Il Buckingham Palace Gin - Foto: royalcollectionshop.co.uk
Il Buckingham Palace Gin - Foto: royalcollectionshop.co.uk

Stando a quanto rivelato dall'ex chef reale Darren McGrady, il drink preferito dalla regina Elisabetta II è un cocktail a base di gin e Dubonnet, con ghiaccio e una fettina di limone, che Sua Maestà gradisce assai prima di pranzo. È noto poi che la regina prediliga consumare pasti preparati con gli ingredienti provenienti dalle tenute della corona. Adesso, anche per il suo aperitivo la regina potrà servirsi di un distillato "fatto in casa", il nuovo Buckingham Palace Gin. Il nome non è stato scelto tanto per fare scena: il gin è ottenuto da dodici botaniche raccolte a mano nei giardini del palazzo di Londra, fra cui limone, verbena, bacche di biancospino e foglie di gelso.

Presentato come "la perfetta bevanda dissetante per l'estate", è in vendita online sul sito del Royal Collection Trust al prezzo di 40 sterline (consegna solo nel Regno Unito). La bottiglia, trasparente con sfumature turchesi, sfoggia davanti un elaborato motivo floreale intrecciato a una corona e dietro una illustrazione di Buckingham Palace. Il primo lotto in quantità limitata è andato esaurito nel giro di otto ore, un secondo tornerà disponibile nelle prossime settimane.

Il gin sarà servito agli ospiti che parteciperanno ai futuri eventi a palazzo. Il ricavato delle bottiglie vendute andrà invece a sostenere i fondi del Trust, l'organizzazione benefica fondata da Elisabetta in persona che si occupa della gestione dell'enorme collezione artistica proprietà della casa reale, esposta al castello di Windsor, a Buckingham Palace e nelle altre residenze accessibili al pubblico. A causa delle chiusure forzate imposte per il Coronavirus e della conseguente assenza di visitatori, in questo momento il Trust si trova in grosse difficoltà economiche.

Il nuovo gin si va ad aggiungere agli altri alcolici che portano lo stemma reale: il porto, il whisky single malt Palace of Holyroodhouse, addirittura un Tokaji ungherese.