Ballando con le stelle, una scatenatissima Nunzia De Girolamo (Lapresse)
Ballando con le stelle, una scatenatissima Nunzia De Girolamo (Lapresse)

Roma, 20 aprile 2019 – A Ballando con le stelle 2019 la Pasqua ferma Suor Cristina e scatena Simona Ventura. Ma in pista incanta ed emozionata anche Carolyn Smith che balla per tutte le donne che lottano contro “lo sconosciuto” (il cancro, ndr). Show di Antonio Razzi che diventa Zorro, mentre Milena Vukotic è Olivia di Braccio di Ferro.

Eliminazione lampo - La quarta puntata del dance show di Milly Carlucci parte in quarta con lo spareggio da dentro o fuori tra le coppie composte da Angelo Russo - Anastasia Kuzmina e Marco Leonardi – Mia Gabusi: il pubblico da casa boccia i due giovanissimi, mentre per il centralinista di Montalbano l’avventura continua.

Inizio difficile - La gara si apre con il paso doble di Marzia Roncacci e Samuel Peron: la performance non è al meglio, per la giornalista “c’è l’emozione di uscire per prima”. La giuria - Guillermo Mariotto, Fabio Canino, Ivan Zazzaroni, Selvaggia Lucarelli e Carolyn Smith – è cattivissima. La Lucarelli: “È stata una ciofeca” e dà 2 (voto complessivo 21). Il valzer futuristico di Enrico Lo Verso e la sexy robot Samanta Togni entusiasma il pubblico ma convince a metà la giuria (voto 26). La Lucarelli: “Non emozioni. Il problema è che non passa la tua personalità”. L’attore replica: “Non sono un protagonista da pizzeria o da tribuna. Io vengo qui per ballare. Della gara mi piace misurarmi con me stesso, del resto non mi interessa”.

Nunzia sexy, Zorro Razzi - Sulle note di ‘Senza farlo apposta’, la bachata di Nunzia De Girolamo e Raimondo Todaro è “un miracolo” secondo Canino visto che il maestro è tutto incerottato (primo infortunio in 14 anni di Ballando). L’ex ministro, però, “è sensuale ed elegante” secondo la Smith. Non concorda Mariotto: “Movimenti pesantissimi e volgarotti”. La coppia, comunque, prende 34. Giuria spietata con Antonio Razzi: l’ex senatore si trasforma in Antonio de la Vega, ovvero Zorro, ma il ballo con Ornella Boccafoschi è “una Zeta di zero” tuona la Lucarelli che poi chiede: “Sai di non essere Banderas, vero?”. E il politico: “Mi sento sexy quando ballo”. I due prendono appena 10 punti ma Razzi mantiene la promessa: “Ho portato la cioccolata svizzera per i giurati”. Tornano in pista, poi, Angelo Russo e Anastasia Kuzmina: il charleston sulle note di ‘W l’Inghilterra’ di Baglioni piace e prende 35.

Arcuri flop, Vukotic top - Bocciatura per il jive di Manuela Arcuri e Luca Favilla, con l’attrice che sbaglia una presa e rischia di cadere. Il voto si ferma a 18 ma la giunonica ‘carabiniera’ non perde il sorriso: “L’ho preso come una sfida: ho chiesto io di fare il ballo più difficile”. Simone di Pasquale e Milena Vukotic sono Braccio di Ferro e Olivia al ballo (il charleston). La performance è impeccabile (37 punti), l’attrice elegante e graziosa, ma la giuria chiede di più, vuole vedere una coreografia più profonda, per uscire dal clichè della comicità.

Macho man - Ettore Bassi e Alessandra Tripoli propongono un quick step che fa l’en plein (voto 50). L’attore prima di scendere in pista racconta la sua vita privata: dal dolore per la morte del padre alla sofferenza dopo la separazione, passando per il rapporto con le figlie (“Olivia, Caterina e Amelia sono il mio orizzonte” dice). Per la giuria Bassi è uno dei concorrenti migliori di tutta la storia di Ballando. Stupisce il vikingo Lasse Matberg che diventa un ‘salsero’ grazie alla maestra Sara di Vaira: la performance prende 39 ma “il risvoltino ai pantaloni è da denuncia” dice la Lucarelli. Standing ovation per l’energico boogie di Dani Osvaldo (versione hippie) e Veera Kinnunen sulle note di Led Zeppelin . “Mi diverto tanto a ballare” dice l’ex bomber. Giurati tutti (voto 47) ma l’ex calciatore piace più con i capelli raccolti. Rivelazione choc della criminologa Roberta Bruzzone: “Osvaldo è l’angelo e Bassi il diavolo”.

L'assenza di Suor Cristina -  Ultima a esibirsi è Suor Cristina con il team Oradei. Ma lei non c’è. “Sabato di Pasqua non ci sarò, sarò in chiesa, quella è la mia priorità” racconta in un video registrato. Poi parte un’altra clip registrata: è la performance della suora e del suo team, uno sulle note di ‘Fratello Sole, Sorella Luna’. Ma Zazzaroni non ci sta: “Comprendo i motivi, ma questo non è Ballando” e minaccia di non votare (infatti non esprime il giudizio e ciò equivale a zero). Per Canino: “Il voto va dato per rispetto a Oradei, comunque Suor Cristina va considerata una concorrente come gli altri”. Per la Lucarelli l’assenza è giustificata e non c’è bisogno di fare polemiche: “Esistono stop fisici, possono esserci stop religiosi”. Alla fine l’esibizione prende 28 punti. 

The Voice e tesoretti - La ballerina per una notte Simona Ventura spacca: la sua salsa super adrenalina prende 50 punti e la nuova conduttrice di The Voice of Italy 2019 (da martedì 23 aprile su Raidue) fa il pieno di complimenti. L’opinionista Francesco Giorgino devolve il tesoretto metà ad Antonio Razzi metà e a Manuela Arcuri; mentre il tesoretto social (10 punti) va a Ettore Bassi (sempre più leader della classifica).

Pesante eliminazione - Dopo il televoto, a rischio eliminazione ci sono Antonio Razzi e Marzia Roncacci. Il politico e la giornalista vanno allo spareggio. La performance della Roncacci con Peron piace più del merengue di Razzi con la Boccafoschi. Il pubblico da casa si esprime: eliminato Antonio Razzi.