Martedì 28 Maggio 2024

TikTok Lite, l’ultimatum della Commissione Ue: stop da giovedì. “Gravi rischi per la salute mentale e la dipendenza nei minori”

La società cinese proprietaria della piattaforma ha tempo fino a mercoledì per fornire argomentazioni in difesa della sua app. Rischia sanzioni fino al 5% di fatturato globale. Un portavoce dell’azienda ribatte: “La app non è disponibile per i minori di 18 anni e c'è un limite giornaliero”

TikTok

TikTok

Roma, 22 aprile 2024 - TikTok Lite può creare dipendenza nei minori e rischi di gravi danni alla salute mentale degli utenti, compresi i i più piccoli. Lo sostiene la Commissione europea che ha minacciato la piattaforma cinese di sospendere da giovedì alcune funzioni dell'app ai sensi del Digital Services Act (Dsa).

Nel mirino della Commissione europea il 'programma attività e premi' di TikTok Lite che consente agli utenti di guadagnare punti eseguendo determinate attività come guardare video, mettere mi piace ai contenuti, seguire creatori, invitare amici a iscriversi.

Bruxelles contesta al social di proprietà della cinese ByteDance di aver lanciato il sistema a premi dell'app TikTok Lite "senza una previa valutazione diligente dei rischi che comporta, in particolare quelli legati all'effetto di dipendenza dalle piattaforme, e senza adottare misure efficaci di attenuazione dei rischi".

L'esecutivo Ue sottolinea i rischi "particolarmente preoccupanti per i bambini, data la sospetta assenza di efficaci meccanismi di verifica dell'età su TikTok". Accusa già formulata in un primo procedimento formale a febbraio contro il social cinese.

A questo punto la commissione svolgerà una sua indagine approfondita e in via prioritaria per valutare se le inadempienze della piattaforma costituirebbero violazioni degli articoli 34 e 35 del Digital services act. E se saranno valutati possibili "rischi di gravi danni per la salute mentale degli utenti", scatterà la sospensione del programma.

Quindi Bruxelles ha dato a TikTok tempo fino a mercoledì 24 aprile per presentare argomentazioni in sua difesa. Ma già la scorsa settimana la Commissione europea aveva chiesto all'azienda cinese di fornire entro il 18 aprile un rapporto sulla valutazione del rischio per TikTok Lite e sulle misure messe in atto senza ottenere risposta. Prossima scadenza sarà domani, per presentare le informazioni richieste, e fino al 3 maggio, per fornire dettagli aggiuntivi. In assenza di risposta le cinese ByteDance rischia pesanti sanzioni dell'ordine del 5% del fatturato annuo globale.

TikTok: delusi dalla Ue, non è disponibile per minori

Un un portavoce di TikTok ha dichiarato: "Siamo delusi" dalla decisione dell'Ue di aprire un'indagine, e ha spiegato: "Il programma a premi di TikTok Lite non è disponibile per i minori di 18 anni e c'è un limite giornaliero alle attività di visione dei video. Continueremo le discussioni con la Commissione europea".