Inzaghi aspetta Kamenovic
Inzaghi aspetta Kamenovic

Roma, 10 febbraio 2021 - La Lazio vive un grande presente, ma sogna anche il futuro. La prossima stagione si augura di giocare nuovamente la Champions League e infatti si è già tutelata nello scorso gennaio con un acquisto di prospettiva per il nuovo anno calcistico. Dimitrije Kamenovic sarà un giocatore biancoceleste solamente dal 1 luglio, ma per ora lancia segnali positivi a Simone Inzaghi in vista del futuro.

Kamenovic, difensore goleador

Nel turno dello scorso weekend nel campionato serbo Dimitrije Kamenovic è andato in gol con la sua squadra, il Cukaricki, contro l'Indijija. Si tratta della sua seconda rete in campionato, nonostante sia un difensore e questo può far ben sperare la Lazio in vista del futuro. Infatti in questa stagione sono mancati i gol della difesa: nessuno tra Acerbi, Patric, Luiz Felipe (oggi infortunato), Musacchio e Hoedt ha trovato la via del gol in Serie A, mentre Francesco Acerbi una rete l'ha segnata in Coppa Italia. Avere un difensore in grado di aumentare il tasso di reti sarà sicuramente qualcosa di importante.

Da capire però se sarà utilizzato nella linea a tre di difesa o come esterno, visto che in recenti interviste Simone Inzaghi ha fatto capire di averlo visto dotato di una certa duttilità che gli permette di essere utilizzato in più posizioni. Sulla carta sarebbe un terzino mancino, ma bisognerà vedere se nel passaggio dalla difesa da quattro a tre si abbasserà sulla linea dei centrali o se diventerà un'alternativa sulla fascia.

Una nuova scommessa per la Lazio

Kamenovic è un acquisto in puro stile Lazio, destinato a sorprendere come capitato con molti profili. Tanti giocatori negli ultimi anni sono arrivati senza particolari credenziali e senza cifre particolarmente esose sborsate, ma alla fine grazie anche alla bravura di Inzaghi si è sempre riusciti a valorizzare i nuovi profili, tanto che anche in questa stagione, rinforzi arrivati sotto traccia come Escalante e Akpa Akpro hanno dato un contributo decisamente buono alla causa.

Leggi anche - Come seguire la semifinale di Coppa Italia di stasera

SIMONE GAMBERINI