MotoGp, Valentino Rossi (foto Afp)
MotoGp, Valentino Rossi (foto Afp)

Misano, 14 settembre 2019 – Sarà un grande spettacolo a Misano per il Gran Premio della Riviera di Rimini. A decidere le sorti della gara, come sempre, potrebbero essere le strategie utilizzate dai vari piloti. C’è grande competitività in vetta con il fenomeno Marquez insidiato dalla folta schiera di Yamaha, ma la scelta degli pneumatici può decretare il sottile limite tra successo e disfatta.

Pole position di Vinales

Misano, gomme medie e morbide

Come di consueto, Michelin ha portato tre mescole: morbide, medie e dure. La composizione è simmetrica all’anteriore e asimmetrica al posteriore per via della preponderanza di curve a destra e il tracciato di Misano è abrasivo ma non troppo. Questo significa che si può cercare la performance scegliendo una mescola meno dura. L’indicazione delle libere sembra infatti convergere verso medie e morbide, probabilmente con qualche differenza tra i big. La Honda di Marquez potrebbe puntare su morbida al posteriore, per favorire il grip, e una media all’anteriore, per combattere l’usura. In casa Yamaha la scelta appare indirizzata verso una coppia di medie per Quartararo, Vinales, Morbidelli e Rossi, ovvero una gomma performante ma anche duratura per tutto il corso della gara. Ducati invece è più in difficoltà su un tracciato di scorrevolezza e con il giusto compromesso potrebbe azzardare con Dovizioso e Petrucci per una gomma morbida al posteriore, favorendo il grip a velocità bassa che è il punto debole della rossa di Borgo Panigale.