Sabato 13 Aprile 2024

Attentato a Mosca, Isis mostra foto dei 4 autori dell’attacco. Putin: “Presi i terroristi, Ucraina voleva farli fuggire”

Il bilancio è di 133 morti e 145 feriti. L’Isis rivendica ancora la strage. Massima allerta in tutta la Russia. Gli Usa avevano avvertito Mosca del rischio di attacchi da parte dello Stato Islamico. Kiev: “Noi estranei ai fatti”. Giorgia Meloni: orrore inaccettabile. Tajani: non ci sono notizie di italiani coinvolti. Il Viminale alza il livello di allerta in Italia

Roma, 23 marzo 2024 – E’ drammatico il bilancio dell’attentato alla sala concerti Crocus City Hall a Mosca avvenuto ieri sera intorno alle 20. Secondo i media russi le vittime sarebbero 133 (di cui 115 accertate dalle autorità sanitarie) e 145 i feriti, tra loro anche alcuni bambini. Nella struttura erano presenti oltre 6.200 persone che stavano prendendo posto in sala per il concerto del gruppo rock Picnic, quando quattro o cinque uomini in tuta mimetica e armati fino ai denti hanno aperto il fuoco con i kalashnikov, lanciando contemporaneamente granate e bombe incendiarie all’interno dell’edificio. In pochi secondi si è scatenato l’inferno. Il fuoco ha bruciato la struttura facendo crollare il tetto, oggi si continua a scavare per cercare i corpi sotto le macerie. L’attacco è stato rivendicato dall’Isis.

Approfondisci:

“Ho sparato per 500mila rubli. Arruolato con un post anonimo”. Gli interrogatori ai presunti terroristi di Mosca

“Ho sparato per 500mila rubli. Arruolato con un post anonimo”. Gli interrogatori ai presunti terroristi di Mosca

Intanto è massima l’allerta in tutta la Russia, dove si sta lavorando incessantemente per arrestare gli assalitori in fuga. Fino a questo momento sono stati 11 i fermi, tra cui 4 terroristi che avrebbero partecipato all’attacco terroristico. "Hanno ucciso come nazisti”, ha detto il presidente Vladimir Putin in un discorso tv alla nazione, sottolineando che ci sono indicazioni secondo cui i quattro stessero cercando di entrare in Ucraina. Kiev, secondo il leader russo, avrebbe aperto “una finestra” per far attraversare il confine ai presunti responsabili della strage. Nel frattempo, l’Isis ha rivendicato nuovamente l’attentato, mostrando pure una foto dei quattro uomini indicati come autori dell’attacco.

Vladimir Putin e, nel riquadro, il frame dei quattro presunti autori dell'attacco diffuso sui canali social legati all'Isis
Vladimir Putin e, nel riquadro, il frame dei quattro presunti autori dell'attacco diffuso sui canali social legati all'Isis

A quanto pare, gli Stati Uniti “avevano una serie di informazioni e segnali su un possibile attacco dell'Isis in Russia da novembre”, come riferito da fonti dell'intelligence alla Cbs. Alcune informazioni molto specifiche erano state poi trasmesse anche al governo russo, nonostante i gelidi rapporti tra Washington e Mosca. Parallelamente è giunta la dichiarazione del presidente ucraino Volodymyr Zelensky che ha affermato di “non avere nulla a che fare con l'attacco terroristico”.

Le news in diretta

21:26
Mosca: respinto attacco ucraino in Crimea

Le forze armate russe hanno rivendicato di aver respinto in serata un attacco di dieci missili ucraini contro la città di Sebastopoli in Crimea, penisola annessa nel 2014 da Mosca. I detriti dei missili hanno ferito un bambino. Più di dieci missili sono stati abbattuti.

