Domenica 26 Maggio 2024

Un mini market delle rapine nel centro di Napoli: a disposizione armi, munizioni e le maschere di V e Breaking Bad per fare i colpi

Sequestrate in un locale nella zona della stazione 4 pistole pronte all’uso, 758 proiettili, poi decine di passamontagna, parrucche e maschere, oltre 650 grammi di marijuana

Napoli, 8 maggio 2024 – Un “mini market delle rapine” nel centro di Napoli, un locale nella zona della stazione centrale di piazza Garibaldi dove erano a disposizione armi e centinaia di munizioni, assieme a parrucche, passamontagna e maschere di personaggi come V per Vendetta o Walter White di Breaking Bad, oltre a droga. Lo hanno scoperto i carabinieri della compagnia Napoli Stella nel corso di un’operazione a largo raggio nella zona di piazza Garibaldi dove, durante una perlustrazione in via Enrico Cosenz 13, all’interno di un portone, hanno trovato in un vano scale un piccolo arsenale "che lascia pensare a un mini market per il “rapinatore generico medio” o a scenari addirittura ben più gravi e pericolosi", hanno sottolineato i militari.

Armi, munizioni, droga e maschere per rapine sequestrate dai carabinieri di Napoli
Armi, munizioni, droga e maschere per rapine sequestrate dai carabinieri di Napoli

Il sequestro

La scoperta del nucleo operativo della compagnia Napoli Stella farà aprire “un filone di indagine destinato a ricostruire le dinamiche criminali della zona", ha riferito una nota dei militari. In dettaglio, sono state rinvenute e sequestrate 3 pistole semi automatiche con matricola abrasa perfettamente funzionanti e 1 pistola a salve. Trovate poi munizioni: 758 proiettili di vario calibro. Non poteva mancare la droga: sequestrati 8 involucri con all'interno 650 grammi di marijuana. Assieme c’erano anche diversi travestimenti per non farsi riconoscere durante i colpi: 9 passamontagna e 5 maschere, quattro delle quali ben riconoscibili perché di noti personaggi come V per Vendetta o il chimico Walter White della serie televisiva Breaking Bad. Sequestrate anche diverse parrucche e altro materiale per il mascheramento. Le indagini ora proseguiranno con le armi che saranno sottoposte ad accertamenti balistici per verificare il loro eventuale utilizzo in fatti di sangue o altri delitti e con l'analisi del materiale per il camuffamento.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui