Venerdì 19 Aprile 2024

Attentato a Mosca, i terroristi si filmano mentre uccidono. Ambasciata russa negli Usa: nessun avvertimento sull’attacco

Usa: “Stato Islamico è il solo responsabile”. Il Cremlino: “Washington difende Kiev? È una prova contro l’Ucraina”. Evacuato centro commerciale a San Pietroburgo

Mosca, 24 marzo 2024 –  Il presidente Vladimir Putin ha promesso di punire i responsabili dell'attentato che venerdì ha provocato la morte di 137 persone (3 sono bambini, 180 i feriti) alla Crocus City Hall di Mosca e ha assicurato che gli autori sono stati arrestati mentre fuggivano in Ucraina, senza mai menzionare la rivendicazione dell'Isis. Secondo i media, due imputati sono stati accusati di terrorismo: rischiano l’ergastolo.

Approfondisci:

Allerta terrorismo in Italia, quali sono i rischi: stretta sulla Pasqua

Allerta terrorismo in Italia, quali sono i rischi: stretta sulla Pasqua

Intanto, lo Stato Islamico pubblica nuovi video sull’attentato, dove i terroristi si filmano mentre danno la caccia agli spettatori attraverso l'atrio della sala concerti, gli sparano a bruciapelo, tagliano la gola a una persona già a terra, uccidono decine di persone. Ad un certo punto, uno degli uomini armati dice a un altro di "ucciderli e non avere pietà”. Mentre l’ambasciata russa negli Usa smentisce di avere avuto avvertimenti sull’attacco.

Approfondisci:

Attentato a Mosca, gli effetti sul campo di battaglia: "La strage fa il gioco del Cremlino. Reclutare soldati sarà più semplice"

Attentato a Mosca, gli effetti sul campo di battaglia: "La strage fa il gioco del Cremlino. Reclutare soldati sarà più semplice"

Da parte sua, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha accusato lo zar di voler "attribuire la colpa" all'Ucraina: "Vengono in Ucraina, bruciano le nostre città e cercano di incolpare l'Ucraina. Torturano e violentano il nostro popolo e ci incolpano. Hanno portato centinaia di migliaia dei loro stessi terroristi qui, sul suolo ucraino", ha dichiarato Zelensky.

Approfondisci:

L’Isis rivendica l’orrore. "Come al Bataclan. Volevano dimostrare che Putin è vulnerabile"

L’Isis rivendica l’orrore. "Come al Bataclan. Volevano dimostrare che Putin è vulnerabile"

Vigili del fuoco e soccorritori al lavoro nella sala concerti di Mosca
Vigili del fuoco e soccorritori al lavoro nella sala concerti di Mosca

Le news in diretta

22:31
Convalidato l'arresto dei 4 presunti terroristi

E' stato convalidato l'arresto dei quattro presunti autori dell'attacco alla sala da concerti Crocus alle porte di Mosca, costato la vita a 137 persone. I quattro uomini sono accusati di "terrorismo" e rischiano l'ergastolo, ha fatto sapere in una nota il tribunale Basmannyj della capitale russa. La custodia cautelare, fissata fino al 22 maggio, potra' essere prorogata in attesa del processo, la cui data non e' stata ancora fissata.

21:56
Il secondo terrorista ha confessato

Il secondo sospettato per la strage nella sala da concerto Crocus City Hall alle porte di Mosca, si e' dichiarato colpevole. Il tagico Murodali Rachabalizoda, arrestato poco dopo l'attentato, e' comparso oggi di fronte al tribunale distrettuale di Mosca Basmanny. Su richiesta della Procura, la Corte ha confermato l'arresto di Rachabalizoda fino al 22 maggio. Poco prima aveva convalidato anche quello di un altro presunto autore dell'attacco, anche lui tagico.

19:51
Media, 2 imputati accusati di terrorismo: rischiano l'ergastolo

Sono stati formalmente accusati di "terrorismo’’ dal tribunale di Mosca due imputati arrestati per l’attacco di venerdì al Crocus city Hall, costato la vita ad almeno 137 persone. Lo riporta la Ria Novosti spiegando che i due rischiano di essere condannati all’ergastolo. Si tratta di Rachabalizoda Saidakrami Murodali e Mirzoev Dalerjon Barotovich. In totale, le autorità russe hanno riferito dell’arresto di 11 persone, tra cui quattro uomini armati che hanno compiuto materialmente l’attacco.

19:32
Media, sui social russi foto di torture a un sospettato di Mosca

I canali Telegram filorussi hanno pubblicato quella che sembra essere una foto scattata durante l’interrogatorio di uno dei sospettati di aver commesso la strage del Crocus City Hall di Mosca mentre viene torturato con scosse elettriche. Lo scrive il media indipendente russo Meduza. La foto mostra un uomo sdraiato sul pavimento con i pantaloni abbassati che sembra essere collegato con dei fili elettrici a "un dispositivo di comunicazione militare TA-57, che le forze di sicurezza utilizzano per torturare con scosse elettriche", scrive Meduza, secondo cui uno dei cavi "sembra essere collegato ai genitali". L’immagine è stata pubblicata anche dal canale Telegram Grey Zone - un tempo vicino ai mercenari Wagner - e dal canale bielorusso Nexta. Ieri, sui canali social russi era apparso il video dell’interrogatorio di un altro sospettato in cui un soldato gli taglia parte dell’orecchio destro e lo costringe a mangiarlo.

19:00
Macron presiede un consiglio di difesa sull’attacco a Mosca

Il presidente francese Emmanuel Macron presiede in queste ore all’Eliseo un consiglio di difesa sul tema "dell’attentato di Mosca e delle sue conseguenze". Lo ha riferito la presidenza francese. 

18:39
Il video di Putin che accende una candela per le vittime del Crocus City Hall

Il presidente russo Vladimir Putin ha acceso oggi una candela in memoria delle persone uccise nell’attacco terroristico al Crocus City Hall di Mosca in una chiesa situata nell’area della residenza presidenziale a Novo-Ogaryovo situata nell’oblast della capitale. Lo ha reso noto il portavoce di Putin Dmitry Peskov, citato dalla Tass. Un video diffuso dal servizio stampa del Cremlino mostra il presidente che accende una candela davanti al crocifisso e si fa il segno della croce tre volte. 

17:39
L'ambasciata Usa a Mosca abbassa la bandiera in rispetto delle vittime

“Oggi l’ambasciata americana a Mosca ha abbassato la bandiera in solidarietà con il popolo russo mentre piange la perdita di vite umane derivante dal terribile attacco terroristico del 22 marzo’’. Lo ha postato su X l’ambasciata americana in Russia condividendo una foto della sede diplomatica.

17:14
Putin rende omaggio alle vittime di Mosca

Il Cremlino ha diffuso un video in cui il presidente russo Vladimir Putin, emozionato, rende omaggio alle vittime dell’attacco al Crocus City Hall di Mosca accendendo candele e facendosi il segno della Croce. “Il presidente ha reso omaggio alle vittime dell’attacco terroristico al municipio di Crocus”, ha scritto il Cremlino fornendo l’unica informazione che accompagna il video, privo di audio.

16:25
Armenia: arrestato l’uomo barricato nella stazione di polizia

Le forze speciali del Servizio di sicurezza nazionale armeno hanno arrestato l’uomo armato di granata rimasto barricato nella stazione di polizia nel nord di Erevan, attaccata nelle ore scorse da tre individui. "L’uomo è stato neutralizzato. È stato arrestato", ha detto ai giornalisti il portavoce della polizia armena Narek Sargsyan, citato da Interfax. Gli altri due responsabili dell’attacco erano rimasti feriti per l’esplosione di una granata che portavano con sé.

15:52
Mantovano, "la minaccia principale è il reclutamento on line"

"Oggi il fronte principale della minaccia non è tanto quello di gruppi organizzati. Io credo che un gruppo come quello in azione a Mosca, che non può non avere avuto una preparazione e dei supporti logistici, in Italia verrebbe intercettato prima. Il fronte della minaccia più preoccupante in Italia è il reclutamento on line’’ che è "molto più insidioso’’, con lupi solitari "che, come è capitato in altri stati europei, utilizzano un’auto, autobus per compiere gesti criminosi’’. Lo ha detto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega sulla sicurezza Alfredo Mantovano ospite di ‘In mezz’ora’.

