L'icona di WhatsApp su smartphone
L'icona di WhatsApp su smartphone

Dopo il blackout che ha “spento” la piattaforma di messaggistica di proprietà di Facebook e il conseguente boom del concorrente Telegram, WhatsApp prova a far dimenticare il problema ai propri utenti e introduce, nell’ultima versione beta, due novità interessanti.
I programmatori hanno rilasciato due nuove funzionalità. La prima consente di trasformare in testo le note vocali, la seconda di allungare il timer dei messaggi effimeri fino a 90 giorni.
Le due nuove feature, ormai in fase avanzata di test, saranno rilasciate con uno dei prossimi aggiornamenti dell’app.

Le note vocali si trasformano in testo

La prima novità introdotta su WhatsApp renderà felici tutti gli utenti che non apprezzano troppo i messaggi vocali, soprattutto quelli eccessivamente lunghi. L’app di messaggistica, infatti, dopo aver rilasciato la feature per ascoltare le note audio a velocità aumentata, darà agli utilizzatori dell’app la possibilità di “leggere” i messaggi vocali.
Il nuovo tool consentirà di trascrivere il contenuto delle registrazioni audio in modo automatico grazie all’intelligenza artificiale di WhatsApp: gli utenti potranno leggere il contenuto direttamente nella chat.

I messaggi effimeri fino a 90 giorni

Dopo aver introdotto a novembre 2020 i messaggi effimeri che scompaiono automaticamente dopo un po’ di tempo, WhatsApp rende disponibili nuove tempistiche per la loro auto distruzione. La nuova feature prevede due nuove opzioni temporali per il timer dei messaggi effimeri: non più i canonici 7 giorni ma 24 ore e 90 giorni. Intervalli di tempo molto più ampi per venire incontro alle esigenze degli utilizzatori della piattaforma.
Le nuove funzionalità possono essere attivate nella sezione dell’app di messaggistica dedicata a questa tipologia di messaggi e saranno presto disponibili per tutti gli utenti.