Roma, 8 febbraio 2021 - Calano i nuovi casi di Covid in Italia (a fronte di oltre 62mila test in meno), ma non quello dei morti. Sono i dati che vengono fuori dal bollettino del ministero della Salute sull'andamento della curva epidemiologica del Coronavirus, mentre cresce la preoccupazione per la diffusione delle varianti che ha già portato all'istitutzione di micro 'zone rosse' in Umbria (in alcuni Comuni della provincia di Perugia) fino al 21 febbraio, nell'area di Chiusi (Siena) per una settimana, in Abruzzo (dove è tornata la didattica a distanza), in 27 Comuni del basso Molise e a Tortorici, in provincia di Messina. Intanto il 15 febbraio scade il decreto legge che dispone lo stop degli spostamenti anche tra Regioni gialle. Per l'eventuale proroga serve un decreto legge, non basta un dpcm o un'ordinanza del ministro della Salute. In teoria il governo Conte, ancora in carica per gli affari correnti, potrebbe adottarlo ma la scelta, spiegano diverse fonti governative, sarà più probabilmente lasciata al nuovo esecutivo, che dovrebbe essere guidato da Mario Draghi

Sul fronte vaccini da segnalare che tutti gli operatori sanitari hanno ricevuto la prima dose di vaccino (e a oltre 300mila di loro è stata somministrata anche la seconda) e l'avvio della campagna di immunizzazione degli over 80 in Lazio, mentre il governatore veneto Luca Zaia fa sapere che la sua Regione sta intrattenendo due contatti per l'acquisto di dosi di vaccino. "Disponibilità tutte da verificare, che riguardano vaccini autorizzati", sottolinea però Zaia. In Gran Bretagna invece si rafforza l'ipotesi di un possibile terzo richiamo in autunno quando dovrebbero essere pronti, secondo le intenzioni di ricercatori e case farmaceutiche, versioni aggiornate dei sieri disponibili tarate in modo più specifico sulle nuove varianti del virus. Infine salgono a 312 i medici morti in Italia dall'inizio della pandemia, gli ultimi due in ordine di tempo sono Bruno De Luca, medico radiologo, e Roberto Puleo, medico anestesista in pensione che continuava a esercitare.

Il bollettino dell'8 febbraio

Sono 7.970 i nuovi casi di Coronavirus in Italia (ieri erano 11.641, qui il bollettino completo). I test (tamponi molecolari e antigenici) effettuati nelle ultime 24 ore sono stati invece 144.270 contro i 206.789 del giorno precedente (c'è quindi l'usuale forte calo della domenica). Il tasso di positività è del 5,5% (ieri era stato del 5,6%). Nelle ultime 24 ore si registrano 307 morti, che portanto il totale delle vittime a 91.580 da inizio pandemia. Risalgono i ricoveri in terapia intensiva: nel saldo tra entrate e uscite a oggi sono 2.143, in aumento di 36 unità rispetto a ieri. Gli ingressi giornalieri sono stati 139. I ricoverati con sintomi sono invece 19.527, in aumento di 261 rispetto a ieri. Il numero totale dei guariti sale a 2.133.523 (+15.082), mentre gli attualmente positivi sono 419.604 (-7.420). In isolamento domiciliare ci sono 397.934 persone, in calo di 7.717 unità.

Le Regioni / Emilia Romagna

Sono 1.273 nuovi casi di Covid (613 asintomatici) in Emilia Romagna a fronte, però, di soli 10.990 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 8.036 molecolari e 2.954 rapidi. Il dato 'domenicale' (ridotto numero di test) fa dunque salire all'11,6% il numero di positivi in rapporto ai tamponi effettuati. E tornano a salire anche i ricoveri: nei reparti di terapia intensiva ci sono 183 pazienti (+2 rispetto a ieri), 2.002 quelli negli altri reparti Covid (+52). I guariti sono 1.728, con ulteriore discesa dei casi attivi a 42.773 (-487 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa sono complessivamente 40.588 (-541), il 94,9% del totale dei casi attivi. Infine si registrano anche 32 nuovi decessi.

Campania

E un minor numero di test (9.555) sono stati effettuati anche in Campania, dove i nuovi casi sono 1.189 (55 sintomatici). Dati che fanno impennare al 12,44% (contro l'8,89 di ieri) il rapporto positivi/test. I nuovi decessi sono 13 (9 nelle ultime 48 ore e 4 in precedenza ma registrati ieri), per cui il totale delle vittime sale a 3.904. I guariti sono 940, per un totale di 163.710. Dei 656 posti letto di terapia intensiva, ne sono occupati 110; dei Posti 3.160 posti letto di degenza, compresi quelli dei privati, ne sono occupati 1.542.

Lombardia

Nelle ultime 24 ore in Lombardia si sono registrati 895 casi di Coronavirus, di cui 43 'debolmente positivi', e 51 morti. Dall'inizio della pandemia i decessi raggiungono quota 27.504. I tamponi effettuati sono stati 13.920 (di cui 11.836 molecolari e 2.084 antigenici) con un rapporto rispetto ai positivi del 6,4%. I guariti/dimessi sono stati 3.310 (totale complessivo: 476.502, di cui 3.092 dimessi e 473.410 guariti). I pazienti Covid in terapia intensiva sono 362 (+4), mentre i ricoverati 3.491 (+24). Infine sono 327 i nuovi positivi nella provincia di Milano, di cui 164 a Milano città

Lazio

Nel Lazio si registrano 782 casi positivi (-138) a fronte di oltre 14mila test (oltre 8mila tamponi e quasi 6 mila antigenici). I casi a Roma città sono a quota 400. "Diminuiscono i casi, mentre aumentano i decessi, i ricoveri e le terapie intensive - sottolinea l'assessore regionale alla Sanità, Alessio D'Amato -. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 9%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 5%". I morti sono 32 (+12), i guariti 4.558. Gli attualmente positivi sono 49.550, di cui 2.248 ricoverati, 272 in terapia intensiva e 47.030 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono in totale 158.361, i decessi 5.291 e il totale dei casi esaminati è pari a 213.202. 

Toscana

In Toscana sono 523 i nuovi casi positivi (517 confermati con tampone molecolare e 6 da test rapido antigenico), che portano a 139.141 il numero totale dall'inizio dell'emergenza sanitaria da 
Coronavirus.  L'età media dei nuovi positivi odierni è di 45 anni circa. Oggi sono stati eseguiti 5.782 tamponi molecolari e 2.127 tamponi antigenici rapidi, di questi il 6,6% è risultato positivo. I ricoverati sono 803 (45 in più rispetto a ieri), di cui 112 in terapia intensiva (4 in più). Si registrano 15 nuovi decessi: 8 uomini e 7 donne con un'età media di 77,5 anni. 

Piemonte

Sono 483 i nuovi contagiati rilevati in Piemonte su 10.008 tamponi eseguiti, di cui 5529 antigenici. I decessi sono invece 12. Il totale dei casi positivi diventa quindi 232.790. I ricoverati in terapia intensiva sono 148 (+8 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 2036 (+19 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 10.090. I tamponi diagnostici finora processati sono 2.621.424.

Sicilia

Continua a scendere il numero di nuovi casi di Covid 19 registrati in Sicilia. Oggi nell'isola sono stati individuati 478 nuovi positivi su 22.446 tamponi effettuati. Sono invece 533 i pazienti dimessi o guariti e 22 i morti. In totale nell'isola ci sono 38.932 positivi - 77 in meno rispetto a ieri - di cui 1.192 ricoverati in regime ordinario, 181 in terapia intensiva e 37.559 in isolamento domiciliare.

Veneto

In Veneto sono 442 i nuovi contagi registrati nelle ultime 24 ore, mentre i decessi sono 18. Sono stati effettuati 14.569 tamponi per un incidenza, quindi, del 3,01%. Il numero totale degli infetti, da inizio epidemia, sale a 317.278, quello delle vittime a 9.299. Scende ancora un po' la pressione sugli ospedali: nei normali reparti medici sono ora ricoverati 1.636 malati Covid (-6), nelle terapie intensive 188 (-1). I soggetti attualmente positivi in Veneto sono 26.930. Il presidente della Regione Zaia ha annunciato possibili nuove ordinanze anti assembramenti per i singoli Comuni.

Puglia

In Puglia sono 377 i nuovi casi rilevati su 3.583 test analizzati (pari al 10,5%). Il numero maggiore di nuovi positivi, 142, è stato accertato in provincia di Bari che resta la zona più colpita con 49.251 casi totali da inizio pandemia a oggi. Gli attualmente positivi sono 50.285. Le vittime sono state 23: quasi un terzo, otto, attribuite alla provincia di Foggia,

Umbria

Ancora in crescita i ricoverati Covid in Umbria, a oggi 500, 16 in più di ieri, 77 dei quali (+4) in terapia intensiva. I nuovi positivi registrati sono stati 190, i guariti 66 e i morti sei (840 in totale). Con gli attualmente positivi a quota 6.902, più 118. I tamponi analizzati sono stati 754 e i test antigenici 1.390. Con un tasso di positività del 25,1 per cento sui molecolari e dell'8,86 totale

Marche

Sono 171 i nuovi positivi rilevati nelle ultime 24ore nelle Marche tra le nuove diagnosi. Un numero basso, come sempre nei giorni post festivi, legato anche alla minore quantità di tamponi esaminati. Secondo il Servizio Sanità della Regione, "nelle ultime 24ore sono stati testati 1.306 tamponi: 669 nel percorso nuove diagnosi (di cui 119 nello screening con percorso Antigenico) e 637 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 25,6%)". Dei 171 positivi 78 sono in provincia di Ancona. I morti sono 8. Aumentano i ricoverati: sono 609, +7 su ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 73 (-1), quelli in area semi intensiva 155 (invariato su ieri), quelli in reparti non intensivi 381 (+8). Dieci i dimessi nelle ultime 24 ore. In isolamento domiciliare ci sono 7.060 persone. I dimessi/guariti dall'inizio della pandemia salgono a 48.593.

Le altre Regioni

In Abruzzo i nuovi casi sono 184 nuovi positivi su 19.611 test e il tasso di positività scende allo 0,9%, i morti invece sono 5. In Basilicata si registrano altri 95 casi e 3 decessi. In Calabria si registrano 142 nuovi casi, 380 guariti e un morto. In Sardegna sono stati identificati altri 56 casi e 4 vittime.