Massimo Sebastiani catturato dalle telecamere di sorveglianza poco dopo l'omicidio (Ansa)
Massimo Sebastiani catturato dalle telecamere di sorveglianza poco dopo l'omicidio (Ansa)

Piacenza, 10 settembre 2019 - Si è svolto oggi l'interrogatorio di garanzia di Massimo Sebastiani - operaio 45enne omicida reo confesso della 28enne Elisa Pomarelli - condotto dal gip Luca Milani nel carcere delle Novate di Piacenza. Il colloquio con il magistrato è durato tutta la mattina, alla presenza del legale di Sebastiani, il difensore Mauro Pontini. L'uomo ha confermato la propria colpevolezza ed è apparso particolarmente provato

Sebastiani osessionato da Elisa, lei lo respingeva: "Amo le donne". 

"Ha confermato di essere l'autore del delitto", dice l'avvocato che lo difende Mauro Pontini. "L'ha uccisa per un'ossessione affettiva. Il mio assistito - prosegue - é apparso disperato e ha espresso più volte parole di pentimento nei confronti della famiglia di Elisa". Il legale, che era presente all'interrogatorio assieme al pm Ornella Chicca e al gip Luca Milani, ha fatto sapere che chiederà una perizia psichiatrica. Secondo l'avvocato Milani non ci sarebbero stati episodi di violenza prima dell'omicidio, il quale "non sarebbe stato premeditato ed è stato commesso in un contesto di malessere psicologico".

La sorella di Elisa: "Massimo ci ha tradite, nessun perdono"

Silvio Perazzi, padre della ex fidanzata di Massimo Sebastiani, sarà interrogato domani in merito all'accusa di favoreggiamento con la quale è stato arrestato su disposizione del pm Ornella Chicca. E' sospettato di aver nascosto Sebastiani nella sua abitazione negli ultimi giorni di fuga dell'omicida. Sempre domani, alle 9, è prevista l'autopsia sul corpo della 28enne. L'avvocato Mauro Pontini, difensore di Sebastiani, ha nominato come consulenti tecnici di parte, per l'autopsia sul corpo della vittima, che si svolgerà all'Istituto di Medicina legale di Pavia, la criminologa Roberta Bruzzone e la dottoressa Novella D'Agostini.

Arrestato il padre dell'ex fidanzata di Sebastiani

Gli ultimi attimi di vita di Elisa sono stati catturati in un filmato ripreso dalle telecamere di sorveglianza di una ditta, puntate, casualmente, quel giorno, in direzione del pollaio della casa dell'assassino. Nelle immagini - a quanto si apprende in ambito investigativo - si vedono la ragazza e Sebastiani che entrano ed escono più volte dall'abitazione, discutendo animatamente. Poi, dopo alcuni minuti, soltanto l'uomo guadagna l'uscita, con la ragazza in braccio, inanimata. Dalle immagini non è dato capire se fosse già morta o priva di sensi. Sono fotogrammi che hanno dato una mano consistente agli investigatori nelle indagini. L'esame autoptico di mercoledì prossimo, previsto in mattinata, scioglierà anche questi dubbi. L'ipotesi è che la giovane sia stata strangolata.

Dettagli horror: vegliava il corpo senza vita di Elisa