Giovedì 11 Luglio 2024

Tifone Nanmadol, paura in Giappone: evacuazione per 9 milioni di persone

Oltre 350mila abitazioni senza elettrcità. Il super tifone avanza con venti fino a 234 chilometri orari. Allerta meteo di quinto livello, il più alto nella scala

Maxi evacuazione in Giappone per l'arrivo del tifone Nanmadol, uno dei peggiori che abbia mai colpito l'Arcipelago nipponico. Le autorità hanno diramato l'ordine per 9 milioni di cittadini nel sud-ovest del Paese. Quasi 350mila le abitazioni sono senza elettricità, decine di migliaia di persone hanno passato già la scorsa notte nei rifugi di emergenza, nella prefettura di Miyazaki, in particolare la cittadina di Misato - dove da sabato si sono riversati 900 millimetri di pioggia, più di quanto è previsto per un intero mese. Il super tifone avanza con venti fino a 234 chilometri orari.

Leggi anche: Messico, forte terremoto di magnitudo 7.5: allerta tsunami

Tifone Nanmadol in Giappone, un operaio lavora su una frana (Ansa)
Tifone Nanmadol in Giappone, un operaio lavora su una frana (Ansa)

L'arcipelago sarà interessato dal passaggio del tifone nei prossimi giorni. I trasporti sono stati interrotti in diverse aree del paese, compresi centinaia di voli e i treni ad alta velocità. L'agenzia meteorologica Kishocho ha emesso un'allerta meteo di quinto livello, che è il più alto nella scala.

Il premier Fumio Kishida ha rinviato a domani la partenza per New York, dove è atteso all'Assemblea generale Onu, per monitorare la situazione.

In Giappone la stagione dei tifoni raggiunge il picco da agosto a settembre, dove in generale è caratterizzata da forti piogge che possono causare inondazioni improvvise e smottamenti mortali. Nel 2019, il tifone Hagibis ha colpito l'arcipelago durante la Coppa del mondo di rugby, uccidendo più di 100 persone. Un anno prima, il tifone Jebi aveva chiuso l'aeroporto di Kansai a Osaka, uccidendo 14 persone. E nel 2018, inondazioni e smottamenti hanno causato la morte più di 200 persone nel Giappone occidentale durante la stagione delle piogge. Gli esperti ritengono che il cambiamento climatico stia aumentando l'intensità delle tempeste e degli eventi meteorologici estremi.

L'uragano Fiona punta Santo Domingo. "Inondazioni catastrofiche a Porto Rico"