I pinguini al museo - Foto: facebook/The Nelson-Atkins Museum of Art
I pinguini al museo - Foto: facebook/The Nelson-Atkins Museum of Art
Fra gli animali che ci hanno tenuto compagnia nelle settimane di isolamento, anche solo a distanza, i pinguini si sono dati particolarmente da fare. Li abbiamo visti passeggiare nelle città deserte, oppure visitare i colleghi dell'acquario. Adesso invece sono andati a farsi un po' di cultura: un terzetto di simpatici pennuti del Kansas City Zoo è stato accompagnato in gita al Nelson-Atkins Museum of Art, ancora chiuso per le restrizioni anti Coronavirus.

I tre pinguini di Humboldt hanno avuto a loro completa disposizione la collezione dei capolavori esposti nelle sale vuote. La loro avventura è stata filmata e condivisa con un video su Facebook. A quanto pare hanno mostrato una certa predilezione per la grande pittura italiana a cavallo fra Cinque e Seicento, piuttosto che per le correnti dell'arte moderna. "Sembra che abbiano reagito molto meglio a Caravaggio che a Monet", dice nel video il direttore del museo Julián Zugazagoitia; "Abbiamo parlato loro anche in spagnolo e hanno apprezzato la storia dell'arte.



Il direttore dello zoo Randy Wisthoff racconta che gli animali hanno sofferto la mancanza dei visitatori durante il lockdown. L'idea di portare i pinguini in gita fa parte delle varie attività che il personale dello zoo ha messo in campo per mantenerli impegnati, arricchire la loro vita e fornire stimoli alle loro giornate.


Leggi anche:
- La curiosa amicizia tra una famiglia di oranghi e un branco di lontre
- Il divertente incontro fra un bradipo e due delfini
- Yoga con gli animali: le lezioni online in compagnia di orsi e leoni