15:18
Ambasciata russa negli Usa, nessun avvertimento sull'attacco 

L’ambasciata russa a Washington afferma di non aver ricevuto alcun avvertimento su un possibile attacco terroristico a Mosca da parte degli Stati Uniti. "Non abbiamo ricevuto alcuna notifica o messaggio in anticipo", ha detto l’ambasciatore Anatoly Antonov secondo quanto riportato dalla Cnn aggiungendo di "non aver avuto contatti né con la Casa Bianca né con il Dipartimento di Stato su questo tema". 

15:07
Nel video dell’Isis un terrorista dichiara ‘Allah akbar’

"Allahu akbar". Lo dice chiaramente uno dei terroristi dell’Isis nel video girato da loro durante la strage al Crocus City Hall di Mosca. La frase è pronunciata - ma non gridata, come in altri attentati dello Stato Islamico - a circa metà del filmato ed è l’unica dichiarazione in arabo, mentre il resto delle dichiarazioni è in lingua non araba.

14:52
Crocus City Hall, sale a 180 feriti il bilancio dell'attacco 

E’ salito a 180 il numero delle persone rimaste ferite in seguito all’attacco sferrato venerdì al Crocus City Hall. Lo rivela il ministero della Sanità di Mosca, spiegando che 142 feriti sono ricoverati in ospedale, mentre 32 sono stati dimessi.

14:39
Si aggrava il bilancio della strage a Mosca, 137 morti di cui 3 bambini

Il bilancio delle vittime dell’attacco al Crocus City Hall di Mosca da parte di uomini armati è salito a 137 morti, tra cui tre bambini, hanno annunciato domenica gli investigatori russi, affermando di aver trovato armi e munizioni sul posto. «L’identificazione dei corpi delle vittime è in corso. Attualmente, sulla scena dell’attacco terroristico sono stati ritrovati i corpi di 137 persone, tra cui tre bambini», ha affermato in un comunicato il comitato investigativo russo. Finora sono stati identificati 62 corpi, ha detto, aggiungendo che sul posto sono stati trovati due fucili d’assalto e una grande quantità di munizioni.

14:02
Evacuato centro commerciale a San Pietroburgo, forze dell'ordine sul posto

E’ stato evacuato il centro commerciale London Mall a San Pietroburgo, in Russia. Lo riferiscono media russi su Telegram spiegando che sul posto sono presenti vigili del fuoco, ambulanze e forze dell’ordine. Al momento non sono state ancora rilasciate dichiarazioni ufficiali.

13:09
Isis posta video, terroristi si filmano mentre uccidono 

Lo Stato Islamico ha pubblicato nuovi video dell'attacco alla sala concerti Crocus City di Mosca: nelle immagini si vedono gli uomini armati che si filmano mentre danno la caccia agli spettatori attraverso l'atrio della sala concerti, gli sparano a bruciapelo, tagliano la gola a una persona già a terra, uccidono decine di persone. Ad un certo punto, uno degli uomini armati dice a un altro di "ucciderli e non avere pietà". I video sono stati pubblicati dall'agenzia di stampa Amaq.

12:04
Putin sente il presidente tagiko, insieme contro il terrorismo

Il presidente tagiko Emomali Rahmon ha telefonato al presidente russo Vladimir Putin per esprimere le condoglianze dopo l'attacco terroristico al Crocus City Hall. Alcuni dei 4 arrestati sospettati dell'attentato avevano passaporti tagiki. "Durante la telefonata, Vladimir Putin ed Emomali Rahmon - afferma il servizio stampa del Cremlino come riporta Interfax - hanno sottolineato che i servizi di sicurezza e le agenzie competenti della Russia e del Tagikistan stanno lavorando a stretto contatto per contrastare il terrorismo e che questo lavoro sarà intensificato".

