Irma Testa The butterfly campionessa olimpica
Irma Testa The butterfly campionessa olimpica

Napoli, 31 luglio 2021 - "Negli ultimi anni ho cercato di non lasciare nulla al caso e penso di aver fatto quasi tutto in modo perfetto. Questa medaglia ha un grande significato, è frutto di anni di lavoro e di sacrifici". Così la pugile azzurra Irma Testa,  soprannominata 'The Butterfly', prima italiana a raggiungere un podio olimpico nel pugilato, commenta la medaglia di bronzo conquistata ai Giochi di Tokyo 2020 nella categoria pesi piuma. "A Parigi mancano ancora molti anni, ora voglio godermi questa medaglia e poi ci penseremo", specifica la pugile di Torre Annunziata (Napoli) dopo la sconfitta nella semifinale contro la filippina Petecio. "Prima non avevo realizzato bene, perché raggiunta la semifinale pensi alla finale - ha concluso - non ho gioito davvero tanto, adesso voglio realizzare di aver vinto questa medaglia che dedico a tutti quelli che mi sono stati vicini, al mio maestro che sa davvero cosa abbiamo passato". 

Il programma del 1° agosto / Gli italiani in gara

I risultati dell'Italia del 31 luglio / Il medagliere

Federpugilato: "Un bronzo storico"

"L'olimpiade di Irma Testa è stata straordinaria, come quella di tutte le atlete azzurre, la fortuna non ci ha dato una mano: in semifinale ha incontrato la campionessa mondiale Nesthy Petecio e prima atlete di altissimo livello, come è successo alle altre azzurre che hanno affrontato ostacoli abbastanza duri. Tutto questo mi dà certezze per il futuro: la squadra azzurra femminile è di altissimo livello e si giocherà le sue chance ai Giochi di Parigi". E' quanto afferma il presidente della Federpugilato, Flavio D'Ambrosi, che la pugile campana ha conquistato uno storico bronzo per l'Italia, che non aveva mai raggiunto medaglie nel pugilato femminile alle olimpiadi. 
"Torniamo a casa con due certezze, la prima è che il pugilato femminile si è completamente insediato in Italia ed è una realtà, ce lo dice Irma Testa ma anche i risultati raggiunti a vari livelli che ci danno la sensazione che la medaglia non è un episodio isolato ma una certezza di aver incrementato la qualità del pugilato femminile" - aggiunge D'Ambrosi- La seconda è che stiamo ritrovando un vivaio giovanile all'altezza, 103 medaglie nello scorso quadriennio e 20 in soli 5 mesi compreso l'Europeo Under 22: siamo competitivi a livello giovanile grazie al lavoro della Federazione e grazie allo splendido lavoro di società e tecnici italiani, i migliori al mondo, nelle palestre".

I record di Irma, 'la farfalla'

Irma Testa a Rio 2016 è stata la prima boxeuse italiana a partecipare a un'Olimpiade, e a Tokyo è diventata la prima azzurra nella storia del pugilato femminile a vincere una medaglia, quella di bronzo dei 57 kg. La 23enne di Torre Annunziata, soprannominata 'The Butterfly', ha iniziato a fare boxe a 12 anni grazie alla sorella Lucia e ha ottenuto subito molte soddisfazioni: nella sua bacheca spiccano un Mondiale Junior, uno Youth e un argento ai Giochi Olimpici Giovanili e, dal 2019, un oro continentale nei 57 kg. Da grande vuole proseguire la sua carriera da poliziotta. 

Irma, infatti, fa parte del gruppo sportivo della Polizia di Stato che questa mattina, in un Tweet, ha espresso il proprio apprezzamento: "Irma Testa 'The butterfly' vince il bronzo nei 57 kg di pugilato femminile. L'azzurra delle Fiamme Oro ferma la sua corsa in semifinale contro la filippina Petecio ma entra nella storia come prima italiana a conquistare una medaglia alle Olimpiadi".

Leggi anche: 

Jessica Fox ripara la canoa con un preservativo. Poi vince la medaglia d'oro

Furia Djokovic: lancia la racchetta in tribuna, la spacca e perde il bronzo