Roma, 8 febbraio 2021 - Un governo europeista con un richiamo forte all'atlantismo. Un governo che nella sua azione metterà al centro fra gli altri temi scuola (Draghi ha accennato alla necessità di rivedere il calendario scolastico e ha posto l'accento sulla necessità di evitare che a settembre ci siano cattedre vacanti); lavoro (bisogna creare nuovi posti di lavoro, aprendo i cantieri e attenzione ai licenziamenti); ambiente. Con un'attenzione particolare alle riforme: fisco, giustizia e Pubblica amministrazione. Ovviamente Draghi ha parlato anche della sanità: intensificare e accelerare la campagna di vaccinazione, valutando in particolare gli aspetti della logistica e della produzione.

Sono queste le linee generali del nuovo governo emerse oggi dalla prima giornata del secondo giro di consultazioni a Montecitorio. Il premier incaricato Mario Draghi ha incontrato le formazioni che in parlamento hanno minor peso in attesa domani (martedì 9 febbraio) di completare il giro con i partiti maggiori (Beppe Grillo non farà parte della delegazione del M5s)

Già incassato l'appoggio di massima di quasi tutte le forze politiche (un no deciso è venuto solo da Giorgia Meloni), Draghi è già alle prese con la composizione della squadra. Il suo orientamento è quello di un esecutivo composto per metà di ministri politici. Oggi il barometro del totoministri è orientato, almeno per il momento, ad escludere un ingresso di Giuseppe Conte (lo ha annunciato lui stesso domenica sera all'assemblea del Movimento). Almeno nelle prime consultazioni il premier non avrebbe parlato nè di nomi nè di tempi, limitandosi a fornire le linee generali che ispireranno il suo esecutivo.

Alla domanda su come intende portare avanti un programma con forze politiche così diverse, Draghi secondo quanto riferiscono fonti parlamentari, ha spiegato che bisogna guardare alla sostanza e non alla forma, altrimenti non è possibile porre rimedio, perché l'obiettivo è rispondere alle urgenze del Paese. Nel secondo giro - riferiscono i parlamentari - Draghi ha letto i suoi appunti e messo in campo la sintesi: la bussola sarà l'europeismo.

Sul fronte delle dichiarazioni odierne dei leader, Matteo Salvini, sui migranti ha speso parole in un certo qual senso da 'europeista' ("Sul tema immigrazione noi proporremo l'adozione della legislazione europea. A noi va bene che l'immigrazione in Italia sia trattata come è trattata in Francia e in Germania, con le stesse regole") e sui vaccini ha aggiunto: "Proporrò il modello Bertolaso". Mentre Beppe Grillo ha rilanciato il reddito universale. E sempre sul fronte dei grillini, è confermato che il Movimento voterà sulla piattaforma Russeau l'appoggio al governo Draghi.

Spostamenti tra regioni: il primo nodo del nuovo governo

Le consultazioni in diretta

Ore 18.50. Draghi incontrerà i rappresentanti delle parti sociali mercoledì mattina. Ipotesi già nell'aria, è stata confermata da fonti parlamentari.

Ore 18. Termine per oggi delle consultazioni. L'appuntamento è per domani mattina: Ore 11-11.30: Gruppo Europeisti - MAIE- Centro Democratico Senato. Ore 11.45-12.15: Gruppo Liberi e Uguali Camera - Componente Liberi e Uguali Senato. Ore 12.30-13: Gruppi Italia Viva della Camera e Italia Viva-PSI del Senato. Ore 13.15-13.45: Gruppi Fratelli d'Italia della Camera e del Senato. Ore 15-15.30: Gruppi Partito Democratico della Camera e del Senato. Ore 15.45-16.15: Gruppi Forza Italia - Berlusconi Presidente della Camera e Forza Italia- Berlusconi Presidente - UDC del Senato. Ore 16.30-17: Gruppi Lega-Salvini Premier della Camera Lega-Salvini Premier - Partito Sardo d'Azione del Senato. Ore 17.15-17.45: Gruppi MoVimento 5 Stelle della Camera e del Senato.

Ore 17.55. Chiusura in rialzo a Piazza Affari. L'indice Ftse Mib fa segnare +1,48% a 23.425 punti, mentre l'Ftse Italia All-Share sale dell'1,53% a quota 25.498.

Ore 17.30. Il futuro governo dovrà "rimodulare il calendario scolastico" dell'anno in corso, per recuperare i "numerosi giorni persi". È quanto avrebbe detto  Draghi ai gruppi parlamentari finora incontrati, secondo quanto è stato riferito all'Ansa.

Ore 17.10. "È prevalso un principio di realtà, emerso dalle linee programmatiche di Draghi. In questa fase non si deve fare la corsa per mettere la bandierina sul programma di un governo di salvezza nazionale". Lo ha detto al termine del colloquio con Draghi Gateano Quagliarello di Cambiamo!.

Ore 17. "Siamo stati come sempre colpiti dalla lucidità e dalla precisione di un presidente che indica come primo elemento far uscire da una depressione e piscologica ed economica l'Italia". Lo ha detto Vittorio Sgarbi.

Ore 16.35. Dalle ore 13 di mercoledì 10 febbraio 2021 alle ore 13 di giovedì 11 febbraio 2021 gli iscritti M5s saranno chiamati a esprimersi su un eventuale supporto a un governo presieduto da Mario Draghi. Lo annuncia il blog delle Stelle.

Ore 16.30. Movimento 5 Stelle: Beppe Grillo non dovrebbe partecipare domani alle consultazioni col premier incaricato.

Ore 16.25. Domani il Pd ribadirà a Draghi la "necessità di concentrare l'attenzione del futuro governo sulle politiche di genere ed in particolare sulle politiche per l'occupazione femminile, quale fattore decisivo per innescare la crescita del paese". 

Ore 16.08. Il leader di Azione, Carlo Calenda e Emma Bonino ( + Europa) al termine del colloquio: "L'appoggio di Azione e +Eu a Draghi è pieno e incondizionato e permarrà: lo abbiamo assicurato a Draghi anche per i momenti difficili che sicuramente arriveranno". Draghi, ha raccontato Calenda, "ha dimostrato grande attenzione al tema dei licenziamenti".

false

Ore 15.40. Al termine del colloquio con Draghi il senatore Riccardo Nencini del Ps sottolinea: "Abbiamo una definizione molto più precisa del governo. L'impostazione del programma è divisa in quattro punti. Una forte cornice europeista e un richiamo all'atlantismo. Riforme su PA, Giustizia e Fisco. Attenzione particolarissima al mondo del lavoro orientata sia sul turismo sia sulle creazione di grandi infrastrutture. E infine scuola".

Ore 15.20. "Il presidente Draghi ci ha detto che bisogna investire e con i ristori evitare contributi a fondo perduto ma finanziare le imprese per riprendere". Lo afferma Manfred Schullian, presidente del gruppo Misto, dopo l'incontro. "Draghi ci ha illustrato brevemente i pilastri della sua azione. Come premessa non solo simpatica ma essenziale si autodefinisce come futuro presidente di un governo europeista. Tra le priorità che intende seguire con il suo governo: la sanità, la campagna vaccinale che va non solo portata a termine ma iniziata davvero. Ha parlato tanto dell'ambiente, di lavoro e imprese".

Ore 15.05. E' stata ricevuta la delegazione della componente del gruppo Misto della Camera-Minoranze linguistiche.

Ore 15 - Conte candidato sindaco di Roma? "No, grazie". Così l'ex premier risponde al Tg3 mentre cammina per le vie del centro di Roma.

Ore 14.30. Beppe Grillo rilancia il reddito di base: "GoodDollar è una moneta e un wallet digitale che consente di ricevere un reddito di base direttamente sul proprio telefono. Ne avevamo parlato più di un anno fa sul Blog. Ora il progetto non è più in fase sperimentale, migliaia di utenti stanno ricevendo giornalmente i propri GoodDollar".

Ore 13.05. Su Facebook Alessandro Di Battista spiega il suo no a Draghi: "Sia chiaro, non ho dubbi che il Professor Draghi sia una persona onesta, preparatissima ed autorevole. Questo non significa che lo si debba appoggiare per forza. Io contrasto Draghi non sul piano personale ma su quello politico. E, ripeto, non cambio idea".

Ore 13. Intervento 'europeista' di Salvini sui migranti: "Sul tema immigrazione noi proporremo l’adozione della legislazione europea. A noi va bene che l’immigrazione in Italia sia trattata com’è trattata in Francia e in Germania. Con le stesse regole".

Ore 12.55. A giudizio del sentaore Pierferdinando Casini "è difficile che i leader e i segretari dei partiti entrino nel governo. Di solito in casi come questi c'è sempre la tendenza a sfumare la rappresentanza politica, anche perché, probabilmente, i leader si vorranno giocare il governo del Paese quando ci saranno le elezioni".

Ore 12.30. Ancora Matteo Salvini che anticipia quanto la Lega dirà domani a Draghi: "Domani la priorità che porteremo al tavolo del professor Draghi, mentre altri si occupano di ministeri e di poltrone, sarà soprattutto la salute. C'è un modello lombardo che è il più avanzato dal punto di vista della messa in sicurezza della popolazione e delle vaccinazioni. Proporremo a Draghi il modello Bertolaso ".

Ore 12. Parla Matteo Salvini: "Altri mettono veti e fanno capricci, noi abbiamo buttato il cuore oltre l'ostacolo".

Ore 11.16. Mario Draghi arriva alla Camera.

Ore 9. Comincia la giornata politica incentrata con l'inizio del secondo giro di consultazioni. Questo il calendario odierno: ore 15-15.15 - Gruppo Misto della Camera - Minoranze linguistiche (Componente Gruppo Misto). Ore 15.30-15.45 - MAIE - Movimento associativo italiani all'estero- PSI (Componente Gruppo Misto Camera). Ore 16-16.15 - Azione - + Europa - Radicali italiani (Componente Gruppo Misto Camera) + Europa - Azione (Componente Gruppo Misto Senato). Ore 16.30-16.45 - Noi con l'Italia - USEI - Cambiamo! - Alleanza di centro (Componente Gruppo Misto Camera) Idea e Cambiamo (Componente Gruppo Misto Senato). Ore 17-17.15 - Centro Democratico - Italiani in Europa (Componente Gruppo Misto Camera).Ore 17.30-18 - Gruppo Per le autonomie (SVP - PATT, UV) del Senato.