Roma, 7 dicembre 2020 - Il bollettino del ministero della Salute che aggiorna i dati Covid sull'andamento dell'epidemia di Coronavirus in Italia (nuovi contagi, ricoveri, morti, terapie intensive) registra oggi un calo dei nuovi positivi (13.720 contro 18.887) come avviene ogni lunedì per via del minor numero di tamponi che vengono processati la domenica: 111.217 contro 163.550 (per un raffronto qui il bollettino di lunedì scorso 30 novembre). Detto questo  sale rispetto a ieri il rapporto positivi-tamponi (12,3% contro 11,54%). Calano di 72 unità i letti occupati nelle terapie intensive che registrano 144 nuovi ingressi contro i 150 del giorno prima. Diminuiscono anche gli attualmente positivi.

Oggi la giornata si è aperta con il severo monito del professor Massimo Galli, primario di Malattie infettive all'ospedale Sacco di Milano: "Attenti all'esodo di Natale. Non ripetiamo gli errori dell'estate: 20mila morti potevano essere evitati". E il consulente del ministero della Salute Walter Ricciardi: "Siamo in piena seconda ondata. Dicembre e gennaio saranno terribili". E a proposito di Natale si attendono le Faq specifiche del governo sugli spostamenti per le feste.

Nuova ordinanza in Molise: zona gialla "rafforzata". Nuova ordinanza in vigore fino al 7 gennaio: dad per tutti gli studenti e utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico vietato per motivi diversi da esigenze di lavoro, salute o di comprovata necessità.

Sul fronte dei vaccini, il virologo Massimo Clementi invita il presidente della Repubblica Sergio Mattarella a vaccinarsi per primo come fanno in Inghilterra la regina Elisabetta e il principe consorte Filippo. Intanto il governatore del Veneto, Luca Zaia, annuncia il progetto del Veneto diczamoionare tutta la popolazione.

Il bollettino Covid di oggi

Complessivamente dall'inizio dell’epidemia in Italia si è riscontrata la positività di 1.742.557 persone, + 13.720 (ieri + 18.887). Le persone attualmente positive sono 748.819, - 6.487 (ieri + 1.137), i dimessi/guariti sono 933.132, + 19.638 (ieri + 17.186), i morti sono 60.606, + 528 (ieri + 564), i ricoverati con sintomi sono 30.524, + 133 (ieri + 233), in terapia intensiva ci sono 3.382 pazienti, - 72 (ieri - 63). I nuovi ingressi in terapia intensiva sono 144 (ieri 150). Sono stati processati 111.217 tamponi (ieri 163.550): di conseguenza il rapporto nuovi popsitivi-tamponi è oggi del 12.3% (ieri 11,54%). Per quanto riguarda le regioni, oggi è il Veneto che segna l'incremento maggiore (+ 2.550), seguito da Emilia Romagna (+ 1.891), Lombardia (+ 1.562) e Lazio (+ 1.372). La regione con meno nuovi casi è la Val d'Aosta con 22.

La tabella in Pdf

Le regioni / Veneto

ll Veneto registra 2.550 contagi nelle ultime 24 ore, dato che porta il totale degli infetti a 167.799 dall'inizio dell'epidemia, e 51 vittime, per un numero complessivo di 4.261 morti (tra ospedali e case di riposo). Sale la pressione sugli ospedali, con 2.775 malati ricoverati in area medica (33), e 340 in terapia intensiva (+6). I soggetti attualmente positivi in Veneto sono 78.301, contro 76.804 di ieri (+1.497).

Emilia Romagna

Sono 1.891 i nuovi positivi al Covid in Emilia Romagna, di cui 1.068 asintomatici da screening regionali e attivita' di contact tracing. In calo i ricoveri in terapia intensiva (sono 239 , -2 rispetto a ieri), 2.805 quelli negli altri reparti Covid (+69). I decessi toccano quota 57, 519 i nuovi guariti ( 59.951 in
totale).

Lombardia

Diminuiscono i ricoverati in terapia intensiva (-26) e nei reparti (-10). Il numero dei tamponi effettuati è 16.757 e 1.562 sono i nuovi positivi di cui 149 debolmente positivi (9,3%). I guariti/dimessi sono 1.885. Sono questi i principali dati di oggi del bollettino della Lombardia.

Toscana

In Toscana i casi di positività registrati dall'inizio dell'emegenza a febbraio, oggi raggiungono quota 108.990, 593 in più rispetto a ieri. Oggi si registrano 31 nuovi decessi: 16 uomini e 15 donne con un'età media di 82,6 anni. La Toscana si trova al 10 posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 2.922 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 2.864 x100.000, dato di ieri).

Piemonte

Sono 64 i decessi per Covid-1: il totale è ora 6.687 deceduti risultati positivi al virus. Oggi 911  nuovi casi, pari all'8,5% dei 10.752 tamponi eseguiti, con 401 asintomatici (pari al 44%). I ricoverati in terapia intensiva sono 345 (-14 rispetto a ieri), mentre i ricoverati non in terapia intensiva sono 4.243 (+4 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 61.161.

Lazio

Oggi nel Lazio su quasi 16 mila tamponi (-3.597) si registrano 1.372 casi positivi (-260), 46 i decessi (+32) e +2.023 i guariti. Sono 93.514 i casi attualmente positivi, di cui 3.209 ricoverati, a cui si aggiungono 351 pazienti in terapia intensiva (ancora in calo rispetto a ieri) e 89.954 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia, i guariti sono in totale 35.445, i decessi 2.668 e il totale dei casi esaminati è pari a 131.627.

Marche

Nelle Marche sono stati individuati nelle ultime 24 ore 145 nuovi casi, il 27,7% rispetto ai 524 tamponi processati nel percorso per le nuove diagnosi: numeri in calo rispetto al giorno precedente, quando erano stati accertati 443 casi, il 25,8% dei 1.718 test effettuati. Dieci i nuovi morti.

Puglia

In Puglia 1.001 casi positivi: 278 in provincia di Bari, 78 in provincia di Brindisi, 462 in provincia di Foggia, 85 in provincia di Lecce, 100 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione, 3 casi di residenza non nota o attribuita sono stati riclassificati ed riattribuiti.

Sicilia

Cala la curva dei contagi: il numero dei nuovi casi è sotto quota mille (918) su 8.386 tamponi processati. Le vittime in un solo giorno sono state 34 (1.793 dall'inizio dell'emergenza sanitaria) e i guariti 384. Degli attuali positivi i ricoverati con sintomi sono 1.387, mentre si trovano in terapia intensiva 205 pazienti. 

Le altre regioni

In Basilicata oggi si registrano 115 nuovi casi e 5 decessi. In Alto Adige 115 nuovi contagiati su 287 nuovi tamponi. In Friuli Venezia Giulia oggi 359 nuovi contagi (il 9,02% dei 3.981 tamponi eseguiti), 16 decessi a cui si aggiungono ulteriori 8 morti pregresse inserite oggi (e riferite al periodo 2-5 dicembre). In Abruzzo i nuovi casi sono 124 e i decessi 9. In Calabria, i nuovi casi sono 175, i decessi 10, - 13 ricoveri per coronavirus, di cui -5 sono le terapie intensive. 

Il report Iss sui morti e il piano-vaccini

Secondo i dati dell'Iss, il 39,9% dei decessi per Covid in Italia da inizio pandemia sono avvenuti in Lombardia (22.252 morti, ma dopo la prima ondata la proporzione è diminuita), seguita dall'Emilia Romagna. In calo rispetto al dato generale anche il Piemonte, che aveva l'11,9% dei decessi nella prima fase, per poi calare al 9,2% in estate e al 6,7% nella seconda ondata. Viceversa, le regioni del centrosud hanno visto incrementare il loro contributo alle vittime totali.

Quanto all'età delle vittime del Covid in Italia, la media è sempre 80 anni, dopo che in estate era salita fino ad arrivare a 85 anni. Quasi tutti, il 97%, con almeno una patologia pregressa: 180 pazienti (3,1% del campione) presentavano 0 patologie, 712 (12,4%) una patologia, 1060 (18,5%) 2 patologie e 3774 (65,9%) presentavano 3 o più patologie. 

Le altre notizie di oggi

Lidia Menapace morta di Covid

A 90 anni superano insieme il Covid

Un mese per far decollare la missione vaccini