Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
31 mag 2022

Festival della parola 2022 a Chiavari: date e ospiti

Sarà l’ostinazione il tema della nona edizione del Festival della Parola, la manifestazione che si terrà dal 2 al 5 giugno nella città ligure

31 mag 2022
La piazza di Chiavari per il Festival della parola
La piazza di Chiavari per il Festival della parola
La piazza di Chiavari per il Festival della parola
La piazza di Chiavari per il Festival della parola

 

Si svolgerà a Chiavari, in provincia di Genova – a partire da giovedì 2 giugno 2022 e per tutto il weekend – la nona edizione del ‘Festival della parola’. La kermesse torna finalmente dal vivo e con il pubblico per incontri, workshop, laboratori, eventi e mostre. La parola chiave di quest’anno sarà ‘ostinazione’. Elisabetta Sgarbi e Vincenzo Mollica saranno premiati come ambasciatori.

La scelta della parola chiave
Il filo conduttore capace di legare tutti gli appuntamenti del Festival sarà l’ostinazione perché - come spiegano gli organizzatori - nei due anni sconvolti dalla pandemia, è stata assolutamente necessaria per continuare ad andare avanti, sia nella vita che nell’arte. Il settore culturale e creativo è infatti stato messo a dura prova dalle pause imposte dall’emergenza sanitaria ma, nel corso delle quattro serate, saranno proprio musica, cinema e letteratura a regalare al tema portante diverse sfaccettature e declinazioni.

Gli ospiti del Festival della Parola
Tra gli ospiti presenti alla manifestazione ci saranno i magistrati Giuseppe Ayala e Pietro Grasso per ricordare l’ostinazione e il senso del dovere dei loro colleghi Giovanni Falcone e Paolo Borsellino a trent’anni dalla loro scomparsa. Nina Zilli racconterà come il lockdown le ha regalato la forza per mettere nero su bianco alcuni pensieri e pubblicare il suo primo romanzo (‘L’ultimo di sette’ – Rizzoli).
Yaryna Grusha – scrittrice e docente di lingua ucraina all’Università degli studi di Milano – e Anna Zafesova, giornalista ed esperta di ex Unione sovietica, parleranno del coraggio e della perseveranza dell’Ucraina, in questi mesi complessi. Fulvio Abbate presenterà invece il libro ‘Quando c’era Pasolini’, omaggiando il poeta, regista, sceneggiatore e scrittore Pier Paolo Pasolini nel centenario della sua nascita. Nel corso dei workshop tematici interverranno tra gli ospiti anche il produttore Enrico Vanzina e il musicista Maurizio Solieri.

Il premio ambasciatore della parola
Il Festival – patrocinato da Ministero della Cultura, Regione Liguria e Università degli Studi di Genova – premia ogni anno uno o più ambasciatori della parola. Questo riconoscimento, che nel 2022 andrà a Elisabetta Sgarbi e a Vincenzo Mollica, viene assegnato a personalità che hanno saputo distinguersi in ambito culturale, artistico o scientifico.
Elisabetta Sgarbi – fondatricedella casa editrice ‘La nave di Teseo’ e del Festival La Milanesiana – sarà premiata perché, come si può leggere nella motivazione ufficiale: ‘sostiene che il suo obiettivo principale è la trasmissione del sapere, cioè della memoria custodita nei libri, nei film, nella musica, nell’arte’. Quello a Vincenzo Mollica sarà invece una sorta di premio alla carriera. Al giornalista viene riconosciuta una grande professionalità, mostrata – da storico inviato Rai – nel corso di eventi quali la cerimonia degli Oscar, le mostre del cinema di Venezia e di Cannes e il Festival di Sanremo; ma anche una grande ironia e voglia di vivere che ha conservato nonostante oggi conviva con il Parkinson e la cecità.
 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?