Parigi, 7 luglio 2020 - Continuano le sfilate parigine dell'alta moda per il prossimo inverno e si conferma valido e creativo il ricorso ai film, brevi e intensi, con registi e interpreti di fama. Come nel caso dell'evento ideato dal couturier italiano Antonio Grimaldi, da alcuni anni invitato dalla Fèderation dell'Haute Couture e de la Mode francese a presentare nel calendario parigino le sue eccelse creazioni, quegli abiti dalle lavorazioni preziose che piacciono molto alle principesse dei paesi arabi ottime frequentatrici dell'atelier romano dello stilista. 

Stavolta Grimaldi ha inventato per il connubio alta moda e cinema un corto intitolato Aelektra con la regia di una amica della maison come Asia Argento che ha chiamato a interpretare il dramma di Sofocle e di Euripide ma anche dell'americano O'Neill la figlia Anna Lou Castoldi, la diciannovenne avuta da Morgan. Le due per lo short movie che racconta l'atroce matricidio della mitologia greca recitano a tinte noir e a tutto glamour indossando gli abiti da sera di Antonio Grimaldi. 

Asia Argento per Antonio Grimaldi

Il pathos è tanto, anche perchè le scene sono riprese nel Ninfeo del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma, un luogo ideale per mostrare gli abiti indossate dalle modelle nei toni del bianco, del nero e del rosa dal pallido al camelia. Ventidue abiti di grande maestria sartoriale accompagnati anche da 3 vestiti per bambina. E ancora una volta Roma è lo sfondo magico per questi film dell'alta moda come già ieri quello girato da Matteo Garrone intitolato "Le Mhyte Dior". Sempre questa cinematografica la formula ideale per far volare l'haute couture e mostrarla al meglio. Diverse modalità espressive per sopperire all’impossibilità di organizzare un tradizionale fashion show a causa dell’emergenza Covid-19 e che hanno portato a raccontare la nuova collezione in uno shortmovie dalle atmosfere teatrali. 

Il film racconta la rappresentazione del bene e del male, del bianco e del nero, degli oppostiche siamano e si respingono per poi ritrovarsi. "Sono entusiasta del rapporto professionale instaurato con Asia, donna di profonde passioni,fonte d’ispirazione e indiscussa protagonista del cinema italiano e internazionale _ racconta Antonio Grimaldi _ Non appena ricevuto l’invito a prendere parte con un video alla settimana della Haute Couture di Parigi, ho subito pensato a lei:l’unica in grado di raccontare al meglio, attraverso il suo carattere anticonformista e la sua elegante anima dark e rock, lo spirito della mia nuova collezione e, con la presenzadi Anna-Lou, anche una freschezza disincantata".

Asia Argento per Antonio Grimaldi

Asia Argento che nelle ultime stagioni ha sfilato in passerella a Parigi per Grimaldi è felice e soddisfatta di questa esperienza. "Quando Antonio mi ha raccontato la collezione, ho subito immaginato di ricreare il mito di Elettra. I suoi abiti scultorei, di grande impatto visivo, mi hanno ispirato un ritorno alla cultura classica e alla esaltazione della bellezza più assoluta _ confessa Asia attrice e regista del film per la couture _. Anche stavolta, dopo la sfilata di Parigi del 2019, ne è nata una collaborazione empatica e di profonda e vicendevole capacità creativa, data da una grande libertà espressiva, da abiti cinematicie da location romane altamente ispiranti. Una occasione unica che mi ha consentito anche di scavare nel mio rapporto con Anna Lu".