I dati del ministero della Salute nell'elaborazione della Fondazione Gimbe
I dati del ministero della Salute nell'elaborazione della Fondazione Gimbe

Roma, 8 dicembre 2020 - Calano i nuovi casi di Coronavirus in Italia, ma non i morti. Il nuovo bollettino del ministero della Salute registra un rallentamento nella curva dei contagi (14.842 nuovi positivi contro i 18.887 di ieri), mentre risale il numero delle vittime tra cui si registrano altri quattro medici (il totale dei camici bianchi deceduti è ora di 237). "C'è una tendenza a una lieve diminuzione dei casi ma non particolarmente veloce o accentuata, ma rimane elevato il numero dei decessi", commenta il direttore della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, sottolineando la necessità di "lavorare ancora molto perchè basta poco a invertire trend". "La terza ondata è una certezza. Siamo in una situazione grave stabile, ci attende un inverno preoccupante", avverte invece il professore Andrea Crisanti dell'università di Padova. E proprio per prevenire la terza ondata in Germania il governo di Angela Merkel starebbe pensando a un lockdown più duro dopo Natale, mentre in Gran Bretagna è partita la vaccinazione con il siero della Pfizer-Biontech. Nel nostro Paese le prime dosi dovrebbero invece arrivare il 26 gennaio, mentre è allo studio un'app che segua tutto il percorso di vaccinazione (dalla prenotazione fino all'avviso per i richiami) e funga da registro dei vaccinati. Intanto da noi tiene banco la questione spostamenti tra Comuni per il periodo delle festività.

Il bollettino Covid del 9 dicembre

Dpcm Natale, spostamenti e visite ai genitori: le risposte del governo

Il bollettino dell'8 dicembre

I nuovi casi di Covid in Italia sono 14.842 a fronte di 149.232 test effettuati nelle ultime 24 ore (in aumento di oltre 38mila rispetto a ieri). Il rapporto tra positivi e tamponi scende così al 9,9% (ieri era del 12,3%). Ritorna invece a salire il numero dei morti: 634 (+106 rispetto al giorno precedente). Continua il calo del numero complessivo dei ricoveri in terapia intensiva (attualmente 3.345, -37 da ieri). Boom di guariti: 25.497 (il totale di dimessi o guariti è 958.629). E si registra anche un forte calo degli attualmente positivi: -11.294, che porta il totale a 737.525. Il totale dei malati dall'inizio dell'emergenza ha raggiunto è di un 1.757.394 casi. Sono infine 704.099 le persone in isolamento domiciliare, 10.814 meno di ieri. La regione più colpita è il Veneto con 3.145 nuovi casi, seguono la Lombardia con 1.656, l'Emilia Romagna con 1.624 e il Lazio con 1.501.

Covid, tampone negativo per il premier Conte

La tabella

News dalle regioni / Veneto

Nuovo balzo nel numero dei contagiati in Veneto: nelle ultime 24 il bollettino della Regione ne conteggia 3.145 di nuovi. I casi attualmente positivi sono 79.748. I morti rispetto a ieri sono 113 in più. Il dato complessivo è di 4.374 morti da inizio pandemia. 

Emilia Romagna

In Emilia-Romagna, invece, calano i contagi e i ricoveri. Purtroppo si contano anche 49 nuove vittime, in gran parte persone anziane ma c'è pure un uomo di 58 anni a Rimini. I nuovi contagi scoperti nelle ultime 24 ore sono 1.624, sulla base di 16.576 tamponi messi a referto. Circa la metà (825) sono asintomatici, individuati grazie al contact tracing e alle attività di screening. Aumentano i pazienti dichiarati guariti e i casi attivi scendono a 66.522, il 95,6% dei quali in isolamento domiciliare perché non necessitano di cure particolari. I ricoverati in terapia intensiva sono 234 (cinque in meno di ieri), i pazienti negli altri reparti Covid sono 2.781 (-24). Le nuove vittime sono 13 a Modena, otto nella provincia di Forl-Cesena, sei a Rimini e Ferrara, quattro a Ravenna, tre a Bologna, Reggio Emilia, Parma e Piacenza.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 658 nuovi contagi (il 10,24% dei 6.427 tamponi eseguiti). Sono inoltre stati registrati 21 decessi da Covid-19, a cui si aggiungono ulteriori 9 morti pregresse inserite oggi a sistema e afferenti al periodo dall'1 al 6 dicembre. Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 36.484. I casi attuali di infezione risultano essere 15.366. Salgono a 64 i pazienti in cura in terapia intensiva mentre scendono a 658 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 1.089.

Liguria

Sono 19 le persone positive al Coronavirus morte in Liguria tra il 12 novembre e il 7 dicembre (il totale delle vittime, da inizio emergenza,sono 2.563). Scende invece il numero dei ricoveri: negli ospedali liguri ci sono oggi 932 persone, 27 in meno di ieri. Di queste, 91 sono in terapia intensiva. Nel report odierno si contano altri 266 positivi; nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 3.957 tamponi molecolari (sono 631.209 da inizio emergenza). Effettuati anche 4.735 tamponi antigenici rapidi. 

Toscana

In Toscana si registano 428 casi in più rispetto a ieri, per un totale di 109.418 i casi di positività. I nuovi casi sono lo 0,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 3,1% e raggiungono quota 80.461 (73,5% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.661.394, 8.110 in più rispetto a ieri, di cui il 5,3% positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 26.024, -7,3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.588 (30 in meno rispetto a ieri), di cui 253 in terapia intensiva (stabili). Oggi si registrano 35 nuovi decessi: 17 uomini e 18 donne con un'età media di 82,7 anni. L'età media dei 428 casi odierni è di 48 anni circa.

Lazio

Nel Lazio su quasi 17mila tamponi (1.019 in più di ieri) si registrano 1.501 casi positivi (129 in più), 33 decessi (13 in meno) e 973 guariti. "Calano i ricoveri, le terapie intensive, le vittime e Roma rimane al di sotto dei 900 casi", spiega l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato, che invita a "mantenere il rigore per continuare ad abbassare la curva".

Campania

E' di 1.080 nuovi casi, 35 decessi e 2.575 guariti il bollettino odierno diffuso dall'Unità di crisi della Regione Campania. Sono 12.360 i tamponi processati nelle ultime 24 ore. La percentuale di tamponi positivi sul totale dei tamponi processati è pari all'8,7%. Dei 1.080 nuovi positivi, 73 sono sintomatici e 1.007 sono asintomatici. Il totale dei positivi in Campania dall'inizio dell'emergenza coronavirus è 167.433, mentre sono 1.721.240 i tamponi complessivamente analizzati. Nel bollettino sono inseriti 35 nuovi decessi: in una nota si spiega che 11 di questi sono avvenuti nelle ultime 48 ore e 24 sono deceduti in precedenza ma registrati ieri. Il totale dei guariti è ora 66.604.

Puglia

In Puglia su 9.646 test anti Covid sono stati registrati 915 nuovi casi positivi, di cui 215 in provincia di Bari. Ci sono anche 23 decessi. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 853.140 test, 17.186 sono i pazienti guariti, 47.312 sono invece i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 66.257.

Le altre regioni

Sono 293 i nuovi positivi identitificati nelle Marche nelle ultime 24 ore su un totale di 3.510 tamponi: i sintomatici sono 41. In Basilicata sono 61 i nuovi contagi al Covid in Basilicata dall'analisi di 1.034 tamponi e si registra anche un altro decesso. In Abruzzo i nuovi casi sono 312 (di età compresa tra 2 e 104 anni) su 3.957 tamponi, mentre le nuove vittime sono 5 (il totale sale quindi a 994). In Sardegna ci sono 226, nuovi contagiati, quattro nuovi decessi, 616 attualmente ricoverati (-3) e 62 (-2) pazienti in terapia intensiva. Nelle ultime 24 ore in Valle d'Aosta si sono registrati 18 nuovi casi positivi e 4 decessi.