Meteo, torna il maltempo. L'ultima nevicata a Bologna, di nuovo nel mirino (fotoschicchi)
Meteo, torna il maltempo. L'ultima nevicata a Bologna, di nuovo nel mirino (fotoschicchi)

Milano, 16 gennaio 2019 - Cambia tutto. E la neve arriva prima del previsto. Le ultime previsioni meteo dicono che già da domenica il Nord Italia potrebbe tornare a vedere i fiocchi bianchi in pianura (ieri i siti erano più orientati sul lunedì). Settimana di tempo asciutto, ma ormai si intravede la fine. La svolta arriverà già da domani, quando una perturbazione atlantica porterà le prime precipitazioni al Settentrione. Il team del sito ilMeteo.it avvisa che oggi avremo già i primi segnali con un graduale aumento delle nubi e con l'arrivo di fenomeni sparsi essenzialmente sulla Liguria in estensione dalla serata all'alta Toscana. La perturbazione comincerà a dare effetti più importanti da giovedì, quando al mattino le regioni centro-settentrionali, ma anche la Sicilia, saranno sotto nubi, rovesci sparsi e qualche temporale concentrato sulle zone Tirreniche, dalla Liguria, alla Toscana fino al Lazio. Al Nord piovaschi fra la Lombardia, il Trentino, il Veneto e il Friuli. Su queste ultime regioni cadrà la neve sulle rispettive aree alpine attorno ai 700-800 metri di quota. Qualche nevicata sull'Appennino centro settentrionale a quote medio alte. Tempo incerto, come detto, sulla Sicilia con rovesci soprattutto sull'area più meridionale dell'Isola.

Previsioni meteo, arriva la grande neve. "Svolta tra lunedì e martedì"

IlMeteo.it dice che venerdì si avrà un temporaneo miglioramento al settentrione mentre piogge e temporali colpiranno un po' tutto il centro Italia e parte dell'area tirrenica del sud specie la Campania e la Calabria settentrionale. Spruzzate di neve in abbassamento a 800-1000 metri sui rilievi appenninici centrali e a quote più alte sui monti della Campania.

In seguito, nel corso del weekend, giungeranno correnti più fredde al settentrione in graduale estensione domenica verso le regioni centrali. Sabato il tempo si manterrà solo moderatamente incerto in attesa di un nuovo peggioramento domenica quando torneranno piogge, temporali e nevicate fino a quote molto basse in Emilia Romagna, ma anche sull'Appennino centrale. Su questo fronte i dettagli andranno seguiti gli sviluppi, per conferme e dattagli. Comunque IlMeteo.it segnala che nel mirino c'è in particolare la zona di Bologna, anche se i fiocchi potrebbero raggiungere pure le coste. 

Più cauto 3bmeteo che parla di "nevicate fino a bassa quota in Emilia Romagna", ma in una parentesi sottolinea: "Da confermare".

Neve sette itinerari con le ciaspole nel Nord e Centro Italia

Il punto di Emilia Romanga Meteo

Le previsioni meteo del Centro Epson, giorno per giorno, fino a venerdì. Oggi, mercoledì 16 gennaio, nuvolosità in graduale aumento al Nord, su regioni centrali tirreniche e Sardegna, con deboli piogge principalmente sulla Liguria centrale e, verso sera, sull'ovest della Toscana. Cielo sereno o poco nuvoloso nel resto del Paese. Temperature massime in lieve rialzo sulle regioni adriatiche e al Sud. Moderati venti meridionali sui mari di ponente.

Giovedì 17 gennaio al mattino piogge sparse sul centro-est della Liguria. Piogge deboli o pioviggini su Lombardia e Venezia Giulia. Piogge o locali rovesci in Toscana e sud della Sicilia. Nel pomeriggio ancora piogge su Levante ligure e Toscana, qualche pioggia anche nel Lazio, nel sud della Calabria, sul Veneto e in Friuli Venezia Giulia. Deboli nevicate sopra 800-1.000 metri sui rilievi del Nord Est. Venti moderati dai quadranti meridionali. Temperature quasi ovunque in rialzo le minime; massime in calo al Nord, in rialzo al Sud.

Venerdì 18 gennaio la perturbazione porterà al mattino ancora precipitazioni sparse sulle Venezie, in Emilia Romagna, sulle Marche, sulle regioni centrali tirreniche e in Campania. Al Nord-Ovest le schiarite saranno piuttosto ampie. Nel pomeriggio le precipitazioni si estenderanno anche all'Abruzzo, mentre tenderanno ad attenuarsi sulle Venezie. Quota neve sull'Appennino intorno a 800-1000 metri sul settore settentrionale, 1200-1500 metri su quello centrale. Non si escludono rovesci e temperali tra il Lazio e la Campania. Le schiarite presenti al Nord-Ovest tenderanno a estendersi anche al settore alpino orientale e alle coste della Toscana. Sul resto del Centro-Sud un po' di nubi sparse. In serata ancora qualche precipitazione sul medio Adriatico e il basso Tirreno, parziale miglioramento sulle regioni centrali tirreniche. Nubi in graduale aumento, invece, al Nord-Ovest con possibilità di qualche fiocco di neve a bassa quota sulle Alpi occidentali. Giornata ventosa con temperature in leggero calo al Centro Nord e in Sardegna.