20:28
Washington a Mosca: "Isis comune nemico terrorista che deve essere sconfitto ovunque"

La portavoce della Casa Bianca Karine Jean-Pierre ha dichiarato che l'Isis è "un comune nemico terrorista che deve essere sconfitto ovunque", aggiungendo che la presidenza americana "condanna fermamente l'atroce attacco terroristico di Mosca", che ha colpito "civili innocenti".
 

19:59
Zelensky: "Putin vuole scaricare la colpa all'Ucraina"

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha accusato Putin di voler "scaricare la colpa" dell'attentato al Crocus City Hall sull'Ucraina. "Per quello che è successo ieri a Mosca ovviamente sia Putin che il resto della feccia stanno cercando di incolpare qualcun altro. hanno sempre gli stessi metodi. È già successo".

19:47
Tra le vittime dell'attentato anche una reginetta di bellezza

C'è anche Ekaterina Novoselova, ex reginetta di bellezza, tra le vittime del Crocus City Hall. La 42enne aveva vinto concorsi di bellezza nel 2001 a Tver, la sua città Natale, e da poco si era trasferita a Mosca. 

17:41
Video choc su Telegram: soldato taglia un orecchio a un presunto terrorista

Uno scioccante video di pochi secondi pubblicato sui social media e rilanciato dai canali Telegram del media indipendente russo Meduza e del sito bielorusso Nexta mostra l'arresto di uno dei sospettati dell'attacco terroristico al Crocus City Hall di Mosca. Le immagini, sconsigliate per la violenza, mostrano uno dei soldati tagliare l'orecchio destro all'uomo e costringerlo a mangiarlo. Non è verificabile l'autenticità del video, Meduza scrive che il breve video è stato diffuso da canali Telegram russi:.

17:38
Autorità russe: "Uno spettatore ha disarmato un terrorista"

Le autorità russe vogliono premiare lo spettatore che ieri sera ha bloccato uno dei terroristi entrati dentro la sala dei concerti del Crocus City Hall e lo ha "neutralizzato". L'uomo stava proteggendo la moglie, ed ha disarmato l'aggressore mentre stava ricaricando, ha riferito il canale russo Telegram Baza. Il capo del comitato Alexander Bastrykin ha commentato: "Con le sue azioni decisive, ha salvato la vita delle persone intorno a lui in quel momento". Bastrykin ha ordinato che l'uomo venga premiato per il suo "coraggio senza pari".

17:11
Blinken condanna, ma Biden non chiama Putin

Fonti della Casa Bianca fanno sapere che il presidente Joe Biden non ha in programma di chiamare Vladimir Putin alla luce dell'attacco terroristico.
 

17:11
Blinken: "Gli Stati Uniti condannano con  forza l'attacco a Mosca"

"Gli Stati Uniti condannano con forza l'attacco terroristico di ieri a Mosca", ha ribadito il segretario di Stato Usa, Antony Blinken, in una nota diffusa oggi dal dipartimento di Stato.  "Esprimiamo le nostre più sentite condoglianze alle famiglie e alle persone care delle vittime e di tutte le persone colpite da questo crimine atroce, condanniamo il terrorismo in tutte le sue forme e siamo solidali con il popolo russo nel piangere la perdita di vite umane a causa di questo orribile evento".  

16:08
Sul canale russo Telegram Baza le foto e i nomi dei presunti terroristi

I nomi dei 4 presunti terroristi arrestati al confine con l'Ucraina sono stati rivelati dal canale russo Telegram Baza: Makhmadrasul Nasridinov, 27 anni, Rivozhidin Ismonov, 51 anni, Shokhindzhonn Safolzoda, 21 anni, e Rustam Nazarov, 29 anni.

14:51
Il Viminale alza il livello di allerta in Italia

Il ministero dell'Interno ha disposto un ulteriore innalzamento delle misure di sicurezza, al massimo livello, su una serie di luoghi sensibili, a seguito dell'attentato di ieri a Mosca dove un gruppo di uomini armati ha fatto irruzione in una sala da concerti aprendo il fuoco sugli spettatori. Particolare attenzione viene dedicata a luoghi di culto, in particolare sinagoghe, ambasciate, stazioni e aeroporti

14:42
Isis mostra foto dei quattro presunti terroristi

Il gruppo terroristico Stato islamico (Isis) ha diffuso oggi una foto in cui sono ritratti quattro uomini indicati come i responsabili dell'attacco compiuto ieri al Crocus City Hall di Krasnogorsk, vicino a Mosca.  Nella dichiarazione che accompagna l'immagine diffusa dall'agenzia di propaganda Al Amaq, l'Isis afferma che tre di loro hanno sparato alle persone presenti mentre il quarto ha dato fuoco alla struttura, sottolineando che l'attacco rientra "nella guerra con gli Stati che combattono l'islam".

Il frame del video pubblicato dal canale Isis, ripresa dall'agenzia  Amaq, che mostra le foto dei presunti autori dell'attentato a Mosca
Il frame del video pubblicato dal canale Isis, ripresa dall'agenzia Amaq, che mostra le foto dei presunti autori dell'attentato a Mosca
14:31
Meduza: "Ordine ai media russi di seguire la pista ucraina"

I media russi finanziati dallo Stato e filogovernativi sono stati incaricati dall'amministrazione Putin di enfatizzare possibili "tracce" del coinvolgimento ucraino sull'attacco terroristico di venerdì alla Crocus City Hall. Lo apprende il sito indipendente Meduza da un dipendente dei media statali. Una seconda fonte filo-Cremlino ha confermato la notizia. Il Servizio di sicurezza federale russo (FSB) ha affermato che i quattro principali arrestati, sospettati dell'attacco, avevano pianificato di fuggire in Ucraina, dove avrebbero avuto "contatti appropriati". L'agenzia ha detto che i sospettati sono stati arrestati nella regione russa di Bryansk mentre si dirigevano verso il confine ucraino. Le autorità ucraine hanno categoricamente negato qualsiasi coinvolgimento nell'attacco terroristico, accusando le autorita' russe di tentare di alimentare "l'isteria antiucraina nella società russa".

13:47
"Contiamo sulla cooperazione, unitevi a noi nella lotta al terrorismo"

Nel discorso alla nazione Putin ha detto di "contare sulla cooperazione di tutte le nazioni che condividono sinceramente il nostro dolore e sono pronte a unire davvero le forze nella lotta contro il nemico comune, il terrorismo internazionale, in tutte le sue manifestazioni". Lo riporta l'agenzia di stampa Ria.

13:16
"Ucraina ha creato finestra per far passare i terroristi"

L'accusa di Putin a Kiev: dai risultati parziali dell'inchiesta è emerso che dalla parte ucraina del confine era stata creata "una finestra" per permettere ai quattro attentatori del Crocus City Hall di Mosca di attraversare il confine. 

12:45
"Hanno ucciso come nazisti"

I responsabili della strage al Crocus City Hall di Mosca hanno ucciso indiscriminatamente cittadini russi "come i nazisti". Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin in un discorso televisivo alla nazione.  "Identificheremo tutti coloro che sono dietro a questo atto terroristico e pagheranno per questo, è inevitabile", aggiunge definendo l'attentato "sanguinoso e barbaro". E ancora: "Non cederemo al panico, ne usciremo più forti"

12:43
Putin: "Arrestati i 4 terroristi, volevano entrare in Ucraina"

 Il presidente russo Vladimir  Putin ha detto che i quattro responsabili dell'attacco al Crocus City Hall sono stati arrestati e che ci sono indicazioni che stavano cercando di entrare in Ucraina

12:05
Media ucraini: cyber attacco ai server delle istituzioni russe 

Secondo fonti dell'intelligence ucraina, sono in corso attacchi informatici ai server delle autorità della Federazione russa. Lo scrive su Telegram Rbc-Ukraine affermando che sono stati bloccati i siti www.avard.gov.ru, www.gov.ru (il sito principale) e il server finale fso.gov.ru.

