24 gen 2022

Aggressioni Napoli, lancio di sassi e colpi di spranga su passanti e poliziotti

Continua l'escalation di violenza a Napoli, ieri tre uomini sono stati bloccati durante tre diverse aggressioni. A Somma Vesuviana, un uomo si è arrampicato sul tetto di un palazzo lanciando sassi ai carabinieri

featured image
Carabinieri

Napoli, 24 gennaio 2022 – È ancora violenza a Napoli, dove tre persone sono state aggredite con lancio di sassi, una spranga di metallo e un tagliente coccio di bottiglia. Tre episodi isolati che, tuttavia, hanno fatto scattare l’allarme delle forze dell’ordine.

Il caso più curioso a Somma Vesuviana, dove un 33enne si è introdotto nella casa di altre persone e, quando è stato scoperto, ha iniziato a lanciare delle pietre per coprirsi la fuga. È successo in via Scotola, dove l’uomo è piombato in casa di altre persone a volto coperto e per motivi ancora tutti da chiarire. Il 33enne E.D.M. è stato poi arrestato per violazione di domicilio.

Il proprietario dell'appartamento si trovava in casa quando ha scoperto l’intrusione – non è chiaro se i due si conoscessero, oppure se si tratti di un tentato furto: questo lo stanno verificando i carabinieri – e ha quindi immediatamente allertato il 112. A quel punto, l’intruso è scappato ma tirando contro l'uomo quello che trovava. Terminate le pietre a disposizione, è stato bloccato dai militari dell'Arma sul tetto della palazzina ed è ora ai domiciliari nel suo appartamento di Brusciano in attesa di giudizio.

Aggressioni a passanti e poliziotti

Due casi a Napoli ieri. Nel pomeriggio alcuni poliziotti sono intervenuti in piazza Bellini per la segnalazione di una persona armata di un bastone in metallo che stava spaventando la gente per strada. L'uomo, in evidente stato di agitazione, stava minacciando una pattuglia dell'Esercito Italiano con un coccio di bottiglia, quando sono arrivati i poliziotti: vedendoli, si è scagliato contro di loro fino, ma è stato bloccato. Sequestrata la mazza in metallo. L'uomo, un 24enne di Castel
Volturno,
è stato arrestato per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Nel quartiere di Pianura, poi, sempre nel pomeriggio, in via Parmenide è stata segnalata una persona che stava dando in escandescenze per strada, colpendo con calci e pugni alcune auto in sosta. L'uomo ha iniziato ad inveire contro gli agenti intervenuti, aggredendoli fino a quando, non senza difficoltà, è stato ammanettato. Si tratta di u n 44enne napoletano, P.P., con precedenti di polizia, arrestato per lesioni, minacce e resistenza a pubblico ufficiale.

Ieri mattina all’alba, due ragazzi sono stati “gambizzati” a colpi di pistola nella zona di Mergellina, mentre nel pomeriggio –  sempre a Napoli – un 42enne è finito in manette dopo avere ripetutamente minacciato la ex compagna armato di pistola.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?