Tennis Roma
Tennis Roma

Roma, 5 maggio 2021 - Sport e Salute, la società che per conto del governo si occupa dello sviluppo dello sport in Italia, ha presentato i protocolli anti-Covid per permettere la presenza degli spettatori agli Internazionali d’Italia di tennis al Foro Italico, al via il 9 maggio.

​Capienza ridotta

Una riapertura al pubblico parziale, tuttavia, visto che il pubblico potrà assistere alle partite solo dagli ottavi di finale e la capienza sarà limitata al 25 per cento. Ad esempio, nello Stadio Centrale, dove sono previsti gli incontri principali, sarebbe possibile accogliere 10.293 spettatori, ma per garantire il distanziamento la capienza sarà ridotta a 2543 posti a sedere.

Ieri anche la sindaca di Roma Virginia Raggi aveva confermato la presenza degli spettatori agli Internazionali.

Il protocollo

Le misure sono state approvate dal Comitato tecnico scientifico e tra esse ci sono tutti gli strumenti a cui siamo stati finora abituati durante la pandemia. 

Autocertificazione, mascherine Ffp2, termoscanner (divieto di ingresso con febbre a 37,5°C), gestione dei flussi in ingresso e in uscita con accessi dedicati per evitare assembramenti, dispenser con igienizzanti e distanziamento.

Non è stata adottata, invece, nessuna app per il tracciamento, come si era pensato di fare in un primo momento.

Tennis, Internazionali di Roma 2021: il pubblico dagli ottavi - 

La bolla

Nell’area del Foro Italico, circa 40mila metri quadrati, dove si svolge la manifestazione sportiva, sarà introdotto il sistema delle “bolle”, sul modello utilizzato ad esempio in manifestazioni come Sanremo.

Una bolla rossa, per giocatori, allenatori, medici, fisioterapisti, accompagnatori e giudici di gara. Una bolla verde per i giornalisti, una blu per lo staff dell’organizzazione e le forze dell’ordine e una gialla per gli spettatori e le autorità.

Le regole per l'accreditamento

Per permettere il tracciamento, gli spettatori dovranno seguire una procedura specifica di accreditamento, con autocertificazione obbligatoria. I biglietti sono tutti nominali, con posti preassegnati e non cedibili. È stata prevista, tuttavia, la possibilità di un cambio titolo fino a 48 ore prima della data di accesso.