12:01
Primo interrogatorio a arrestato, nessun riferimento all'Ucraina 

Uno dei quattro arrestati perché accusati di essere gli autori dell'attacco al Crocus City Hall di Mosca ha ammesso in un primo interrogatorio sommario di avere accettato di partecipare all'azione dopo avere ascoltato circa un mese fa le lezioni di un non meglio precisato «predicatore», e di essere stato reclutato da un aiutante di quest'ultimo, di cui non conosce il nome. Ma non fa alcun riferimento a contatti con l'Ucraina. L'uomo aggiunge che per l'azione gli erano stati promessi 500.000 rubli (circa 5.000 euro), di cui 250.000 già pagati in anticipo. È quanto risulta da un video diffuso sul suo canale Telegram dalla direttrice della televisone Russia Today, Margarita Simonyan. L'arrestato, che dice di avere 26 anni, afferma di non essere a conoscenza delle identità delle persone che gli hanno fornito i soldi e le armi per l'attacco.

11:59
Von der Leyen: forte condanna per l'attentato a Mosca 

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha espresso oggi la sua "forte condanna" per l'attacco terroristico compiuto contro civili alla Crocus City Jall di Mosca e rivendicato dall'Isis. "Il mio pensiero in questo difficile momento - ha scritto su X von der Leyen - va alle vittime e alle loro famiglie".

11:18
Kiev: "Falso video in tv per accusare ucraina dell'attacco al teatro"

Propagandisti russi del canale televisivo Ntv hanno diffuso un video in cui appare il segretario del Consiglio ucraino per la Sicurezza e la difesa, Oleksii Danilov, per sostenere la tesi del coinvolgimento ucraino nell'attacco terroristico di ieri sera nella sala di concerti Crocus alla periferia di Mosca. Lo denuncia il Centro ucraino per il contrasto alla disinformazione (Ccd), citato da Ukrainska Pravda. Secondo il Ccd, il video è un "deepfake" realizzato sulla base di immagini di trasmissioni televisive ucraine del 16 marzo, nelle quali il viso di Danilov è stato sovrapposto a quello di Kyrylo Budanov, capo dell'intelligence ucraina.  Il Ccd ritiene che la Russia intenda accusare l'Ucraina dell'attentato terroristico, in modo da aiutare gli sforzi di mobilitazione di nuovi soldati da mandare al fronte. I servizi russi d'intelligence dell'Fsb hanno già detto che i sospetti attentatori "hanno legami con l'Ucraina".

11:16
Media: bilancio vittime salito a 143 morti

Sarebbe salito a 143 morti il bilancio dell'attacco a Mosca, secondo quanto afferma la direttrice di Russia Today, Margarita Simonyan, citata dall'agenzia Ria Novosti. 

In crescita il bilancio delle vittime della strage a Mosca, anche bambini (Ansa)
In crescita il bilancio delle vittime della strage a Mosca, anche bambini (Ansa)
10:46
Tajani: non abbiamo notizie di italiani coinvolti. L'8 marzo avvertimmo di non partecipare a eventi a Mosca 

''Solidarietà alle famiglie delle vittime'' dell'attentato di ieri sera a Mosca, ''che purtroppo sono in costante aumento''. Ad esprimerla è stato il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, a margine della conferenza stampa convocata a Milano per annunciare la candidatura di Letizia Moratti a Milano. ''Con grande serietà l'ambasciata d'Italia è il consolato stanno seguendo l'evolversi della situazione insieme all'unità di crisi del ministero degli Esteri'', ha detto Tajani, confermano che ''Ci sono a Mosca 2.700 italiani registrati all'Aire. Non abbiamo notizie di italiani coinvolti'' nell'attentato. "Insieme alla nostra rappresentanza diplomatica a Mosca, fin dall'8 marzo avevano invitato gli italiani a non partecipare a eventi dove c'era molta gente a Mosca» perché la polizia russa «aveva arrestato componenti di una cellula terrorista di matrice jihadista, quindi c'erano dei pericoli di attentati a Mosca». ha concluso

