanto per tutti. Anche per chi, come me, questa città l’aveva già conosciuta e ammirata da giocatore ben 40 anni fa. Sono molto felice e non vedo l’ora di poter iniziare un lavoro ed un percorso che confido potranno essere proficui”.

La Fortitudo, dopo l'ufficialità arrivata in giornata della partecipazione alla Champions League 2020/21, conferma così le proprie ambizioni in vista della prossima stagione. Antimo Martino, il coach che ha riportato la Effe nella massima serie dopo dieci anni, dice addio, ma per lui c'è pronta la panchina della Grissin Bon Reggio Emilia, che si è separata da Maurizio Buscaglia