Previsioni meteo per Vigilia, Natale e Capodanno. “Sull’Europa si scontrano due mostri”

Venerdì venti tempestosi anche sull’Italia. Un ciclone polare sull’Europa settentrionale e orientale, un gigantesco anticiclone su quella occidentale: due forze si contendono il continente. Avanti così per molti giorni ancora

Roma, 20 dicembre 2023 – Per l'ennesima volta, come ormai consuetudine negli ultimi anni, sarà un ‘Caldo Natale’. Almeno stando alle ultime proiezioni meteo, che comunque dovrebbe essere quasi certamente confermate, a meno di colpi di scena. E potrebbe essere anche un ‘Caldo Capodanno’, anche se vista la distanza temporale ci sono al momento delle ovvie incertezze.

Approfondisci:

Solstizio d’inverno 2023, ecco perché quest’anno avviene il 22 dicembre. Gli orari

Solstizio d’inverno 2023, ecco perché quest’anno avviene il 22 dicembre. Gli orari
L'evoluzione meteo per i giorni prima di Natale (3bmeteo)
L'evoluzione meteo per i giorni prima di Natale (3bmeteo)

Italia all’asciutto per molti giorni

Lorenzo Tedici, meteorologo di ilMeteo.it, cancella il sogno di un `Bianco Natale` anche per il 2023, salvo stravolgimenti meteorologici al momento non previsti sul nostro Paese, ma ci avvisa anche di una situazione estrema soprattutto oltralpe e nel cuore del Continente. La situazione dei prossimi giorni, infatti, sarà molto dinamica in Europa, mentre in Italia il tempo rimarrà in prevalenza soleggiato ed asciutto almeno fino al 28 dicembre.

Per iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui

L’Europa tra due mostri

Sul nostro Continente si scontreranno due titani, due mostri meteorologici: un Ciclone Polare lotterà contro l’Anticiclone delle Azzorre con sbalzi di pressione e venti violentissimi.

La neve sulla Piazza Rossa a Mosca (Ansa)
La neve sulla Piazza Rossa a Mosca (Ansa)

Lo scontro e i venti tempestosi

Da domani, infatti, un ciclone colmo di aria gelida sprofonderà dal Polo Nord verso la Germania con una pressione bassissima di circa 960 hPa, pari a quella di un uragano categoria 3, quindi di un Major Hurricane, un uragano maggiore. Ma oltre al Ciclone Polare, troveremo anche la prepotente presenza dell’Anticiclone delle Azzorre sull`Europa occidentale con una pressione altissima di quasi 1040 hPa sulle coste portoghesi: ebbene, avremo circa 80 hPa di differenza tra il Portogallo e la Germania, lungo una distanza lineare di soli 1900 km. Questa differenza di pressione estrema scatenerà venti di tempesta, da uragano, dalla Scandinavia verso la Germania, fino all’Austria, per poi sfociare verso le aree balcaniche interessando però anche l`Italia. Il nostro Paese, infatti, nella giornata di venerdì sarà colpito da una tempesta di vento su almeno tre aree: in Sardegna, sulle Alpi e localmente anche in Pianura Padana con venti di Foehn molto forti.

Il tempo fino a Natale

Ma, nonostante questa tempesta, come sarà il tempo fino a Natale? Nelle prossime ore una blanda nuvolosità attraverserà l`Italia senza portare precipitazioni (se non qualche rovescio all’estremo Sud) ma favorendo un calo delle temperature massime, temperature che negli ultimi 3 giorni avevano raggiunto livelli decisamente anomali con un caldo preoccupante anche in montagna: 12-13°C anche a 2000 metri di quota.

Per il solstizio d’inverno (che quest’anno è venerdì 22 dicembre alle 4:27) avremo invece anche da noi il caos, con la tempesta di venti da Nord Ovest. Da sabato il vento soffierà ancora teso, ma in attenuazione e in rotazione da Sud Ovest: questa rotazione provocherà un aumento delle nubi sul versante tirrenico con pioviggine non esclusa su Toscana e Calabria, in un contesto più grigio soprattutto dalla Vigilia in poi. Altrove la situazione sarà discreta e relativamente mite.

Approfondisci:

Natale 2023 a Roma, da Villa Borghese al presepe dei Netturbini: tutti gli appuntamenti delle feste

Natale 2023 a Roma, da Villa Borghese al presepe dei Netturbini: tutti gli appuntamenti delle feste

Il giorno di Natale

Infine, arriviamo al giorno del Natale 2023: il cielo sarà a tratti nuvoloso sul versante occidentale, dalla Liguria di Levante alla Calabria, passando per Toscana, Lazio e Campania; qualche addensamento è previsto anche sul Triveneto e localmente sulla Sicilia ionica, per il resto troveremo tempo asciutto, soleggiato e con massime ben oltre i 10-15 gradi.

Approfondisci:

Natale, 16 milioni di presenze e città d'arte protagoniste

Natale, 16 milioni di presenze e città d'arte protagoniste
Approfondisci:

Natale 2023, dieci piante perfette da regalare

Natale 2023, dieci piante perfette da regalare

Santo Stefano

Il sito 3bmeteo dice che Santo Stefano probabilmente sarà sulla falsa riga del Natale e della Vigilia ma con un ulteriore aumento dell'umidità nei bassi strati e quindi con una maggiore possibilità di cielo nuvoloso su pianure e litorali, occasionalmente anche con qualche pioviggine. Il sole sarà ancora una prerogativa delle zone di collina e di montagna.

Capodanno

Per Capodanno 3bmeteo, in un approfondimento, spiega che c'è da attendersi “una configurazione sinottica generale molto simile a quella del periodo natalizio con una grossa depressione fredda pilota collocata sul Nord Est europeo. Resta da capire se l'aria artica che ruoterà attorno a questo ciclone avrà delle chance di raggiungere l'area mediterranea da Nord o da Nord Ovest”.

Gli esperti dicono che “tra gli scenari possibili gli affondi freddi verso il Mediterraneo sono ancora ritenuti come meno probabili anche se non del tutto da scartare. Prevale al momento l'ipotesi che sull'Europa meridionale e il Mediterraneo continui a permanere un campo di pressioni medio alte (membri 31 su 51) con al più qualche disturbo instabile”.

In sintesi il Capodanno 2024 potrebbe essere ancora caratterizzato “da una prevalente stabilità sull'area mediterranea e sull'Italia con clima non particolarmente freddo”. Comunque meglio seguire gli aggiornamenti dei prossimi giorni, mancando ancora un po’ di tempo dall'evento.

La mappa di 3bmeteo

Le previsioni giorno per giorno