Coronavirus in Svizzera (Ansa)
Coronavirus in Svizzera (Ansa)

Roma, 17 settembre 2020 - Nuovo bollettino sull'epidemia da Coronavirus in Italia. Dopo la risalita dei contagi di ieri, aumentano ancora i contagi: oggi se ne sono registrati 1.585, su un totale di 101.773 tamponi (mille in più di ieri).  Sale anche il numero delle vittime: nelle ultime 24 ore sono state 13, secondo i dati del ministero della Salute. Continunano a crescere ricoveri e terapie intensive. Intanto, prosegue il dibattito sulla riduzione della quarantena. Se nel nostro Paese il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri, insiste sul ridurla "dopo aver atteso sette giorni e un tampone negativo", l'Oms non nasconde preoccupazioni: visto "l'allarmante" livello di trasmissione del contagio in Europa, dichiara il il direttore dell'Organizzazione per l'Europa, Hans Kluge, "incoraggio i Paesi della regione a fare una giusta valutazione scientifica con i loro esperti ed esplorare opzioni di riduzione sicura". Nel resto del mondo infatti, la pandemia continua a correre e sono quasi stati raggiunti i 30 milioni di contagi.

Coronavirus, il bollettino del 18 settembre

Tornando da noi, secondo uno studio un italiano su tre, con l'arrivo dell'autunno, ha paura di non riuscire a distinguere i sintomi dell'influenza stagionale da quelli del Covid-19. Seguono "il timore di non poter ricevere cure adeguate (14,7%), soprattutto tra gli over 65, e la paura di un nuovo isolamento (14%), soprattutto tra i più giovani". 

Covid, il bilancio del 17 settembre

Sale ancora la curva epidemica: con 1.585 nuovi casi di oggi, contro i 1.452 di ieri, si arriva a 293.025 contagiati da inizio epidemia. In parallelo cresce anche il numero dei tamponi processati che sono stati 101.773 (ieri 100.607). L'indice di positività sui test effettuati rimane più oo meno stabile all'1,55% (ieri 1,44%). Lieve aumento dei decessi giornalieri, 13 contro i 12 di ieri (35.658 in totale). Salgono anche gli attualmente positivi: 41.413 (+881). I guariti/dimessi nelle ultime 24 ore sono stati 689. Aumentano i ricoveri (+63, 2.348 in tutto) e i pazienti in terapia intensiva (212, più 5 rispetto a ieri).  Le persone in isolamento domiciliare sono 38.853, 813 più di ieri.  Le regioni che fanno segnare più contagi sono Lombardia (281), Campania (195) e Lazio (181). Nessuna regione a zero casi. Dei 13 decessi: 3 in Liguria e Campania. 2 in Lazio e 1 in Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Puglia e Umbria con 1.

I numeri delle Regioni

Toscana, 119 positivi

In Toscana sono 13.423 i casi di positività al Coronavirus, 119 in più rispetto a ieri (51 identificati in corso di tracciamento e 68 da attività di screening). L'età media dei casi odierni è di 41 anni circa e, per quanto riguarda gli stati clinici, il 68% è risultato asintomatico, il 21% pauci-sintomatico. Delle 119 positività odierne, 10 casi sono ricollegabili a rientri dall'estero, uno a rientri da altre regioni italiane (Sardegna).

Lombardia: 281 casi e 1 decesso

Sono saliti a 281 i casi di contagio da coronavirus oggi in Lombardia, rispetto ai 159 di ieri. I decessi sono invece scesi da 2 a 1. In crescita i tamponi effettuati, pari a 21.757. Dei nuovi casi, 41 sono debolmente positivi, 11 a seguito di test sierologico. I guariti crescono di 130 unita' a 78.240, mentre i ricoveri in terapia intensiva salgono da 30 a 32 e quelli non in terapia intensiva di 8, a 272. 

Le altre Regioni

Oggi si registrano 6 nuovi positivi al Covid in Basilicata, mentre sono 37 nelle Marche. E c'è un primo caso di bimbo positivo al Covid in una scuola elementare di Codogno, il comune del Lodigiano dove è stato accertato il primo caso di Coronavirus in Italia:  tutta la classe, una quindicina di alunni, è rimasta a casa.

In Puglia su 4.011 test sono stati registrati 63 nuovi casi positivi, mentre c'è stato un decesso in provincia di Taranto. In Abruzzo rispetto a ieri si registrano 33 nuovi casi (di età compresa tra 20 e 86 anni), mentre restano invariati i ricoveri. In Sardegna si registrano 51 nuovi casi, 44 rilevati attraverso attività di screening e 7 da sospetto diagnostico. Resta invariato il numero delle vittime, 140 in tutto. In Calabria 16 nuovi contagi mentre in Liguria sono 40 i nuovi casi e 3 le vittime..

Gimbe: il bollettino della settimana

I nuovi casi di Covid-19 in Italia sembrano stabilizzarsi, anche se a fronte di un calo dei tamponi, ma aumentano i ricoverati e i pazienti in terapia intensiva. Lo afferma il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe relativo alla settimana 9-15 settembre. 
Nel periodo considerato l'aumento dei nuovi casi è stabile (9.837 vs 9.964) a fronte di una riduzione dei test (370.012 vs 421.897). Dal punto di vista epidemiologico aumentano i casi attualmente positivi (39.712 vs 33.789) e, sul fronte degli ospedali, i pazienti ricoverati con sintomi (2.222 vs 1.760) e in terapia intensiva (201 vs 143). Stabile invece il numero dei decessi (70 vs 72).

Le altre notizie 

Oggi il decreto del Tar, sul ricorso del Governo contro l'ordinanza del governatore Christian Solinas, sospende l'efficacia dei soli tre articoli del provvedimento - il 10, l'11 e il 12 -, che dettano le regole su chi intende fare ingresso nel territorio regionale, prevedendo test covid obbligatori. Resta in vigore, invece, quanto previsto nell'ordinanza sull'obbligo di utilizzo delle mascherine h24 in tutti gli ambienti chiusi o aperti, dove sia concreto il rischio di assembramento, ma anche l'insieme di disposizioni che, in vista della riapertura delle scuole il 22 settembre, portano fino all'80% l'occupazione dei posti a sedere nei mezzi del trasporto pubblico locale. Sempre nella giornata, invece, il Tar del Piemonte ha respinto la richiesta di sospensiva d'urgenza, avanzata dai ministeri dell'Istruzione e della Salute, dell'ordinanza del presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, secondo cui le scuole devono verificare la temperatura degli allievi in ingresso negli istituti scolastici.

Vaccino antinfluenzale 2020, Locatelli: "Già disponibili 17,5 milioni di dosi"

Covid, la comunità cinese trema. "Il virus anche da noi", test di massa e chat impazzite

Test in 12 minuti. Segnala carica virale e anticorpi

"Io, positivo da un mese ma senza sintomi. Non vedo l'ora di uscire"