Lewis Hamilton (Ansa)
Lewis Hamilton (Ansa)

Scarperia e San Piero (Firenze), 13 settembre 2020 - Al Mugello arriva la novantesima vittoria in carriera di Lewis Hamilton. Il sei volte campione del mondo precede il compagno di squadra Mercedes Valtteri Bottas in un Gran Premio della Toscana Ferrari 1000 (rivivi la diretta testuale sotto) contraddistinto dal caos. Incidenti e tre partenze per il primo Gp del Mugello Circuit. In terza piazza Alexander Albon della Red Bull. Male le Ferrari che chiudono all'ottavo posto con Charles Leclerc (ma grazie alla penalizzazione di Raikkonen) e al decimo con Sebastian Vettel.

Quarta posizione di Daniel Ricciardo che ha preceduto la Racing Point di Sergio Perez e la McLaren di Lando Norris. Settima la Alpha Tauri di Daniil Kvyat e nona la Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkone. Al traguardo solo 12 vetture: undicesima la Williams di George Russell e la Haas di Romain Grosjean.

PROFONDO ROSSO, il blog di Leo Turrini

LE PAGELLE di Leo Turrini

Stroll, incidente a 282 km/h

La sua Racing Point è praticamente distrutta ma Lance Stroll è fortunatamente illeso. Nonostante l'uscita di pista a 282 km/h causata da una foratura il pilota canadese è rimasto illeso grazie agli altissimi standard di sicurezza delle monoposto di Formula 1. L'ultima volta che si sono registrate due bandiere rosse in gara era il Gran Premio del Brasile del 2016, quello in cui Nico Rosberg vinse definitivamente il Mondiale resistendo all'acquazzone.

Classifica piloti - Costruttori

Calendario - Risultati

Gp Toscana Ferrari 1000, rivivi la diretta

Le caratteristiche del circuito

Il tracciato del Mugello è stato costruito nel 1972 ed è situato a Scarperia in Toscana. Di proprietà Ferrari, acquistato nel 1988, il Mugello è tappa fissa del Motomondiale e ha ospitato diverse categorie automobilistiche come Formula 3000, Formula 2, Fia Gt e Dtm ma per la prima volta sarà sede di un gran premio del Mondiale di Formula 1. Il tracciato è lungo 5.245 metri ed è composto da 15 curve, molto adatto alle moto – che hanno diversi punti per sorpassarsi – meno per la Formula 1 che probabilmente avrà come unica possibilità di sorpasso la curva 1 al termine del lungo rettifilo principale. Non ci sono ovviamente precedenti in Formula 1 e come metro di paragone si può prendere il tempo record effettuato da Marc Marquez in Moto gp nel giugno 2013 in 1’47”639.