I segnali di disidratazione della pelle
I segnali di disidratazione della pelle

Roma, 13 aprile 2021 - La pelle disidratata può essere causata da elementi esterni come il caldo, il freddo, il sole, il vento e l’aria molto secca ed altri interni come l’età, i cambiamenti ormonali e una dieta povera di acqua e sali minerali. Scopriamo quali sono gli indicatori di un derma disidratato e come rimediare per risolvere il problema.

Come capire se la pelle è disidratata
La pelle disidratata, molto spesso, viene confusa con quella secca. In realtà, mentre la prima indica una difficoltà a mantenere al proprio interno la giusta quantità di acqua, la pelle secca è la manifestazione di un mancato apporto di sebo e sostanze nutritive.
La disidratazione è una condizione temporanea che può interessare qualsiasi tipologia di cute, anche quella grassa o normale e ci sono alcuni fattori per riconoscerla. Già una prima analisi della superficie della pelle riesce a determinare se all’interno c’è la giusta dose di idratazione: un derma teso, opaco e ruvido, che tende a screpolarsi e desquamarsi è un indicatore immediato della mancanza di acqua.
Sulla pelle, inoltre, tendono a formarsi delle macchie che causano prurito e delle piccole rughe molto sottili a livello superficiale. Nei casi più gravi di disidratazione, infine, si formano anche dei piccoli tagli: tutti segnali evidenti che bisogna intervenire con urgenza per riportare la giusta dose di acqua e sostanze nutritive.

Come intervenire sulla pelle disidratata
Una cute disidratata, come detto, ha bisogno di interventi tempestivi ed efficaci. La prima cosa da fare è, naturalmente, dare alla pelle la giusta detersione.
È fondamentale, in questo caso, usare detergenti a pH neutro, privi di alcali e componenti tensioattivi. Se la pelle è gravemente disidratata, meglio detergere senza acqua ma con un latte e un tonico privo di alcool.
Il secondo passaggio per intervenire sulla pelle disidratata è donarle il giusto nutrimento. Perfetti per questo scopo sono sieri e maschere idratanti – anche fai da te – da passare sulla cute almeno due volte a settimana.
I prodotti che si utilizzano per la skin care devono essere idratanti e adatti alla tipologia di pelle e vanno usati tutti i giorni dopo la pulizia, serviranno a saturare la cute e farle mantenere la giusta umidità per tutta la giornata.
Il consiglio è quello di usare cosmetici con acido ialuronico, glicerina, olio e vitamina E, tutte sostanze in grado di trattenere l’acqua e aiutare la pelle ad ottenere la giusta idratazione.