10:03
Putin sente Lukashenko, "insieme in lotta al terrorismo"

Il presidente Vladimir Putin ha avuto una conversazione telefonica con il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko, nella quale hanno discusso dell'attacco terroristico al Crocus City Hall. Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, come riporta Ria Novosti. "Il presidente della Bielorussia ha espresso profonde condoglianze in relazione all'attacco terroristico di ieri a Mosca. Le parti hanno confermato la loro disponibilità a collaborare nella lotta contro il terrorismo", ha detto il portavoce del presidente russo.

10:02
Bilancio delle vittime sale a 115 persone 

È salito a 115 morti il bilancio dei morti nell'attacco di ieri a Mosca. Lo scrive la Tass citando fonti investigative

09:07
Fsb: "I sospettati avevano contatti in Ucraina"

Secondo i servizi di sicurezza russi (Fsb) i sospettati per l'attentato di ieri sera al Crocus City Hall di Mosca avevano "contatti" in Ucraina. I terroristi, ha detto l'Fsb citato dalla Tass, hanno cercato di fuggire verso il confine tra Russia e Ucraina.

08:55
Mosca: "I responsabili arrestati vicino al confine con l'Ucraina"

Sono stati arrestati dai servizi segreti nella regione di Bryansk, vicino al confine con l'Ucraina, i quattro sospettati di aver commesso l'attentato terroristico nella sala concerti alle porte di Mosca in cui sono rimaste uccise quasi 100 persone. Lo ha reso noto il Comitato investigativo russo, gli inquirenti al lavoro sulla strage. Lo riferisce l'agenzia Ria Novosti. 

08:29
Il bilancio dei morti sale a 43

È salito a 93 il bilancio dei morti per l'attentato alla sala concerti alle porte di Mosca. Lo hanno reso noto gli inquirenti, il Comitato investigativo russo. Lo riferisce l'agenzia russa Tass.

08:18
Attentato a Mosca, Cremlino: 11 arresti tra cui 4 terroristi

 Il direttore dell'Fsb, l'intelligence russa, ha informato il presidente Vladimir Putin del fermo 11 persone, tra cui 4 terroristi, che hanno partecipato all'attacco terroristico nella sala concerti alle porte di 
Mosca. Lo ha reso noto il servizio stampa del Cremlino. Lo riferisce l'agenzia Tass.

I terroristi fuggiti su una Renault bianca (Ansa)
I terroristi fuggiti su una Renault bianca (Ansa)
07:59
Russia: arrestati 2 sospetti, in auto passaporti tagiki

Le forze dell'ordine hanno arrestato due sospetti per il sanguinoso attacco terroristico nella sala concerti alle porte di Mosca. Nell'auto fermata sono stati trovati una pistola, un caricatore per un fucile d'assalto AKM e passaporti di cittadini tagiki. Lo ha reso noto il capo della Commissione per la politica dell'informazione della Duma di Stato, Alexander Khinshtein. Lo riferisce l'agenzia Tass.

