Henry Sims (Ciamillo)
Henry Sims (Ciamillo)

Bologna, 19 ottobre 2021 – Secondo successo in altrettante gare di regular season della Basketball Champions League FIBA per la Nutribullet Treviso che, dopo aver mandato al tappeto il VEF Riga, ha sbancato anche Atene piegando l’AEK con un autorevole 77-92. Sulla vittoria della compagine trevigiana c’è la firma in calce di un monumentale Henry Sims, capace di chiudere la gara con un bottino di 31 punti, 13 rimbalzi, 4 recuperi e ben 4 stoppate per un clamoroso 44 di valutazione complessiva. Grazie alla verve di Bortolani, Treviso ha cominciato la partita positivamente chiudendo il primo quarto a +5 (18-23). La costante crescita nel match di Sims è andata di pari passo con la crescita del vantaggio trevigiano che, dopo aver toccato il +14 (36-50) alla pausa lunga è arrivato fino alle 16 lunghezze sul 39-55. L’AEK non si è comunque dato per vinto ed è rientrato a -4, spinto da Colom, ma lo sforzo profuso è costato caro nel finale e ha permesso a Treviso di piazzare il colpo di reni vincente.

Trento cade contro Badalona

Esordio in Eurocup decisamente amaro, invece, per la Dolomiti Energia Trento che in casa è stata travolta 56-86 dagli spagnoli della Joventut Badalona. I bianconeri sono incappati nella più classica delle serate storte e hanno chiuso con percentuali al tiro disastrose (32.7% da due e 25% da tre) riuscendo a portare il solo Jordan Caroline in doppia cifra per punti segnati (all’attivo anche 11 rimbalzi per lui). Il match è rimasto in equilibrio nel solo primo quarto: nelle due fasi centrali, infatti, Badalona – oggi trascinata dai 13 punti a testa di Parra, Tomic e Brodziansky – ha messo il turbo concedendo soltanto 23 punti a Trento e segnandone 45. Un solco che i bianconeri non sono più riusciti a colmare.

Leggi anche - Basket, Champions League: il cuore non basta. Brindisi ko anche contro il Cluj