MotoGp: Oliveira taglia per primo il traguardo del Gp di Catalogna 2021 (Ansa)
MotoGp: Oliveira taglia per primo il traguardo del Gp di Catalogna 2021 (Ansa)

Montmelò, 6 giugno 2021 - Il portoghese Oliveira firma la gara ideale nel Gp di Catalogna, classe MotoGp. Complimenti. Zarco fa sognare il Mondiale alla Pramac (Ducati), mentre Rossi e Marquez finiscono a terra e il loro 2021 da incubo continua.

Miguel Oliveira, 10. E’ stato il vero protagonista. E visto il risultato, l'applauso di Barcellona è tutto e comunque per lui. E per una Ktm che sta iniziando a fare la voce grossa  lassù, dove Yamaha e Ducati vorrebbero dettare legge sempre e comunque. Guida perfetta quella di Miguel.

Johann Zarco, 9. E’ il  migliore dei ducatisti. Non solo perché la sua Desmo Pramac mette la firma su un podio spettacolare, ma per come il francese ha cercato di vincere e di risucchiare Oliveira.

Fabio Quartararo, 8. Non si accontenta, non può e non deve fare ancora calcoli, poi la tuta che si apre, la voglia di non molla e la penalizzazione che gli toglie il podio. Per coraggio e tenacia merita comunque un grande applauso.

Jack Miller, 7. Opportunista. Non veloce come sarebbe dovuto e voluto essere, ma alla fine porta la Ducati al terzo posto e questo è ciò che conta. Punti preziosi nella rincorsa al titolo e in attesa di gare migliori.

Francesco Bagnaia, 6. La sufficienza è per l’impegno. Il risultato, invece, è così e così. Diciamolo apertamente se vuole tornare fra i candidati al titolo mondiale deve fare qualcosa. Qualcosa di più e di meglio.

Joan Mir, 5,5. Essere campione del Mondo forse non aiuta. La sua gara rimane buona per metà, poi addio alle gomme e (forse) addio alla concentrazione. Ci saremmo aspettati di più, molto di più. Ma le belle storie raccontate nello scorso Mondiale sono ormai solo un ricordo.

Aleix Espargaro, 5. Stava facendo un ‘garone’. A un certo punto, la sua Aprilia  poteva addirittura essere da podio. Poi lo scivolone e addio Barcellona. Peccato, ma il progetto 2021 della RS-GP viaggia bene.

Marc Marquez, 5. Tanti lampi del ‘vecchio’ Marquez. Grinta e coraggio se li porta dentro, ma i problemi del 2020 non sono ancora finiti. Non tiene la sua Honda e va giù per la terza volta. Quanto è dura tornare ad essere il Re.

Franco Morbidelli 4,5. Giudizio severo, anche se alla fine Franco a casa qualche punto lo porta. Il problema e il dubbio, semmai sono questi: visto le buone sensazioni nella due giorni di prove, come mai sparisce sempre in gara?

Valentino Rossi, 4. Cade e nello scivolone a una manciata di giri dalla fine c'è il riassunto di un week end che poteva essere bello ma che si è rivelato il solito incubo. Meno due Gp alla decisione sul futuro: si accettano scommesse.