Migranti salvati nel mare di Lampedusa (Ansa)
Migranti salvati nel mare di Lampedusa (Ansa)

Lampedusa, 16 ottobre 2019 - Mentre il mare di Lampedusa restituisce i corpi dell'ultimo naufragio, oggi un altro arrivo. Sull'isola sono stati portati 180 migranti, soccorsi ieri in area Sar maltese. Due motovedette della Guardia costiera insieme ai mezzi della Guardia di Finanza hanno trasbordato i naufraghi nella notte: molte le donne e i bambini salvati, che da molte ore si trovavano in mare senza possibilità di riparo. Con le condizioni del mare in peggioramento, la scelta del porto sicuro è ricaduta su Lampedusa. 

Altre 180 persone sono sbarcate oggi a Taranto, soccorse dalla nave di Sos Mediterranee e Medici senza Frontiere Ocean Viking: tra loro ci sono dodici donne di cui 4 in stato interessante e 33 minori: 23 non accompagnati. I migranti, dopo aver ricevuto le cure di prima assistenza, saranno trasferiti nell'hotspot dove saranno avviate le procedure di identificazione e registrazione. 

All'ingresso del porto il sit in di associazioni e sindacati che hanno animato la campagna di sensibilizzazione #ioaccolgo. Contemporaneamente andava in scena la contromanifestazione promossa dalla Lega. 

I DATI FRONTEX - Intanto oggi sono stati diffusi i dati Frontex. Il numero di migranti che hanno attraversato il Mediterraneo centrale a settembre si è attestato a 2.280, il 16% in più rispetto al mese precedente. Il totale dei primi 9 mesi è comunque stato di 9.700, meno della metà rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Sulla rotta dei Balcani occidentali nei primi nove mesi del 2019 si registra invece un aumento dell'80%. Complessivamente gli arrivi in Europa nel periodo gennaio-settembre sono stati il 19% in meno rispetto al 2018