11:43
Mosca: "La difesa degli Usa nei confronti di Kiev è una prova contro l'Ucraina"

Qualsiasi tentativo di Washington di difendere Kiev in relazione all'attacco terroristico alla sala concerti di Mosca dovrebbe essere considerato come una prova contro di essa. È quanto ha detto la portavoce della diplomazia russa Maria Zakharova.  "Fino a quando le indagini sull'attacco terroristico al Crocus City Hall non saranno concluse, qualsiasi frase di Washington che giustifichi Kiev dovrebbe essere considerata una prova", ha scritto Zakharova su Telegram, commentando le parole della portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale Usa, Adrienne Watson, secondo cui l'Ucraina non ha nulla a che fare con l'attentato. Gli statunitensi, secondo la diplomatica russa, sono addestrati da decenni a "distogliere abilmente l'attenzione da famigerati crimini e messinscene di ogni tipo".

11:41
Gb: "Mosca crea una cortina di fumo di propaganda"

"Abbiamo pochissima fiducia in ciò che dice il governo russo", lo sottolinea il cancelliere dello Scacchiere britannico, Jeremy Hunt, in un'intervista a Sky News, affermando che la Russia sta "creando una cortina di fumo di propaganda" e che da parte sua prende tutto ciò che Mosca afferma con una notevole dose di discernimento.

10:55
Tajani: "La Russia non strumentalizzi l'attentato"

"Anche dopo il terribile attentato terroristico a Mosca bisogna essere sempre calmi prudenti" e lavorare a "evitare una escalation" e "quindi dopo ogni accertamento credo si debbano fare considerazioni che comunque devono spingere tutte le parti alla prudenza". Così il ministro Tajani replicando a margine di una manifestazione a Potenza a chi gli chiedeva in particolare della denuncia della Polonia di violazione dello spazio aereo da parte di jet russi. "Dobbiamo invitare la Russia a non strumentalizzare l'attentato", ha chiesto il ministro.

10:54
Polonia: "Basta guerra, Mosca affronti i problemi interni"

"Chiediamo alla Federazione Russa di porre fine agli attacchi aerei terroristici contro il popolo e il territorio dell'Ucraina, di porre fine alla guerra e di affrontare i suoi problemi interni": lo ha scritto il portavoce del ministero degli Esteri della Polonia Pawel Wronski in un comunicato dopo avere chiesto a Mosca spiegazioni per "una nuova violazione del suo spazio aereo". Secondo l'esercito polacco infatti uno dei missili lanciati dalla Russia contro l'Ucraina ha violato lo spazio aereo della Polonia.

09:40
Kiev: "Terzo potente bombardamento russo in 4 giorni"

L'esercito russo ha attaccato otto regioni dell'Ucraina nella notte con 29 missili da crociera X-101-X-555 e 28 droni Shahed. Lo rende noto l'esercito ucraino, citato dai media nazionali. Il massiccio attacco ha riguardato le regioni a sud, est, nord-est e ovest: Dnipropetrovsk, Kherson, Mykolaiv, Odessa, Sumy, Kiev, Volyn e Leopoli. Le forze armate ucraine sottolineano che si è trattato del terzo potente bombardamento sul Paese in quattro giorni. Secondo le autorità locali non ci sono state vittime o danni a Kiev, mentre un'importante infrastruttura è stata colpita a Leopoli ed è scoppiato un incendio.

09:25
Varsavia: "Mosca spieghi violazione del nostro spazio aereo"

Varsavia chiederà spiegazioni alla Russia per "una nuova violazione del suo spazio aereo". Secondo l'esercito polacco uno dei missili da crociera lanciati dalla Russia durante l'attacco notturno contro l'Ucraina ha violato brevemente lo spazio aereo della Polonia.

08:51
Mosca: "Abbattuti 10 missili sul porto di Sebastopoli"

Le forze russe hanno abbattuto oltre 10 missili sul porto di Sebastopoli, in Crimea, la notte scorsa. Ad annunciarlo è stato un funzionario dell'amministrazione russa nel territorio annesso nel 2014: Mikhail Razvozhayev ha parlato di un "massiccio attacco respinto" dalle forze russe sulla città. La stessa fonte ha riferito di un ferito, una donna colpita da schegge, e di danni alle infrastrutture.

