Previsioni meteo, primavera in retromarcia. neve sulle Dolomiti (foto Ansa)

Milano, 15 maggio 2018 - Le previsioni meteo confermano la settimana di tempo instabile, con il ritorno della neve sulle Alpi e sugli Appennini (dopo un inverno che era già stato piuttosto generoso in tal senso). "Primavera tormentata in questo mese di maggio che si sta dimostrando particolarmente dinamico e a tratti anche molto fresco. Colpa dell'aria fredda in discesa dalla Groenlandia e che, dopo aver portato la neve sulla Francia fin sotto i 1.000 metri, ora si scontra con quella più mite dando luogo a un vortice ciclonico proprio sull'Italia". Il meteorologo di 3bmeteo.com, Edoardo Ferrara, spiega: "Eccoci a dover fare i conti con acquazzoni e temporali localmente intensi e accompagnati da un netto calo delle temperature. Sulle Alpi è praticamente autunno con la neve che è tornata a tratti sin verso i 1.300-1.500 metri, ma fiocchi alle quote medie si sono avuti anche sull'Appennino centro-settentrionale".

Clima, artico sempre più caldo

L'immagine dal satellite del Centro Epson Meteo

LE DOLOMITI BIANCHE - Ultimi fiocchi di neve, per di più a maggio, per la montagna veneta con le Dolomiti che si fanno notare anche a quote medio basse per una spruzzata di neve insolita per questo periodo. La neve è caduta dalla prima mattina su tutta la montagna veneta tra i 1.500 e 1.800 metri di quota, secondo le rilevazioni dell'Agenzia regionale per l'ambiente del Veneto (Arpav), con accumuli rilevanti in alcuni casi addirittura ai 1.100 metri di altitudine. Tra i 10 e i 15 centimetri sono poi scesi intorno ai 2.000 metri. Un effetto ottico, visto dalle valli, inusuale che ha consigliato agli automobilisti la prudenza nell'attraversare i passi dolomitici più elevati. Un manto fresco che non influenzerà la stagione sciistica ormai terminata e neppure la vita nei rifugi per lo più ormai chiusi in attesa della stagione estiva. Una 'manna' invece per gli amanti dello scialpinismo e delle passeggiate con le racchette da neve". Neve anche in Trentino. Pioggia e temperature in discesa si sono registrate in questi giorni sull'intero territorio e stamani anche la neve, soprattutto sulle cime più elevate, come al ghiacciaio Presena (2.852 metri di quota), a Peio (2.975 metri), a Vermiglio (2.735 metri), ma qualche fiocco è comparso anche ad esempio a Pinzolo (1.775 metri) a sul monte Bondone di Trento (1.490 metri).

Le foto della neve a maggio fanno il giro del web

NEVE ANCHE IN SARDEGNA - Temperature invernali addirittura nel Nuorese dove la neve ha fatto capolino sulle montagne del Gennargentu. I fiocchi bianchi si sono visti soprattutto nei paesi come Fonni e Desulo, dove stamattina si registravano 5 gradi. Temperature che scendono vicino allo zero sul promontorio del Bruncuspina a 1.800 metri, le cui cime sono state imbiancate nella notte da una spruzzata di neve che ha toccato anche la provinciale che da Fonni sale verso la montagna.

IL CALDO AL CIRCOLO POLARE ARTICO - Uno sguardo sull'Europa. "Da notare invece come faccia incredibilmente caldo proprio laddove solitamente il freddo ha la sua roccaforte, tra Scandinavia e alta Russia", prosegue Ferrara. In queste zone, dice l'esperto "l'anticiclone sta portando temperature estive con alcuni record per il mese di maggio: sfiorati i 30 gradi ad Helsinki (tra le capitali più calde d'Europa) e punte persino di 32-33 gradi vicino a San Pietroburgo. Record assoluto per maggio sul Mar Bianco, dove sono stati sfiorati i 24-25 gradi: fa più freddo sul Nord Italia che oltre il Circolo Polare Artico".

IL RESTO DELLA SETTIMANA - Tornando all'Italia, avanti così anche nei prossimi giorni. "La situazione non subirà sostanziali sblocchi", con tempo "ancora instabile sull'Italia. Altri rovesci e temporali sono infatti previsti in primis su Alpi, Prealpi e Appennino, mentre su coste e pianure non mancheranno delle belle parentesi soleggiate. Tuttavia, anche qui si potrà avere qualche occasionale fenomeno tra le ore pomeridiane e serali, soprattutto sulle aree adiacenti ai monti. Le temperature, sebbene in lieve ripresa, potranno mantenersi a tratti sotto le medie, in particolare al Centro Nord dove nottetempo le minime potranno scendere anche sotto i 12-13 gradi. Le massime invece spazieranno in genere tra i 19 gradi ed i 24 gradi, quindi non farà particolarmente caldo".

WEEKEND - Il fine settimana? Al momento c'è un po' di incertezza. L'ipotesi è quella di un "sabato discreto, salvo qualche rovescio o temporale sui monti e in Sardegna, mentre domenica sembra avvicinarsi l'ennesima perturbazione da Ovest. Uno scenario questo che necessiterà tuttavia di ulteriori conferme e che resta in fase di analisi",concludono da 3bmeteo.com.