Foto: colematt/iStock
Foto: colematt/iStock
Una spedizione scientifica internazionale ha rinvenuto in Argentina, per l'esattezza nella provincia di Neuquén, una nuova specie di dinosauri giganti: sono stati infatti riportati alla luce le ossa, molto ben conservate, di tre animali differenti, un adulto e due piccoli. Si ritiene che siano vissuti attorno a 110 milioni di anni fa e che fossero erbivori.

DINOSAURI, LA NUOVA SPECIE
I paleontologi argentini e spagnoli responsabili della scoperta hanno dato a questa nuova specie il nome di Lavocatisaurus agrioensis. La loro convinzione è che questi animali appartengano alla famiglia dei sauropodi: a confermarlo, oltre al fatto di essere erbivori, la presenza di colli e code molto lunghe e di una testa piccola. L'esemplare adulto misurava dodici metri di lunghezza, quelli piccoli tra i sei e i sette metri.

SCHELETRI QUASI COMPLETI
L'importanza della scoperta è aumentata dal fatto che i reperti portati alla luce sono molto completi: abbiamo il collo, la coda, gran parte del bacino e quasi tutte le ossa del cranio. Tanto che Jose Luis Carballido, uno degli autori del rinvenimento, afferma che sarà possibile ricostruire gli animali "quasi nella loro interezza".

IL RITROVAMENTO? IN UN LUOGO INATTESO
Sempre Carballido fa notare che i Lavocatisaurus agrioensis sono stati rinvenuti in un luogo dove non ci si aspettava di incappare in una simile scoperta: "Possiamo certamente immaginare che questo gruppo di sauropodi si fosse adattato a vivere in un ambiente più arido rispetto al loro habitat naturale, con poca vegetazione, poca umidità e poca acqua. Ma anche tendo conto di questa possibilità, li abbiamo trovati in un'area dove di primo acchito non avremmo cercato fossili".

Leggi anche:
- Il telescopio spaziale Kepler va in pensione. In un video tutte le sue scoperte
- Rare immagini di una famiglia di gatti di Biet [VIDEO]
- Ecco il mostro pollo senza testa, le rarissime immagini dagli abissi