Roma, 5 agosto 2017 - E' una giornata da bollino nero, quella di oggi, su strade e autostrade. Traffico molto intenso, con code in aumento, è segnalato soprattutto in prossimità delle barriere autostradali in uscita dai principali centri urbani ed in ingresso verso le località di vacanza. Solo verso sera il bollino tornerà di colore verde e quindi regolare. Ma la situazione peggiorerà di nuovo domani, domenica 6, con bollino rosso al mattino, giallo al pomeriggio e solo verde la sera. Rientro in città più tranquillo, con qualche criticità solo al mattino sia oggi che domani. 

LA MALEDIZIONE D'AGOSTO - Come salvarsi dalla canicola agostana? Fuggire dalle città e raggiungere qualsiasi tipo di meta 'refrigerata', che sia il mare, il lago o la montagna. Facile, se non fosse che oltre che col caldo bisogna fare i conti con l'altra 'maledizione' d'agosto, il tanto temuto traffico, esodo, controesodo e annessi vari. Eh sì, il primo weekend d'agosto è quello che la maggior parte degli italiani aspetta per concedersi le meritate ferie e se quest'anno i viaggiatori sono in aumento grazie alle condizioni economiche meno 'proibitive', vuol dire che le strade potrebbero rivelarsi ancora di più off limits. 

SITUAZIONE TRAFFICO - Al Traforo del Monte Bianco si segnala una coda in corrispondenza del piazzale francese verso Courmayeur con un'attesa prevista di un'ora e 30 minuti. Sull'A9, direzione Nord, coda di 9 km tra Fino Mornasco e Chiasso per attraversamento Dogana Svizzera. E poi code un po' ovunque: sull'A4, tra Bivio A4/Tangenziale Nord di Milano e Milano est, sull'A10, direzione Francia, tra Savona e Spotorno, e tra Bordighera e il confine di Stato (6 km di coda). Traffico a tratti congestionato sull'A22, direzione Sud, tra confine di Stato e Vipiteno e tra Bolzano Nord e Trento Sud, sull'A27 tra Belluno e il bivio con la S.S. 51. Sull'A1, code a tratti tra Firenze Impruneta ed Incisa-Reggello, tra Chiusi e Fabro, tra nodo A1/A24 e Valmontone.

Un incidente tra Colleferro e Agnani, in direzione sud, ha provocato 5 km di coda. Sull'A11, traffico intenso tra Lucca Ovest e Viareggio in direzione mare, e analoga situazione sull'A14 tra Bivio-diramazione Ravenna e Bologna San Lazzaro, tra Bologna Fiera e Cesena Nord, tra Loreto e Grottammare, e tra Pescara Nord e Lanciano e al sud, sull'A2 con "Autostrada del Mediterraneo" presa d'assalto tra Salerno e Lagonegro in direzione sud, sul tratto campano e lucano, con una maggiore concentrazione della circolazione in direzione del versante tirrenico del Cilento, della Basilicata e della Calabria. Per questo fine settimana, poi, è segnalato anche grande movimento sui treni e nelle stazioni italiane.

Nel primo weekend di agosto circa 3,5 milioni di passeggeri sceglieranno di spostarsi in treno: saranno 630mila le persone che viaggeranno con le Frecce e gli InterCity di Trenitalia, oltre 2 milioni quelli che tra venerdì e domenica saliranno sui treni regionali di Trenitalia, anche per raggiungere mete balneari e turistiche. A questi si aggiungono gli oltre 800mila clienti di Busitalia che si sposteranno in ambito urbano, metropolitano e sulla lunga percorrenza. Tra le principali mete le città d'arte (Roma, Firenze, Venezia e Napoli), ma flussi consistenti si prevedono anche verso la Riviera Romagnola, la Puglia e il Trentino Alto Adige.

La guida alle partenze

Qui il traffico in autostrada aggiornato in tempo reale

Da segnalare che per evitare ancora più sovraccarico, per entrambe le giornate è stato disposto il blocco dei mezzi pesanti, sabato dalle 8 e domenica dalle 7 fino alle 22. 

FOCUS / Dove andranno gli italiani a Ferragosto

Ma i disagi non finiscono qui. Chi ha deciso di posticipare la partenza nei weekend successivi la situazione non sarà da bollino nero ma pur sempre critica. Venerdì 11 e sabato 12 saranno ancora giornate da bollino rosso, mentre nei due weekend successivi saranno difficili i rientri verso le grandi città. 

IL VADEMECUM - La polizia ha diramato un breve vademecum con alcuni consigli per una viaggiare sicuri in auto: controllare l'efficienza del veicolo, la pressione e lo stato d'usura degli pneumatici; allacciare e fare allacciare agli altri passeggeri le cinture di sicurezza, anche quelle posteriori; fare viaggiare i bambini sui seggiolini e controllare che siano correttamente fissati; ricordarsi di moderare la velocità e tenere la distanza di sicurezza.