Roland Garros, Novak Djokovic in finale (Ansa)
Roland Garros, Novak Djokovic in finale (Ansa)

Parigi, 9 ottobre 2020 - Sarà Novak Djokovic a sfidare Rafa Nadal nell'atto finale del Roland Garros 2020. La missione per il numero uno ATP è stata tutt'altra che semplice, come dimostrano le quasi 4 ore di gara: lo score finale recita 3-2 (6-3, 6-2, 5-7, 4-6, 6-1) in favore del serbo ai danni di uno Stefanos Tsitsipas abile a rimontare due set prima di crollare in quello finale, che spedisce Djokovic di fronte al re della terra rossa Nadal, che nel pomeriggio aveva battuto Diego Schwartzman.

Leggi anche - Le emozioni del match tra Nadal e Sinner

Primo set

La partita si apre bene per Tsitsipas, che guadagna ben quattro palle break: Djokovic riesce ad annullarle tutte mantenendo il turno in battuta. Nel game seguente il serbo ne conquista due e le sfrutta con un dritto in corsa che porta subito il match sul 2-0. La marcia del numero uno ATP è implacabile: il 3-0 arriva e consolida il break di vantaggio. Tsitsipas riesce a rompere l'incantesimo trovando il 3-1, ma Djokovic ristabilisce subito le distanze sfruttando la prima di servizio. Il greco replica con lo stesso fondamentale e con il dritto, mantenendo così il set in vita: la sua crescita emerge nel game seguente, in cui trova una palla break anche grazie a qualche errore di troppo del serbo, bravo poi ad annullare la palla del contro-break e a restare padrone del proprio destino. Tsitsipas non ci sta e, anche grazie a un ace, tiene la battuta e resta in un set che sarà poi vinto da Djokovic dopo aver sciupato ben tre set point.

Secondo set

Tsitsipas apre alla grande il secondo set tenendo a zero il primo turno di battuta: nel game seguente trova anche due palle break che saranno poi cancellate da Djokovic, che tiene il suo primo turno di battuta vincendo ai vantaggi. Il greco fa lo stesso nel seguente game con la prima di servizio ma poi sbaglia un rovescio e un dritto e regala il 2-2 al numero uno ATP. Il trend per Tsitsipas non cambia, come dimostra lo smash scagliato in rete: Djokovic ne approfitta e, complice l'aiuto del nastro, trova il break e lo mantiene nel game successivo. Il serbo soffre a causa della crescita di Tsitsipas, che si porta sul 4-0 salvo poi essere rimontato: il numero uno ATP guadagna due punti break e dopo averne sprecato uno chiude il game grazie al dritto del greco che finisce nel corridoio. Il game successivo è molto meno combattuto: Djokovic domina 40-0 trovando ben due ace e chiude il set.

Terzo set

All'alba del terzo set arriva un altro 40-0, stavolta firmato Tsitsipas, che nel game seguente trova anche l'ottava palla break del match: ancora una volta, con un dritto in contropiede, Djokovic annulla tutto e riesce poi a tenere il servizio complice un errore in rovescio del greco, che si rifà tornando subito in vantaggio. Il numero uno ATP è poi bravo a impattare tenendo a 15 il turno di battuta, ma quello del terzo set è uno Tsitsipas più determinato, come si evince dal 40-0 messo a referto. Djokovic risponde per le rime con tanto di ace trovato, ma nel game seguente è proprio un suo errore con il dritto a riportare avanti il greco. Il numero uno ATP non ci sta e risponde con un altro 40-0 che è il preludio alla palla break conquistata ai vantaggi nel game seguente, chiuso da uno smash vincente. Il game seguente, quello che potrebbe consegnare la partita a Djokovic, è lungo e combattuto: Tsitsipas annulla un match point al serbo e, alla terza palla del contro-break, prolunga la gara sul 5-5. Il greco è on fire e si va addirittura in vantaggio, portando il set almeno a un tie-break a cui non si arriverà: Tsitsipas guadagna due set point e non spreca il secondo con un dritto che trova l'incrocio delle linee.

Quarto set

Il greco comincia alla grande anche il quarto set, trovando presto il 2-0, con tanto di tre palle break guadagnate: Djokovic sbaglia un rovescio ma poi trova quattro palle per il contro-break, che arriva grazie al dritto out di Tsitsipas. Quest'ultimo sbaglia ancora (rovescio in rete) e così si completa la rimonta del serbo, che tiene il servizio ma poi soccombe nel game seguente nonostante tre palle break. Il numero uno ATP si rifà nel game successivo ma poi torna sotto: Tsitsipas annulla la nona palla break su dieci del set a Djokovic, che si riporta presto in parità. Il game seguente è più combattuto, al punto che si arriva ai vantaggi: il serbo sciupa una palla break e, anche grazie al secondo ace di Tsitsipas, soccombe. L'intero set va al greco, complice il drop shot sbagliato dal numero uno ATP, che deve quindi rifare tutto da zero.

Quinto set

Il quinto set comincia con una palla break di Djokovic, ma Tsitsipas, con un servizio/dritto, riesce a salvare il turno in battuta. Il serbo, con un moto di orgoglio, ribalta la situazione in due game: il primo arriva dopo un rovescio sbagliato del greco e il secondo dopo due palle break guadagnate e sfruttate. Djokovic consolida il break di vantaggio e addirittura lo raddoppia prima di trovare il 5-1 agilmente, complice un doppio errore di Tsitsipas. La strada per il numero uno ATP si fa in discesa, anche se per sancire il 6-1 servono i vantaggi e ben due match point: il secondo va a segno e così Djokovic raggiunge Nadal in finale.