Roma, 26 novembre 2018 - Una settimana a dir poco dinamica. Le previsioni meteo annunciano infatti un po' di tutto nel 'menù': pioggia, temporali, neve e freddo. Ilmeteo.it annuncia che un ciclone atlantico sta per raggiungere le regioni meridionali portando un'altra ondata di maltempo. Da mercoledì poi clima invernale con un sensibile crollo delle temperature. A partire da oggi il tempo andrà peggiorando via via più diffusamente. Occhi puntati in particolare sul Centro Sud: nubi, piogge e temporali dalla Sardegna si porteranno verso Calabria, Campania e Puglia dove si potrebbero verificare dei nubifragi, trombe d'aria e marine. Attenzione particolare alla Campania, come a Napoli, Salerno, ma anche Avellino e poi Foggia e pure Cosenza. Attenzione anche ai mari: venti forti di Maestrale, Libeccio e Ponente ingrosseranno il canale di Sicilia e il mar Tirreno.

Il tempo comincerà a cambiare nella giornata di martedì con l'ingresso di venti di Bora e lo spostamento del ciclone verso il basso Adriatico: il maltempo continuerà ad imperversare al Sud e anche sulle regioni adriatiche centrali con la neve che scenderà fino a 1.000-1.300 metri, mentre in Sardegna soffierà un furioso maestrale e sul Tirreno una forte Tramontana. Gli esperti avvertono che con l'avvento dei venti di Bora e poi Tramontana le temperature cominceranno a diminuire sensibilmente: il risveglio di mercoledì sarà piuttosto freddo in pianura, giovedì addirittura sotto lo zero. Valori massimi in caduta libera con massime non più alte di 6 gradi al Nord, fino a 10-12 gradi al Centro Sud.

VORAGINE_35221205_163053

Il quadro delineato da 3bmeteo.com è simile: "Anche la nuova settimana esordisce con un meteo turbolento - dice il meteorologo Francesco Nucera - l'Italia viene raggiunta da un via vai di perturbazioni atlantiche responsabili di ondate di maltempo". E confermano il calo della colonnina di mercurio: "Le temperature, nelle medie stagionali, tenderanno a diminuire a partire da metà settimana, quando è atteso un graduale miglioramento per l'espansione di un campo di alte pressioni. Si tratterà tuttavia di una breve tregua". Anche 3bmeteo sottolinea che fino a martedì il passaggio di perturbazioni atlantiche porterà condizioni di maltempo soprattutto al Centro Sud e sulle Isole Maggiori, dove si avranno acquazzoni e temporali, localmente intensi sui settori tirrenici. Stessa indicazione sulla neve: cadrà sull'Appennino fin verso i 1000-1300 metri.

La tregua di metà settimana comunque "durerà poco perché venerdì è attesa una nuova veloce perturbazione", concludono da 3bmeteo. Al momento le mappe di 3bmeteo e ilmeteo.it ipotizzano neve a bassa quota al Nord Ovest, ma per un'analisi più precisa degli effetti è meglio seguire gli aggiornamenti dei prossimi giorni.