08:15
Gli Usa: "Isis è il solo responsabile dell'attacco a Mosca"

"L'Isis è il solo responsabile dell'attacco alla sala concerti di Mosca, non c'è' nessun coinvolgimento dell'Ucraina". Lo ha ribadito in una nota la portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale Usa, Adrienne Watson, che ha anche confermato che gli Usa "hanno condiviso con la Russia informazioni riguardo un attacco terroristico pianificato nella capitale".

07:07
Ucraina: attacco russo con 14 bombardieri

La Russia ha attaccato l'Ucraina nel raid notturno con 14 bombardieri strategici. Lo riporta il sito dell'Ukrainska Pravda.I bombardieri strategici sono decollati dall'aerodromo russo 'Olenya' e il raid aereo su Kiev è continuato per più di due ore. Alcuni razzi sono stati lanciati nella regione di Leopoli. Lo riferisce l'Aeronautica Militare.

07:01
Polonia: "Missile russo ha violato il nostro spazio aereo"

Secondo l'esercito polacco uno dei missili da crociera lanciati dalla Russia durante l'attacco notturno contro l'Ucraina ha violato brevemente lo spazio aereo della Polonia. "L'oggetto è entrato nello spazio polacco vicino alla città di Oserdow e vi è rimasto per 39 secondi", hanno riferito le forze armate di Varsavia sulla piattaforma social X scrive Sky News. "Durante l'intero volo è stato osservato dai sistemi radar militari". In precedenza, l'esercito aveva affermato che aerei polacchi e alleati erano stati attivati durante l'attacco per salvaguardare lo spazio aereo della Polonia.

07:00
Ucraina: abbattuti circa dieci missili su Kiev e dintorni

Le forze ucraine hanno abbattuto nella notte circa 10 missili russi su Kiev e nelle vicinanze della capitale: lo ha reso noto su Telegram l'amministrazione militare della capitale, come riporta Ukrinform. "Il terzo massiccio attacco missilistico contro l'Ucraina negli ultimi quattro giorni. E il secondo su Kiev - si legge nel messaggio -. Il nemico ha utilizzato ancora una volta i missili da crociera X-101/X-555/X-55 (lanciati) da bombardieri strategici Tu-95MS. I lanci sono avvenuti dal distretto di Engels nella regione (russa) di Saratov. L'allerta aerea nella capitale è durata più di 2 ore. I missili sono entrati a Kiev in gruppi dalla direzione nord".

06:57
Le condoglianze di Kim Jong Un a Putin

Il leader nordcoreano Kim Jong Un ha espresso le sue condoglianze al presidente russo Vladimir Putin dopo l'attacco terroristico di venerdì sera a Mosca: lo ha reso noto oggi l'agenzia di stampa statale Kcna, come riporta la Cnn. Kim "ha espresso profonde condoglianze e simpatia" a Putin, al popolo russo, alle vittime e alle loro famiglie alla notizia delle pesanti perdite causate da un "attacco terroristico su larga scala nella regione di Mosca", ha riferito la Kcna. La Corea del Nord si oppone a "tutti i tipi di terrorismo e nulla può giustificare l'odioso terrorismo che minaccia la vita umana", ha affermato Kim. "Il nostro popolo considera la disgrazia e il dolore dell'amichevole popolo russo come il proprio dolore".

06:56
Kamala Harris: "Nessuna prova che Kiev sia dietro l'attentato a Mosca"

La vicepresidente Usa Kamala Harris ha respinto l'affermazione di Vladimir Putin secondo cui l'Ucraina sarebbe coinvolta nell'attacco di venerdì a Mosca. In un'intervista a Abc news la numero due di Joe Biden ha detto chiaramente che "non c'è nessuna prova che Kiev sia dietro l'attentato". "Quello che sappiamo - ha sottolineato la vice presidente americana - è che l'Isis-K è responsabile di quanto accaduto".