Roma, controlli della polizia
Roma, controlli della polizia

Roma, 23 settembre 2021 – Ex terrorista di “Prima Linea” arrestato per detenzione e spaccio di droga, in manette anche il figlio 26enne fermato in un bar con cinque grammi di cocaina. Nell’abitazione del ragazzo - dove in quel momento si trovava anche il padre, il 66enne V.R., ex esponente dell'organizzazione armata di estrema sinistra Prima Linea – i poliziotti del commissariato San Lorenzo hanno trovato, nascosti in un soppalco del soggiorno, 8 grammi di cocaina, due bilancini di precisione per tagliare le dosi e un manoscritto con cifre e nomi. Inevitabile l'arresto per il ragazzo e il padre 66enne, che ha precedenti di polizia per rapina, furto, sequestro di persona a scopo di estorsione, terrorismo e banda armata.

I poliziotti sono arrivati sulle tracce dell’ex terrorista durante un’operazione di controllo del territorio in varie zone di Roma, che ha portato a undici arresti effettuati nelle ultime ore Tre gli arresti effettuati dagli agenti del commissariato Porta Maggiore, due sono stati per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e uno per tentata rapina. Il 25enne M.A., senegalese, è stato sorpreso per strada dai poliziotti mentre estraeva dalla bocca un involucro contenente la droga, cedendola un cliente dietro il corrispettivo di una banconota. Nel corso di una perquisizione, il giovane è stato trovato in possesso 3 grammi di cocaina. R.A., 36enne magrebino, è stato invece bloccato dagli agenti in via Ascoli Piceno dopo aver tentato di rapinare una donna del suo cellulare.

Agganciato per strada, il 23ennne romani M.G.J. aveva con sé 3 grammi di cocaina e 9 di hashish. Altra droga, oltre a 2mila euro in contanti, è stata poi scoperta nella sua abitazione. La Sezione Volanti, in via di Porta Furba, ha bloccato un romeno che aveva appena rapinato un suo connazionale di un telefono e 1.600 euro. La vittima, soccorsa immediatamente, è stata trasportata in ospedale in codice giallo. Sono in corso le ricerche per risalire all'altro autore della rapina. Roma, droga: sequestrati 50 chili di cocaina purissima da smerciare nella Capitale /VIDEO

Non mancano infine, oltre ai controlli del territorio, anche i pattugliamenti ad “alto impatto” effettuati dagli agenti del Distretto Casilino. In particolare, in un minimarket sono stati sequestrati 256 chili di prodotti alimentari privi di etichette per la tracciabilità e sono state elevate sanzioni per 6.900 euro. In un altro ristorante, per le gravi carenze igieniche, la multa elevata è stata pari a mille euro. Nel corso dell'attività sono stati effettuati altri due arrestiRoma, droga dello stupro: consegne ai clienti in monopattino