Siamo vicini alla morte dei Golden Globes?
Siamo vicini alla morte dei Golden Globes?

Domenica 9 gennaio la cerimonia di assegnazione dei Golden Globes 2022 sarà senza precedenti, e non in senso positivo: la Hollywood Foreign Press Association (HFPA) ha infatti annunciato che l'evento sarà "privato" e che non è prevista alcuna diretta streaming. I premi saranno comunicati attraverso i social media e il sito ufficiale della HFPA. In questo modo viene tolto l'ultimo elemento di potenziale glamour, dopo che un paio di giorni fa era stata certificata l'assenza di star e di red carpet.

Per approfondire: le nomination relative al cinema e quelle relative alle serie TV

Golden Globes 2022, niente diretta streaming

Si tratta di un cambiamento radicale rispetto agli anni passati, quando tutta Hollywood si dava appuntamento nel salone del Beverly Hilton Hotel per approfittare dei free drink e per mostrarsi in gran spolvero in diretta su NBC, ben sapendo che vincere un Golden Globe significava mettere un'ipoteca sugli Oscar. La HFPA ha rilasciato uno scarno comunicato stampa nel quale non chiarisce se la decisione di abbandonare la diretta streaming è legata oppure no al contratto che ancora la lega a NBC, che per anni ha posseduto e gestito i diritti per trasmettere la cerimonia di premiazione.

In ogni caso, la HFPA conferma l'intenzione di radunare un numero ristretto di persone nel medesimo luogo, sempre il Beverly Hilton Hotel, nonostante il netto il peggioramento della pandemia di Coronavirus nell'area di Los Angeles. C'è ancora il rischio che pure l'appuntamento privato venga cancellato all'ultimo minuto, ma a questo punto conta veramente poco.

È la morte della HFPA?

Siamo infatti di fronte alla più grande crisi che i Golden Globes abbiamo affrontato nella loro storia pluridecennale (la prima volta risale al 1944), e secondo alcuni analisti stiamo assistendo alla morte di questi premi. Colpa di uno scandalo scoppiato a febbraio del 2021, quando un articolo del Los Angeles Times ha svelto al mondo la scarsa rappresentatività della HFPA e ha alimentato sospetti di corruttibilità dei suoi membri: fatti che erano noti, all'interno della comunità dello showbiz, ma che tutti accettavano perché in quel momento aggiudicarsi un Golden Globe contava parecchio. Basta ricordarsi di come una vittoria veniva sbandierata nei trailer e nelle campagne promozionali di un film.

A onor del vero la Hollywood Foreign Press Association è corsa ai ripari, ha aumentato i suoi membri e modificato il regolamento interno, ma ciò non è stato giudicato sufficiente e attualmente è in ancora in atto un boicottaggio da parte delle maggiori aziende e star dello showbiz statunitense. E va da sé che senza il loro appoggio l'importanza dei Golden Globes si riduce enormemente. Da qui l'impressione che siano ormai vicini alla morte e che la stessa HFPA seguirà a ruota. Resta comunque il fatto che domenica 9 gennaio i premi saranno consegnati: i vincitori probabilmente non festeggeranno pubblicamente, ma comunque riceveranno la loro statuetta.