15 mar 2022

Stop alle gite fuori porta: è l’effetto del caro-pieno

Traffico in autostrada in calo del 5%, vendita dei carburanti giù del 15%. Aumenta l’uso dei mezzi pubblici: la gente lascia l’automobile in garage

claudia marin
Economia
featured image
Fiaccolata per la pace a Brescia

Meno 4-5% di traffico sulle autostrade italiane nel fine settimana, meno 15% di carburante "erogato" rispetto alla settimana precedente. Strade extra-urbane e strade cittadine meno intasate. Dunque, gli italiani, sotto la spinta impetuosa del caro-benzina e del caro-gasolio connesso alla guerra in Ucraina, cominciano ad autoridurre "spintaneamente" l’utilizzo dell’automobile sia rinunciando alle uscite fuori-porta dei primi weekend di primavera sia usando la vettura in città solo quando proprio è necessario. Siamo lontani dallo zero traffico del lockdown. E non siamo certo neanche ai livelli dell’Italia "zona rossa", con divieti di circolazione tra le regioni, ma il caro-carburante, oltre a mandare sul lastrico gli autotrasportatori da ieri in parte fermi, sta producendo l’effetto di far cambiare le abitudini "automobilistiche" dei connazionali. E questo senza che siano stati adottati provvedimenti restrittivi da parte del governo sul modello delle targhe alterne o delle domeniche a piedi dell’austerity del ’73-’74. Benzina e diesel, taglio ai prezzi: le misure di Draghi. Tetto alle tariffe del gas Ma i rincari delle ultime settimane e degli ultimi giorni (con la benzina in self service in media a 2,217 euro al litro e il diesel a 2,220 euro) stanno dando segnali netti di un’inversione di tendenza dopo la ripartenza a razzo del 2021. Da Autostrade per l’Italia fanno sapere che sono in atto due fenomeni: il traffico pesante, correlato al trasporto merci, nell’ultima settimana ha avuto un più 5% rispetto ai sette giorni precedenti, segno che l’emergenza Ucraina ha determinato un’accelerazione delle consegne. Il traffico leggero, al contrario, ha fatto registrare un meno 5% nel fine settimana: segno della rinuncia all’utilizzo dell’automobile per svago e piacere. E, del resto, anche gli osservatori regionali hanno segnalato un calo della circolazione lungo le principali autostrade dirette nelle località turistiche (un caso per tutti, la Milano-Laghi). A dare conto di quello ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?