Lunedì 20 Maggio 2024

Maxisequestro di soldi falsi “quasi perfetti”: 48 milioni in banconote da 50 euro opera dei falsari del Napoli Group

Blitz all’alba in una stamperia allestita in un capannone a Ponticelli: fermate 7 persone tra cui il capo della banda di falsari in grado di realizzare banconote di pregevole fattura

Banconote da 50 euro (foto d’archivio)

Banconote da 50 euro (foto d’archivio)

Napoli, 7 maggio 2024 – Duro colpo della finanza ai falsari del “Napoli Group”, un’organizzazione già nota per altre inchieste su soldi falsi a cui sono stati sequestrati circa 48 milioni di euro in banconote da 50 euro contraffatte di pregevole fattura. La Guardia di Finanza ha trovato l’ingente quantitativo di denaro falso in una stamperia allestita in un capannone industriale del quartiere Ponticelli di Napoli. A coordinare le attività investigative è stata la Procura di Napoli Nord (pm Valeria Palmieri e Giulia Basile, procuratore aggiunto Mariella Di Mauro, procuratore Maria Antonietta Troncone).

Il blitz 

Nel corso del blitz, scattato all'alba, i finanzieri del nucleo di polizia economico-finanziaria di Napoli e del nucleo speciale di polizia valutaria di Roma hanno sottoposto a fermo sette persone, tra le quali figura anche il capo della banda di falsari. Le banconote venivano stampate con il procedimento “offset” che, rispetto alla tecnica digitale, consente di avvicinarsi enormemente alle banconote originali realizzando soldi “quasi perfetti”.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui