Non tutti i mali vengono per nuocere. Per quanto spiacevole possa essere, la fine di un matrimonio sembra avere un risvolto positivo per le donne: oltre ai benefici di terminare una relazione ormai giunta al capolinea, vantaggi che valgono per entrambi i sessi, il gentil sesso ne guadagna anche un generale miglioramento della salute. Lo sostiene uno studio condotto presso l'Università dell'Arizona e pubblicata sul Journal of Women's Health.

LA RICERCA SU 80MILA DONNE
Sfruttando le informazioni raccolte in tutti gli Stati Uniti dal Women's Health Initiative, la ricerca ha preso in considerazione i dati sulla salute di circa 80mila donne con età compresa fra 50 e 79 anni. L'indagine le ha monitorate nell'arco di tre anni, mettendo l'accento sulle differenze tra coloro che in quel periodo hanno divorziato, coloro che si sono sposate e infine coloro che non hanno modificato la loro condizione (restando single oppure maritate).

IL DIVORZIO FA BENE ALLA SALUTE
È emerso che le donne che si sposano in età avanzata tendono a ingrassare e a bere maggiori quantità di alcol rispetto a quelle che non modificano il proprio status sentimentale e giuridico. Se però la relazione termina, allora ecco verificarsi tutta una serie di conseguenze positive: aumento dell'attività fisica, miglioramento della dieta, riduzione dei chili in eccesso. E questo non solo in rapporto alle donne che nel medesimo arco di tempo si sono sposate, ma anche rispetto a tutte le altre.

E GLI UOMINI?
Lo studio dell'Università dell'Arizona non ha preso in considerazione il sesso maschile, perché la fonte di riferimento non forniva informazioni utili alla ricerca. Tornando però indietro negli anni fino al 2011, si scopre che un'indagine condotta presso la Ohio State University ha segnalato che gli uomini non sono particolarmente soggetti a ingrassare quando si sposano, ma ben il 63% lo fa dopo il divorzio.

Leggi anche:
- Lo yoga riduce i sintomi della depressione
- Le foto dei cuccioli rendono i matrimoni più felici
- Farsi la doccia è un toccasana per la salute mentale