06:55
Ex consigliere di Putin: dietro la strage ci sono Zelensky e gli americani

"Quegli individui avevano le sembianze di islamisti. Ma bisogna dire che ora la Russia non è in conflitto con nessun gruppo musulmano, ha delle ottime relazioni con tutti i Paesi musulmani. Questo fa sospettare che l'attentato potrebbe essere stato organizzato da Kiev, da Zelensky, con l'obiettivo di garantire forniture di armi in grandi quantità all'Ucraina". Così alla Stampa il politologo Sergey Markov, ex consigliere di Putin e suo sostenitore. "Il piano era organizzare un'azione terroristica utilizzando persone che appaiono come terroristi islamici - aggiunge - come caucasici con le barbe nere". L'Isis ha rivendicato, "ma ora la guerra contro l'Isis non è in una fase attiva, non c'è un conflitto in grande scala in corso con questi gruppi terroristici". L'eventuale vantaggio che ne trarrebbe il governo ucraino sarebbe "rovinare le relazioni della Russia con i Paesi musulmani. Ma in primo luogo fare in modo che la Russia risponda in maniera molto dura a questo attentato, con attacchi diretti contro la popolazione civile di Kiev e Kharkiv, fare in modo che si sollevi un'ondata di indignazione nei Paesi occidentali, garantire così i finanziamenti e forse anche l'invio di truppe Nato in Ucraina: ecco l'obiettivo principale". "I servizi americani - dice ancora - sapevano che si stava preparando l'attacco. Sappiamo tutti che i servizi ucraini sono controllati dagli americani. E questi ultimi evidentemente avevano qualche informazione e dunque hanno avvisato i loro cittadini di non visitare luoghi affollati. Non sa che hanno fatto esplodere il Nord Stream 2? Che non possono non aver sostenuto attentati terroristici come quello contro Tatarsky e Dugina? I servizi americani sostengono questi attentati terroristici". Ora Putin "di sicuro non risponderà vendicandosi contro i civili ucraini: sono futuri cittadini russi".

05:45
Il presidente cinese Xi Jinping invia le condoglianze a Putin 

 Il presidente cinese Xi Jinping ha inviato le sue "condoglianze"al presidente russo Vladimir Putin per l'attacco terroristico di ieri sera a Mosca: lo riferiscono i media statali cinesi.

05:13
Oltre 470 persone coinvolte per domare le fiamme al teatro

Oltre 470 persone sono state coinvolte nelle operazioni per domare l'incendio che ha distrutto la sala da concerti Crocus City Hall attaccata ieri sera da un gruppo di uomini armati: lo ha reso noto alla Tass il ministero delle Emergenze russo. "Si tratta di un totale di 477 persone e 183 unità di attrezzature coinvolte, di cui 192 persone e 79 unità di equipaggiamento del ministero delle Emergenze russo", ha affermato un portavoce del ministero.

Il teatro a Mosca in fiamme (Ansa)
Il teatro a Mosca in fiamme (Ansa)
05:12
Mosca: i terroristi avevano fucili d'assalto Kalashnikov 

 I terroristi che hanno attaccato ieri sera la sala da concerti Crocus City Hall provocando oltre 60 morti erano armati di fucili d'assalto Kalashnikov e avevano munizioni in abbondanza: è quanto emerge da un video pubblicato dall'ufficio stampa del Comitato investigativo russo. Lo riporta la Tass. Tra le armi raccolte dalle forze di sicurezza anche un Kalashnikov personalizzato e una cintura piena di caricatori utilizzata dai terroristi.

05:12
Strage Mosca, Putin informato sullo stato delle indagini

I capi dei servizi di sicurezza interni russi (Fsb), del ministero degli Interni, della Commissione investigativa e della Guardia nazionale russa hanno riferito al presidente Vladimir Putin sullo stato di avanzamento delle indagini sull'attacco terroristico di ieri sera alla sala da concerto Crocus City Hall: lo ha reso noto il servizio stampa del presidente russo, come riporta Ria Novosti. 

05:10
Oltre 60 morti, 145 feriti (tra cui bambini) nella strage di Mosca 

Saliti a oltre 60 i morti a seguito dell'attentato alla sala concerti Crocus city, nella periferia di Mosca. Lo hanno reso noto le autorità sanitarie russe. Negli ospedali sono ricoverate decine di feriti, di cui nove in gravi condizioni. Il Ministero della Sanità della Regione di Mosca ha pubblicato sul sito l'elenco delle 145 persone, tra cui 5 bambini, ricoverate in ospedale dopo l'attacco terroristico alla Crocus City Hall. Secondo la nota, almeno nove di loro versano in gravi condizioni.

Strage sala concerti a Mosca (Ansa)
Strage sala concerti a Mosca (Ansa)