Si chiama Thebe Magugu e potrebbe essere la nuova scoperta del fashion internazionale, come è successo tante altre volte con gli ospiti speciali di Pitti Uomo. Dopo il 30 giugno molti protagonisti del mondo del fashion, per primi buyer e stampa specializzata, potranno vedere cosa è capace di fare questo giovane che arriva dal Sudafrica e che parteciperà al salone anche con una installazione speciale alla Fortezza da Basso di Firenze. Special guest di Pitti Uomo numero 100 – fino al 2 luglio con le collezioni maschili estate 2022 – Magugu potrebbe ripetere l’exploit di Virgil Abloh, architetto-stilista americano, che spariglò le carte dello stile a Pitti Uomo del giugno 2017. Abloh, come oggi Magugu, era ancora semisconociuto, come il suo marchio ora ambitissimo Off White che fa impazzire i millennials. Quel Pitti portò fortuna a Virgil, oggi direttore creativo delle collezioni uomo di Louis Vuitton. Perché questa rassegna scova i talenti in erba, li fa conoscere al mondo e li consacra. Una vocazione importantissima che fa di Firenze la capitale internazionale dello stile.

Thebe ha 27 anni, vive a Johannesburg, è nato nel paese minerario di Kimberley e cresciuto in una famiglia composta da tre generazioni di donne e presenterà la sua collezione per l’estate 2022 con un evento speciale in una location dedicata. "Thebe realizza una moda sospesa tra arte e artigianalità, istruzione e pratiche ancestrali. Il suo lavoro è perfetto per invitare, in modo non convenzionale, a un nuovo inizio", spiega Lapo Cianchi, direttore comunicazione & eventi di Pitti Immagine.

e.d.